Indietro
sabato 27 novembre 2021
menu
FSGC

Coppa Titano: Domagnano e Tre Fiori ai quarti di finale

In foto: ©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 27 ott 2021 17:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono Tre Fiori e Domagnano a staccare il pass per i quarti di finale di Coppa Titano 2021-22. Nei due anticipi di Fiorentino e Montecchio, infatti, gli uomini di Cecchetti e quelli di Mancini si sono imposti rispettivamente su Fiorentino e San Giovanni al termine di due partite piuttosto diverse fra loro.

Autorevole la prova fornita dal Tre Fiori, che dopo il pareggio della sfida d’andata, ha fatto meritatamente proprio il derby di Fiorentino. L’omonimo club rossoblù, ancora orfano di Ben Kacem, va sotto al quarto d’ora per effetto della zuccata di Gjurchinoki. Buon lavoro di Cuzzilla sulla corsia mancina, da cui l’esterno ha recapitato un ottimo traversone sul primo palo che l’attaccante croato ha girato alle spalle di Bianchi. Proteste per un potenziale tocco di mano in area da parte di Calzolari al 24’ su cui Vandi non interviene. Tre Fiori in controllo e sovente pericoloso dalle parti di Bianchi, mentre il Fiorentino – ieri sera in completo bianco – si affida agli strappi di Abouzziane, che al 35’ si accentra e libera un destro a giro neutralizzato da Aldo Simoncini. Un minuto più tardi Gjurchinoski serve in profondità Zoumbare che si libera di forza di Filippi, salvo farsi fermare da Bianchi in uno contro uno.

Nella ripresa il Fiorentino ha la palla del pareggio su una mischia generata da punizione laterale. Perlaza prende il tempo a D’Addario e nella zuffa a centro area ci prova Mastrote, che protesta per un potenziale tocco di mano di Censoni. Anche in questo caso Vandi fa giocare. Sul proseguo dell’azione Filippi, restato in avanti, prova l’acrobazia controllata da Aldo Simoncini. Sul versante opposto Dolcini si divora la palla del 2-0: progressione incontenibile di Gjurchinoski che penetra in area e crossa sul primo palo: Bianchi va giù per chiudere Zoumbare e sulla vagante si avventa il centrocampista sammarinese, che viene murato dal colpo di reni del portiere avversario a tre metri dalla porta. Dopo un sussulto per il colpo di testa alto di Perlaza sugli sviluppi di un angolo, il Tre Fiori trova il raddoppio con Davide Simoncini. Il capitano della Nazionale colpisce proprio da corner, liberandosi dalla marcatura di Paglialonga per colpire di testa. Il pallone carambola proprio sulla caviglia dell’avversario, spiazzando Bianchi. Il Fiorentino ha ora bisogno di due reti per prolungare la sfida ai supplementari, ma sono ancora i gialloblù ad andare vicini alla rete: un errore di Colonna apre un corridoio a Gjurchinoski che manda in porta Lualdi. Diagonale a colpo sicuro che termina però largo rispetto al montante. Gli uomini di Malandri hanno l’occasione per rientrare in partita all’85’ quando Abouzziane va a premiare l’inserimento di Perlaza, che dal cuore dell’area non riesce a coordinarsi con efficacia. Termina dunque col meritato successo del Tre Fiori, il derby di Fiorentino: i finalisti della passata edizione attendono la vincente di Juvenes-Dogana-Pennarossa.

Medesimo risultato nei 180’ anche nella sfida tra San Giovanni e Domagnano, che premia questi ultimi col punteggio complessivo di 3-1. A differenza dell’incontro del Federico Crescentini, però, a Montecchio il rischio supplementari è stato concreto in più di un’occasione. Lupi più preoccupati a non disperdere il vantaggio di misura ottenuto all’andata, anziché andare alla ricerca del gol sicurezza: alla fine saranno premiati. Prima opportunità per Fancellu che, dopo un bel velo, riceve da Gaiani e calcia a giro dalla distanza, sfiorando il palo di De Angelis. Lo stesso Gaiani poi ci prova alla mezz’ora da dentro l’area, calciando letteralmente addosso a De Angelis. Il San Giovanni dà l’idea di poter essere sempre pericoloso, ma vuoi per difetti di mira o di scelta, gli uomini di Tognacci non riescono a costruire vere e proprie palle gol nella prima frazione.

Diverso il discorso nella ripresa, dove la prima occasione è comunque giallorossa con Nicolò Angelini che riceve al limite da Nanni e spara di prima col destro, spedendo di poco a lato il suo violento diagonale. Ben più ghiotta la palla del potenziale vantaggio rossonero, con Strologo a pescare l’inserimento di Paoloni che arriva a calciare dal limite dell’area piccola, trovando il riflesso di Colonna che mantiene inalterato il vantaggio di un gol maturato nella sfida di andata a favore del Domagnano. Il San Giovanni protesta poi per il contatto tra Ugolini e Brighi a metà ripresa, ma Avoni lascia proseguire. I ragazzi di Tognacci presidiano la metà campo avversaria, senza riuscire a produrre il colpo ferale: incredibile il salvataggio di Colonna al 78’, quando il retropassaggio di Parma aveva mandato in porta Mema. Il portiere del Domagnano è il grande protagonista della ripresa e dove non può lui, c’è l’imprecisione avversaria. Così al 79’, quando l’angolo corto di Magnani sorprese la distratta retroguardia giallorossa. Immediato il cross per il neoentrato Montebelli che fa da torre per De Biagi, il quale spedisce alto da pochi passi.

Il Domagnano prova a scuotersi con Parma, che all’81 ci prova dalla distanza chiamando De Angelis alla bella parata in angolo. Ma è il San Giovanni, spinto dalla necessità di vincere, a provarci con più convinzione. Mema regala un sussulto all’89’, quando sfida l’ammonito Parma per entrare in area e calciare forte sul primo palo: presa a terra sicura di Colonna, che la tiene lì tra i complimenti dei compagni e i sospiri della panchina. Nel finale saltano ovviamente tutti gli schemi e Gabellini ha la palla della qualificazione sul destro, ma la sua sforbiciata finisce alle stelle. Saprà rifarsi un attimo dopo l’attaccante subentrato, quando il tracciante di Nicolò Angelini gli spiana la strada all’uno contro uno con De Angelis: destro rasoterra di pura freddezza che vale la qualificazione ai quarti di finale con la vincente di Tre Penne-Cosmos.

TRE FIORI
A. Simoncini, Della Valle (dal 59’ Lualdi), De Lucia, D. Simoncini (dall’89’ Astolfi), Cuzzilla, Censoni, Adami
Martins (dal 75’ Giampetruzzi), D’Addario, Dolcini, Gjurchinoski (dall’89’ Ciccione), Zoumbare (dal 59’ Pollino)
A disposizione: Castagnoli, Tamagnini
Allenatore: Matteo Cecchetti
FIORENTINO
Bianchi, Paglialonga, Baizan, Filippi, Colonna (dall’88’ Muccioli), Colagiovanni, Calzolari (dal 46’
Becchimanzi), Mastrota (dal 68’ Borgagni), Perlaza, Michelotti (dal 38’ Ghamdaoui, dall’88’ Terenzi),
Abouzziane
A disposizione: Berardi, Molinari
Allenatore: Enrico Malandri
Arbitro: Alessandro Vandi
Assistenti: Ernesto Cristiano e Fabrizio Morisco
Quarto ufficiale: Andrea Piccoli
Marcatori: 15’ Gjurchinoski, 57’ D. Simoncini
Ammoniti: D. Simoncini, Abouzziane

SAN GIOVANNI
De Angelis, Paoloni, Senja (dall’84’ Matteoni), Conti, De Biagi, Tommasi (dall’84’ Grechi), Magnani, Strologo,
Cecchetti (dal 73’ Montebelli), Mema, Ugolini
A disposizione: Tangari, L. Angelini
Allenatore: Marco Tognacci
DOMAGNANO
Colonna, Nanni, Faetanini (dal 73’ Parma), Olivieri, G. Rossi, Morena (dall’87’ Pecci), Bacchiocchi, Brighi (dal
73’ Gabellini), Fancellu (dal 59’ Ceccaroli), Gaiani, N. Angelini
A disposizione: Leadini, Averhoff, Ottaviani
Allenatore: Massimo Mancini
Arbitro: Marco Avoni
Assistenti: Francesco Mineo ed Alfonso Gallo
Quarto ufficiale: Luca Tura
Marcatori: 90’+3’ Gabellini
Ammoniti: Cecchetti, Fancellu, Ugolini, Senja, Parma, Matteoni

FSGC | Ufficio Stampa

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
booked.net