Indietro
giovedì 21 ottobre 2021
menu
I convocati

Rimini-Prato, Gaburro alla vigilia: "sarà fondamentale l'aspetto mentale"

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
sab 18 set 2021 11:50 ~ ultimo agg. 19 set 13:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si inizia a fare sul serio. In questo fine settimana scatta il campionato di Serie D. Il Rimini nella prima giornata affronterà, davanti al pubblico amico, una squadra ambiziosa, al pari dei biancorossi: il Prato.

La vigilia del tecnico della Rimini Calcio, Marco Gaburro.

La conferenza stampa è stata trasmessa in diretta su Icaroplay.it e sulle pagine Facebook Icaro Sport e Rimini Football Club.

Finalmente si parte. “Non vediamo l’ora, come penso tutte le squadre del girone perché è stata stranamente una preparazione più lunga degli altri anni – attacca Gaburro -. Noi non abbiamo avuto neanche la Coppa Italia. Quaranta giorni abbondanti di preparazione è da un po’ di anni che non mi capitava di poterli fare. Da un punto emotivo manca però la competizione. Si inizia”.

Subito una concorrente diretta per la vittoria finale come il Prato. “Più che subito Prato sarà subito impegnativo perché la Coppa Italia subito dopo la prima di campionato (mercoledì i biancorossi ospiteranno il Progresso al “Romeo Neri” per il primo turno, ndr) rende impegnativo perché si passa da una testa di preparazione a una testa da competizione con ritmo serrato, e ci dobbiamo far trovare pronti”.

Come vede il suo Rimini? “Questa è l’incognita più grande: posso dire di aver visto una squadra molto concentrata e consapevole dell’impatto con la stagione. Ma ovviamente bisogna andare sul campo e non solo dirlo a parole. Sappiamo che sarà l’inizio di una partita importante e soprattutto l’inizio di una stagione lunga. L’approccio è non avere fretta subito, ma verificarsi dal punto di vista mentale: andare a cercare compattezza, mentalità. Perché al di là dell’importanza del singolo evento sappiamo che inizia un percorso lungo e intenso. Quindi la verifica mentale credo sia la prima da fare”.

Le sue sensazioni? “L’effetto è frutto anche di un confronto con altri, con gli avversari. La mia sensazione è quella di una squadra che ha trovato un 70 minuti su 90. Come starà fisicamente? Bisogna trasformare la gamba reattiva in una testa reattiva”.

Ha dubbi sulla formazione iniziale? “No. Abbiamo una rosa molto competitiva e ampia e, l’ho spiegato anche ai ragazzi stamattina, nella quale la differenza tra chi gioca e chi non gioca è molto sottile. Questo non vuol dire che arrivi alla partita con dei dubbi. Vedo la partita una cosa che va oltre il lavoro di una settimana. Con i cinque cambi le partite spesso poi cambiano. Sono contento di avere più giocatori che possano partire dall’inizio”.

C’è grande attesa attorno a questo Rimini. “Sicuramente le aspettative all’inizio sono alte da parte di tutti. La parola che userei è curiosità, anche da parte nostra”.

Sul Prato. “Il Prato è una di quelle squadre che si possono mettere nel lotto delle squadre che si possono mettere davanti. Il lotto è ampio: ho sentito il parere degli addetti ai lavori e delle società stesse. In questo lotto ci sono 6-7 squadre. Mi aspetto una squadra che venga a giocarsi la partita a viso aperto, con una buona aggressività e un buon giro di palla. Magari qualche elemento è arrivato solo nell’ultima settimana o nella penultima, ma non è detto che questo incida sulla gara”.

Vede qualche squadra particolarmente favorita? “Io non so in base a quali elementi si possa dire in questo momento che una squadra possa essere più favorita rispetto alle altre. Io parlo di un lotto di squadre che o per propria ammissione o per quanto detto dagli addetti ai lavori possono arrivare davanti. Penso che occorra attendere le prime sei-sette partite per farsi un’idea più chiara. Il girone a venti squadre prevede poi tante partite. Adesso abbiamo indicazioni che lasciano il tempo che trovano”.

Assenti i lungodegenti Arlotti, Barbatosta e Mengucci, e Kamara. “Oltre ai tre assenti di lungo corso domani non ci sarà Kamara. Gli altri sono tutti recuperati”.

Qual è la condizione dell’ultimo colpo di mercato: Piscitella? “Nelle gambe ha anche 90 minuti, dipende come. Al cento percento può avere una mezzora, venti minuti. Non vi do la formazione. L’ho visto abbastanza brillante”.

Quali sono i punti di forza del Rimini? “I nostri punti forti sono parecchi perché secondo me la rosa è molto competitiva. Stiamo parlando di speranza perché non avendo fatto partite ufficiali posso parlare solo di sensazioni. Però è una squadra che ha ottime qualità difensive, perché ha una buona struttura di base e ha trovato compattezza, e ha tanti colpi per poter interpretare la fase offensiva anche in maniere diverse perché secondo me la Serie D richiede chiavi di lettura diverse nei diversi momenti della stagione. Abbiamo più giocatori bravi, alcuni a fare delle cose altri altre. In questo momento la cosa più importante è il discorso mentale: spero che siamo tutti sul pezzo perché è quello che ho detto ai ragazzi giovedì mattina e la prima che ho detto a voi oggi. È fondamentale farsi trovare pronti mentalmente a quello che è l’impatto con l’avversario e con la stagione”.

Lo schema di gioco sarà sempre il 4-3-3? “Finora abbiamo provato sempre 4-3-3, ma proviamo durante l’allenamento anche situazioni diverse. Non credo nei moduli statici, per come giochiamo noi il nostro 4-3-3 può diventare tante cose durante la partita”.

In avanti giocherà con tre over? “Per me sono tre prime punte, possono giocare insieme. Mencagli è un giocatore che abbiamo provato già da esterno, ma lo può fare. Va detto che lo abbiamo provato in questa situazione in un momento in cui avevamo un buco per l’infortunio di Arlotti, poi è arrivato Piscitella, che è più esterno”.

Dove impiegherà gli under? “I principali under sono sui terzini, in porta e a centrocampo. Sappiamo che possiamo utilizzare un centrale difensivo del 2000 e Pecci, varianti che ci permettono di non essere troppo legati allo schema base”.

LA PRIMA GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D

I CONVOCATI IN CASA RIMINI FC
PORTIERI: MARIETTA, PIRETRO
DIFENSORI: BERGHI, CARBONI, CONTESSA, CUCCATO, HAVERI, LO DUCA, PANELLI, PIETRANGELI
CENTROCAMPISTI: ANDREIS, APREA, GRESELIN, ISAIA, PARI, SEMPRINI, TANASA, TONELLI,
ATTACCANTI: FERRARA, GABBIANELLI, GERMINALE, MENCAGLI, PECCI, PISCITELLA, TOMASSINI

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO