Indietro
mercoledì 1 dicembre 2021
menu
Uefa Europa Conference League

La Fiorita-Birkirkara 1-1. Il secondo pari nelle Coppe Europee non basta ai titani

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 16 lug 2021 01:21 ~ ultimo agg. 01:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

LA FIORITA -BIRKIRKARA 1-1

IL TABELLINO
LA FIORITA (4-3-3): Vivan; Pedrelli, Brighi, Di Maio, Gradoni; Mularoni (20’st Guidi), Errico, Amati (31’st Loiodice); Lago (26’st Zafferani), Prandelli, Rinaldi (31’st Bardeggia). A disp.: Venturini, Perrotta, Santi. All.: Berardi.

BIRKIRKARA (3-5-2): Fernandes; Carniello, Pepe, Bonanni (46’st Bezzina); Attard, Yankam, Venancio, Briffa (dal 40’st Scicluna), Zammit; Falcone, Montebello. A disp.: Sylla, Cini, Farrugia, Borg, Friggieri, Valletta, Micallef. All.: Paus.

ARBITRO: Hamiti (ALB).

RETI: 8’ st Montebello, 12’ st Yankam (aut.).

AMMONITI: Pepe, Carniello, Rinaldi, Di Maio, Montebello.

CRONACA E COMMENTO
La Fiorita centra il secondo pareggio della sua storia nelle competizioni europee, ma il pareggio maturato al San Marino Stadium nella sfida di ritorno di Uefa Conference League ha un sapore quanto mai amaro. Nei 180 minuti giocati contro il Birkirkara pesa il primo quarto d’ora della gara d’andata, l’unico momento in cui i gialloblù hanno realmente sofferto. L’1-1 della gara di ritorno è un risultato che va stretto ai gialloblù, grandi dominatori nel secondo tempo e fermati solo dalla sfortuna.

È buona la partenza della squadra di Berardi che si mostra subito aggressiva in fase offensiva e attenta a non concedere nulla agli avversari. È un attento Vivan a tenere aperte le possibilità di passaggio del turno dei gialloblù al 10’. È ancora Yankam, autore del gol decisivo dell’andata, a creare il primo pericolo del match, ma l’incornata sul cross di Briffa viene sventata dal portiere gialloblù. È invece Rinaldi ad accendere gli entusiasmi al 21’: lancio lungo di Pedrelli dalle retrovie, colpo di testa del capitano de La Fiorita che fa sfilare la sfera a pochi centimetri dal palo. Occasione importante per i gialloblù anche al 32’: Amati recupera palla fuori dall’area ed esplode il tiro che sfiora la traversa. La prima frazione si chiude a reti inviolate.

Pericolo in avvio di secondo tempo per i gialloblù, che devono ringraziare il salvataggio miracoloso di Prandelli sulla linea che disinnesca l’incornata di Montebello. Montebello riesce però a sbloccare il risultato cinque minuti più tardi, finalizzando un’azione sulla sinistra. Sembra il gol destinato a porre finire alle speranze dei gialloblù, ma dopo soli tre minuti, da una mischia su punizione laterale, arriva la rete del pareggio che vede protagonista Di Maio, con la deviazione decisiva di Yankam. Il ritrovato pareggio ridona fiducia ai gialloblù che escono alla grande nel secondo tempo. Al 15’ Lago si porta in ottima posizione, ma viene chiuso da Pepe. Al 31’ Pedrelli riceve palla sulla destra, salta un difensore e prova il sinistro sul primo palo che colpisce l’esterno della rete. Un minuto più tardi è il neoentrato Zafferani a concludere di poco a lato dalla distanza. L’ultimo quarto d’ora è un assedio dei gialloblù alla ricerca del gol che aprirebbe lo scenario dei supplementari. Ci prova ancora Di Maio, di esta, sul cross di Errico, para Fernandes. E’ un susseguirsi di mischie, in cui manca il rimpallo decisivo. Rimane solo Vivan a difendere la porta nell’ultimo minuto di recupero, ma il cuore gialloblù non basta.

La Fiorita centra il suo secondo pareggio nelle coppe europee, ma l’epilogo, come contro il Linfield, ancora non è quello sperato.