Indietro
mercoledì 25 maggio 2022
menu
Calcio Promozione

Riparte la Promozione, la carica del presidente del S. Ermete, Martino

In foto: Alex Martino, presidente S. Ermete
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 23 feb 2022 14:48 ~ ultimo agg. 14:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il danno di una frenata che lascia tutto in bilico nei piani dell’alta classifica. Torconca, Pietracuta e Gambettola non sono cosi lontane e forse non lo sono mai state. Dietro incombono squadre in salute come Misano, S. Ermete e le emergenti Bellaria e Novafeltria. La classifica è cosi corta che racchiude in pochissimi spazi, definiti punti, i litorali della costa sogni di gloria da quelli della costa salvezza e rossa. Tutti in gioco e guai a fermarsi, finalmente ora si torna in campo e Covid permettendo, sarà l’ora della verità, il momento in cui non sono più ammesse facili distrazioni e dove occorre non guardarsi dietro ma puntare solo ed unicamente all’orizzonte perché le forze e i piedi buoni ci sono con dietro la case madre pronta a sopperire ogni capriccio sotto la saggezza della guida tecnica.

C’è un pizzico di euforia mescolata all’amarezza che ne fanno un sano toccasana, un vero amaro del capo da gustare con un solo ed unico cubetto di ghiaccio dopo averlo sorseggiato senza nessuna aggiunta, dal caldo al freddo in vista della ripresa del torneo che il presidente del S. Ermete, Alex Martino, traduce dietro il bancone del suo pub: “Mi aspetto un campionato con i valori già espressi pressoché azzerati, in quanto ripartiamo dopo una lunghissima sosta influenzata da fattori esterni che conosciamo purtroppo bene. Il S. Ermete, seguendo le norme, premunendo i propri tesserati, è tornato in campo per svolgere gli allenamenti. L’attenzione forzata ha condizionato il lavoro, ma oramai questa è divenuta una prassi a cui attenersi”.

La vittoria è quella rispetto agli anni precedenti di poter tornare finalmente in campo e dire la propria: “Tornare in campo è assolutamente una vittoria, che ancora non mi soddisfa pienamente perché esistono regole assurde che non permettono ai ragazzi del settore giovanile sopra i 12 anni di giocare senza green pass rafforzato. In questo caso ci armiamo di pazienza sapendo che torneremo alla normalità in maniera graduale”.

La pazienza è stata un’arma fondamentale in questa stagione condizionata da risultati altalenanti prima di trovare la ricetta giusta che ha condotto la sua formazione nell’alta classifica anche se questo potrebbe non bastare vedendo la forza delle avversarie: “La mia squadra deve preoccuparsi solo di allenarsi bene nel mezzo della settimana e la domenica giocare ancora meglio, in quanto come rosa non abbiamo nulla da invidiare a nessuno!”

In vista della ripartenza il S. Ermete ritrova il suo presidente che appartiene all’anima calda. I presidenti di una volta erano Rozzi ed Anconetani, a S. Ermete, piccolo centro dell’entroterra riminese, scopriamo Martino, uno dei presidenti vulcanici del calcio nostrano che con le sue parole manda un chiaro messaggio ai propri calciatori: “La storia recente del S. Ermete insegna che i conti si fanno alla fine”.