Indietro
domenica 22 maggio 2022
menu
Calcio a 5 A2 Femminile

Beffa nel finale per la Virtus: il Bagnolo passa 2-1

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 24 gen 2022 20:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

FEMMINILE VIRTUS ROMAGNA-BAGNOLO CALCIO A 5 1-2

IL TABELLINO
VIRTUS: Sabetti, Berti, Giuva, Falcioni, De Oliveira, Maraldi, Guidi, Insinna, Monaco. All.: Imbriani.

BAGNOLO: Grossi, Gabardi, Iemmi, Bonatti, Faragò, Favella, Razzano, Rocca, Maretti, Bernardi. All.: Faietti.

ARBITRI: Cannizzaro di Ravenna, Elezi di Ravenna. CRONO: Marchica di Bologna.

RETI: 1’ pt Faragò, 6’ pt Giuva, 20’ st Faragò.

AMMONITA: Bernardi.

CRONACA E COMMENTO
Finisce 2-1 al Flaminio tra Bagnolo e Virtus Romagna, con le emiliane che segnano il gol decisivo su calcio di rigore a tre secondi dal fischio finale.

La Virtus, nonostante le difficoltà e le pesantissime assenze, lotta, colleziona tante occasioni da gol, ma non riesce ad imporsi. E nel finale arriva la beffa: il Bagnolo passa in vantaggio dopo le accesissime proteste delle padrone di casa per la dubbia decisione dell’arbitro di assegnare il penalty. Al triplice fischio quello che però resta alle romagnole sono zero punti e tanto amaro in bocca. All’appello mancano giocatrici del calibro di capitan Mencaccini, Mencarella, Faccani e Marzo. Lo spirito della Virtus però non è scalfito dalle assenze: dopo un inizio di partita tremendo, con il Bagnolo che passa in vantaggio approfittando di un errore sanguinoso a metà campo, la reazione è veemente e il pallino del gioco rimane sempre ben saldo tra i piedi delle romagnole.
Ma ancora una volta la Virtus pecca di cinismo, sprecando tantissime chiare occasioni da gol. La rete dell’1-1, opera di Norma Giuva, arriva dopo un preciso e rapido triangolo in transizione che vede coinvolta Sara Berti, capitano di giornata. L’impressione è che il pareggio spiani la strada verso la vittoria alle padrone di casa, ma resta soltanto un’impressione.

Nella ripresa la porta del Bagnolo è presa di mira per tutti i 20 minuti effettivi di gioco. Grossi tra i pali è
protagonista di una super prestazione e quando non ci arriva il portiere del Bagnolo, ci pensa l’imprecisione delle virtussine a non permettere di arrivare al gol. Quando a soli tre secondi dal termine l’arbitro fischia fallo di mano di Giuva, per un braccio che sembra essere particolarmente attaccato al corpo, nelle teste delle giocatrici di Imbriani prende forma il peggiore incubo: dal dischetto Faragò non sbaglia e condanna la Virtus a vedere il Tombolo allungare ulteriormente in classifica.

Al termine dell’incontro parla Sara Sabetti, che ha ottimamente sostituito Susi Faccani tra i pali nella sua prima uscita stagionale. Una grande prestazione per una giocatrice che ha fatto vedere ancora una volta di essere pronta quando viene chiamata in causa: «Sono stata molto contenta di aver avuto l’opportunita di giocare. Ero un po’ agitata, perché era molto tempo che non giocavo una partita ufficiale, ma credo di aver gestito l’agitazione abbastanza bene».

Poi Sara aggiunge: «Nonostante abbia preso gol subito, ero tranquilla. Sicuramente potevo fare qualcosa in più, ma pensando a com’è andata la partita sono serena e credo che meritassimo almeno il pareggio. Abbiamo avuto molte occasioni davanti alla porta, ma facciamo fatica a finalizzare. La situazione che stiamo vivendo ci ha penalizzato e non poco: le assenze si sono fatte sentire, sia in partita per via dei pochi cambi a disposizione, sia in allenamento durante la settimana».

Infine, conclude: «Sono certa che tornare a pieno organico ci permetterà di allenarci meglio e tornare a vincere. Lo dobbiamo a noi stesse per tutti i sacrifici che abbiamo fatto finora. Approfitto per ringraziare le mie compagne per il supporto che mi hanno dato, sia dentro che fuori dal campo».

Per le virtussine c’è ora subito l’occasione di rifarsi. Si torna in campo mercoledì sera, sempre al Flaminio, per il recupero di campionato contro il San Marino, ultimo turno del girone di andata. Un derby che si preannuncia caldissimo e combattuto. Imbriani proverà a recuperare qualche assente, ma la Virtus dovrà ancora una volta affrontare le difficoltà scendendo in campo e dando il massimo: l’obiettivo per le romagnole sono i tre punti.

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Roberto Bonfantini
FOTO