Indietro
domenica 29 maggio 2022
menu
Calcio Femminile B

La San Marino Academy cade sul campo del Cittadella

In foto: ©PhotoAgency
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 3 apr 2022 20:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Serie B Femminile, 2021-22 | 21. Giornata, Cittadella Women – San Marino Academy 1-0

IL TABELLINO
CITTADELLA WOMEN [3-5-2]: Toniolo; Ripamonti, Masu, Fracaros (dall’81’ Meneghetti); Larocca, Domi (dal 58’ Pizzolato), Corazzi, Saggion (dal 90’ Novelli), Peruzzo; Lattanzio, Ponte (dal 58’ Martinuzzi). A disposizione: Zorzan, Schiavo, Nurzia, Zannini, Dilettuso. Allenatore: Salvatore Colantuono.

SAN MARINO ACADEMY [4-3-3]: A. Piazza; Marrone, Kiamou, Venturini, M. Piazza; Cecchini (dal 46’ Jansen), Brambilla, Fusar Poli; Alborghetti (dal 46’ Massa), Baldini (dal 59’ Menin), Papaleo (dal 63’ Kuenrath). A disposizione: Montanari, Montalti, Nozzi, Modesti, Diversi. Allenatore: Alain Conte.

Arbitro: Filippo Colannino di Nola.
Assistenti: Simone Giuseppe Chimento di Saronno, Luca Gibin di Chioggia.

Ammonite: Martinuzzi, Jansen.

Rete: 12’ Lattanzio.

CRONACA E COMMENTO
La trasferta ritrovata dopo il trittico casalingo non porta in dote i tre punti. Anzi, in casa del Cittadella le Titane incappano nella prima sconfitta del 2022, che interrompe una striscia di imbattibilità lunga nove partite. Alain Conte si affida al 4-3-3: spazio dal primo minuto, nelle corsie laterali, ad Alborghetti e Papaleo. Manca ancora Barbieri per infortunio. Al suo posto, là davanti, c’è Baldini. In mediana, Cecchini fa l’esordio stagionale da titolare. Pronti via ed è subito il Cittadella a farsi preferire. I ritmi non sono forsennati ma l’impressione è che le venete abbiamo più “garra” in corpo. Il primo tiro lo scocca Peruzzo dalla distanza: potente il mancino della 5 di casa, ma la palla esce. L’Academy non riesce a reagire e allora al Cittadella non resta che tenere il piede sull’acceleratore per mettere la testa avanti: con rapidi scambi la palla viene girata sulla destra per l’ex Larocca, che calibra bene il traversone sul secondo palo a beneficio Lattanzio, implacabile di testa. L’Academy trova la prima conclusione nello specchio a metà frazione: Fusar Poli serve Martina Piazza direttamente da centrocampo, ma la conclusione della 20 biancoazzurra – oggi capitano – è fiacca. Il Cittadella torna a spingere e a farsi pericolosissimo a cavallo della mezz’ora di gioco. Un rinvio corto di Alessia Piazza favorisce Lattanzio, che calcia debolmente ma riesce in qualche modo a servire Ponte, scaltra ad anticipare lo stesso portiere sammarinese ma anche lei tenera al tiro. Poco dopo, Domi pennella a centro area per Lattanzio che calcia a botta sicura sul primo palo: il riflesso di Piazza, su una conclusione potente e ravvicinata, è miracoloso. Le ospiti trovano il primo angolo al minuto 36’. Batte Fusar Poli, Larocca anticipa tutte sul primo palo e Marrone si coordina dal limite: il destro della siciliana è alto. Sono segnali di crescita timidi ma che spingono le Titane più frequentemente negli ultimi 20 metri avversari. Finché, sui titoli di coda del primo tempo, arriva l’occasione più ghiotta per pareggiare, su un’asse che coinvolge le due esterne di attacco: Papaleo calibra alla perfezione il traversone per Alborghetti, che la piazza sul palo lontano mancano il bersaglio per centimetri.

Al ritorno in campo dopo l’intervallo ci sono due novità nell’undici ospite: Massa e Jansen. L’Academy passa al 4 2-3-1 e l’abito più familiare sembra regalare nuova fiducia alle ragazze di Conte. L’approccio alla ripresa è buono, ma la via del gol resta impervia da percorrere. Il primo tiro arriva dopo 6’ abbondanti: calcia Jansen su traversone di Massa, ma il destro dell’olandese, brava a prendere il tempo a Masu, non ha veleno. Dall’altra parte, la risposta è in una punizione dalla tre quarti che Peruzzo destina direttamente in porta: tutto facile per Piazza. Il Cittadella ora rifiata e si dedica alle coperture. L’Academy non ne approfitta: l’unico “pericolo” prodotto dalle ragazze di Conte, imbrigliate nella difesa a tre e più spesso a cinque delle padrone di casa, è in un destro poco convinto di Jansen dalla distanza, con palla piuttosto lontana dai pali. Tra errori e nervosismo crescente, si arriva stancamente ai minuti finali. Il Cittadella sfiora due volte il raddoppio con le conclusioni di Pizzolato, entrambe fiacche. Dall’altra parte, l’arrembaggio finale porta con sé qualche mischia – sull’ultimo angolo sale anche Alessia Piazza per cercare il gol del pari – ma nessun vero pericolo per l’estremo di casa. Finisce con un risultato che spezza la serie positiva e che reclama una reazione, in casa biancoazzurra, pensando ai difficili impegni che si profilano all’orizzonte.

Ufficio Stampa San Marino Academy