Indietro
mercoledì 10 agosto 2022
menu
Judo Polisportiva Riccione

Morgana De Paoli argento ai Tricolori Under 21 di Ostia

In foto: Morgana De Paoli con la medaglia d'argento conquistata ad Ostia
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 23 nov 2021 13:31 ~ ultimo agg. 13:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo aver conquistato i due titoli in palio per la categoria Cadetti (Under 15) nell’anno 2021, Morgana De Paoli, portacolori della Sezione Judo della Polisportiva Riccione ha conquistato un inatteso argento anche nella classe Junior (Under 21) ai Tricolori andati in scena al PalaPellicone di Ostia, lasciando spazio solo ad Asia Tavano, prima in ranking list e titolare della Nazionale italiana al recentissimo Mondiale di Olbia.

Dopo un sorteggio piuttosto fortunato, De Paoli ha avuto accesso direttamente alla semifinale, dove ha incontrato Tiziana Marini, già a podio nell’ultimo campionato nazionale, atleta romana ma trasferitasi a Torino per allenarsi nella società più blasonata d’Italia, Akiyama di Settimo Torinese del campione olimpico Fabio Basile. La riccionese, pur consapevole della superiorità fisica dell’avversaria e della sua maggiore esperienza, è riuscita a gestire l’incontro in modo maturo, esprimendo estrema sicurezza e convinzione, al punto che già al primo tentativo di attacco dell’avversaria, dopo un’ottima difesa è riuscita a contrattaccare in un’azione di lotta e terra riuscendo a immobilizzarla conquistando la sua prima finale ad un campionato Under 21 nonostante i suoi 16 anni.

La finale con l’atleta udinese Asia Tavano è stata durissima, ma Morgana ha dato il meglio di sé riuscendo a mettere in difficoltà un’atleta molto più esperta e già con un palmares internazionale di tutto rispetto. Dopo un wazari (mezzo punto) subito e tre sanzioni dovute alla superiorità fisica dell’avversaria, De Paoli ha dovuto cedere il passo alla friulana.

Morgana De Paoli ha, quindi, conquistato la sua quinta medaglia (3 ori e 2 argenti) in altrettante finali nazionali disputate dal 2018 ad oggi, diventando di fatto l’atleta di judo più blasonata di sempre, nonostante la giovanissima età e la sua carriera ancora ricca di potenziali successi.

“Siamo molto felici per Morgana perché negli ultimi mesi ha cambiato passo – spiega il direttore tecnico della sezione Judo Polisportiva Riccione, Giuseppe Longo. Sta maturando tantissimo sotto il profilo sportivo e non solo. È riuscita a conciliare dai tre a quattro allenamenti a settimana con lo studio, frequentando il difficile liceo classico della Karis con risultati eccellenti, senza andare in “burnout”, grazie anche agli allenamenti supplementari e dedicati fatti con il nostro tecnico Badiane Ousmane (già campione d’Africa e del Senegal) e ad una intensa collaborazione che si sta sviluppando fra le associazioni sportive della Romagna che sta mettendo in condizione i ragazzi più volenterosi di allenarsi insieme anche più volte a settimana. Morgana è riuscita a portare in gara la stessa calma emotiva, ottenendo un risultato assolutamente inaspettato e graditissimo che potrebbe diventare il trampolino per la prossima stagione agonistica che la vede candidata ad eventi internazionali di assoluto prestigio. Questa finale inoltre – conclude Longo – è stata l’occasione di un confronto con le nuove commissioni nazionali per approntare il calendario gare 2022 della Federazione. Siamo felici di annunciare che anche quest’anno la città di Riccione sarà protagonista con il Gran Prix Under 14, la cui ultima edizione risale al 15 e 16 febbraio 2020, esattamente una settimana prima delle chiusure per la pandemia”.