Indietro
sabato 23 ottobre 2021
menu
Futsal

La Nazionale chiude con due perle di Busignani e Cecchini, ma non bastano

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 5 set 2021 20:27 ~ ultimo agg. 6 set 08:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella terza e ultima gara la Nazionale di San Marino trova i primi due gol nel girone di Poreč – entrambi di pregevolissima fattura – ma non riesce a portare a casa i tre punti che le avrebbero permesso di accedere agli spareggi odierni. Montenegro la vince nella seconda parte della ripresa dopo che la Nazionale di Osimani era riuscita a ribaltare lo svantaggio del primo tempo grazie a due gemme di Busignani e Cecchini.

Lasciarsi subito alle spalle l’amarezza della sfida con Malta è la prima consegna dei Titani, che partono forte anche se il Montenegro resiste bene alla sfuriata iniziale degli avversari, riuscendo anzi a ribattere con gli interessi. A neanche 2’ dal via, infatti, la pressione di Tafic è efficace, e sulla rifinitura dello stesso 14, Lolovic può andare al tiro da posizione ravvicinata, piazzando il pallone dove Protti non può replicare. San Marino esce comunque alla distanza, affidandosi prima ai contropiede e poi alzando progressivamente il raggio d’azione, pur al netto di qualche sbavatura. Protti deve salvare su Vukcevic al 4’, ma in generale la crescita biancoazzurra procede, e al 7’, da una traccia perfetta di Busignani per Stolfi, origina la prima vera occasione della squadra di Osimani, anche se il capitano sammarinese non trova il pertugio per servire sul secondo palo Menghi, dando modo alla difesa montenegrina di salvarsi.

Non che la squadra di Ljesar accetti di subire passivamente i progressi avversari. Anzi, la sfida si fa molto vivace e viaggia su transizioni continue, non sempre con la necessaria precisione nell’ultima giocata da ambo le parti, ma comunque su ritmi progressivamente più elevati. Montenegro torna pericolosissimo con Ljeskovic servito da Lolovic: ottima la posizione del numero 10 in maglia rossa, che però sbaglia la misura del diagonale. Qualche minuto dopo, Vlaovic viene contrastato da Toccaceli sulla linea di porta: l’11 sammarinese è semplicemente provvidenziale nel salvare quello che sarebbe stato un facile appoggio in rete. San Marino resta comunque vivo sul fronte opposto, e al 12’ trova il pareggio con un siluro di Busignani su angolo battuto da Stolfi e propiziato dalla pressione di Ercolani: palla direttamente nel ‘7’, senza possibilità di risposta da parte dell’estremo avversario Knezevic. La replica della Selezione montenegrina è immediata: Mijuskovic individua libero sul secondo palo Tafic, che apre il piatto con il baricentro malmesso: il risultato è un pallone altissimo, a vanificare una circostanza più che propizia per dinamica e posizione di tiro.

La Nazionale del Titano alza il grado di aggressività (ammoniti Ercolani e Moretti) ma anche quello dell’attenzione. Viceversa, ora sono i montenegrini ad accusare qualche calo di tensione. Al 16’ Knezevic abbranca la palla su chiaro retropassaggio di Pauletic. Punizione dal limite, della cui battuta si incarica Busignani: il 9 sammarinese ci mette soprattutto potenza, sbattendo su un Knezevic bravo a riscattare il proprio errore. Si arriva ai minuti conclusivi di frazione. Protti deve salvare su Lolovic, uno dei più ispirati in casa montenegrina, mentre dall’altra parte Cecchini si inventa la ‘Giocata del Giorno’ – così ufficialmente definita dagli stessi organizzatori del torneo – portando la Nazionale sul 2-1 al riposo: palla lunga per il pivot classe 2002, gran difesa della palla e girata mancina e sfera incastonata nel ‘7’ più lontano; a Knezevic non resta altro da fare che osservare.

Avvio di ripresa con il Montenegro arrembante. Al 2’ Protti deve intervenire su Tafic, rapido a girarsi e concludere. Ma sull’altro fronte la pronta replica biancoazzurra arriva su schema da laterale: Toccaceli cambia lato per un solissimo Busignani, che va di prima sbattendo sull’uscita di Knezevic. È buono il momento per San Marino, che poco dopo torna pericoloso sull’asse Busignani-Stolfi: il capitano probabilmente non si aspettava il pallone potente del compagno – nelle intenzioni un tiro, per la verità – e sottomisura non trova la deviazione vincente. Montenegro prova ad alzare il ritmo senza impensierire particolarmente i Titani, bravi ad attende il momento propizio per involarsi in contropiede. Busignani ha due volte sul piede la ripartenza del 3-1: in entrambi i casi l’universale biancoazzurro viene rimontato all’ultimo, anche con il sospetto di un fallo che avrebbe potuto portare serie conseguenze in casa montenegrina. Alla metà di frazione la squadra di Ljesar arriva al pareggio sfruttando una pregevolissima triangolazione fra Lolovic e Ljeskovic, con il secondo che poi è bravo a piazzare il pallone là dove Protti non può opporsi.

Busignani torna pericoloso in contropiede, ma anche stavolta a salire sugli scudi è il portiere Knezevic, bravissimo a chiudergli lo specchio nell’uno contro uno. La pressione crescente da parte del Montenegro frutta a quest’ultimo anche la rete del sorpasso, che matura su una bella imbucata per Lolovic, rapidissimo a girarsi e a battere Protti per il punto della doppietta personale. Mancano 2’ alla fine e per Roberto Osimani arriva il momento del portiere di movimento. La maglia gialla va sulla schiena di Cecchini, che a poco dalla fine ha sul piede il pallone del pareggio dopo un giro palla sfiancante da parte dei Titani: è il palo a negare al giovanissimo 14 biancoazzurro 3-3 e doppietta. Continuando a cercare il pareggio con cinque uomini nella metà campo avversaria, San
Marino commette un errore nel giro palla e incassa la rete del 4-2: è Petrusic a firmare il punto della sicurezza direttamente dalla propria metà campo. Nel finale, Busignani esagera nella pressione su Vukcevic e si prende il secondo giallo di giornata.

San Marino chiude in quarta posizione e dunque si vede costretta a lasciare Poreč senza prendere parte agli spareggi della domenica.

Futsal Week Summer Cup, MD3 | Montenegro – San Marino 4-2

MONTENEGRO: Knezevic, Popovic, Petrusic, Vlaovic, Labovic, Pauletic, Fici, Koprivica, Mijuskovic, Vukcevic, Ljeskovic, Lolovic, Tafic, Vlaovic. Allenatore: Sveto Ljesar.

SAN MARINO: Protti, Cecchetti, Belloni, Busignani, Cavalli, Cecchini, Ercolani, Menghi, Moretti, Rossi, Sensoli, Stolfi, Toccaceli, Zafferani. Allenatore: Roberto Osimani.

Arbitro 1: Arrtu Kyynarainen.
Arbitro 2: Giulio Colombin.
Timekeeper: Kiril Naishouler.

Ammoniti: Ercolani, Moretti, Busignani, Vukcevic, Zafferani.

Espulso: Busignani (doppio giallo).

Marcatori: 2’ e 38’ Lolovic, 12’ Busignani, 19’ Cecchini, 30’ Ljeskovic, 40’ Petrusic.

FSGC | Ufficio Stampa