Indietro
domenica 1 agosto 2021
menu
Calcio Promozione Marche

Gabicce Gradara, capitan Sabattini: "Sono un veterano. Posso dire ancora la mia"

In foto: Alberto Sabattini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 15 lug 2021 17:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alla nona stagione al Gabicce Gradara, il capitano Alberto Sabattini è il veterano della squadra guidata da Massimo Scardovi. Ai primi giorni di agosto inizierà la preparazione che dal 16 sarà con allenamenti quotidiani in vista dell’avvio della stagione con la Coppa Italia prima (5 settembre) e col campionato poi (18 settembre). Si ritorna all’antico: saranno due i gironi di 18 squadre ciascuno.

“Non vedo l’ora di iniziare, il campo manca tremendamente a tutti noi – esclama Sabattini, è vero che ci siamo allenati con una tabella specifica in questi mesi negli spazi all’aperto sia sulla parte aerobica sia con allenamenti funzionali per la forza e resistenza alla forza, ma un’altra cosa è il lavoro collettivo sul campo e soprattutto con il pallone. Vogliamo ritornare a giocare e a divertirci. È quello che manca. Iniziare per tempo ci permetterà il prima possibile di smaltire la ruggine e allontanare in fretta le incognite legate al lungo stop e che coinvolgono ovviamente tutte le squadre soprattutto sotto l’aspetto fisico: la scorsa stagione è saltata, quella precedente è stata interrotta sul più bello”.

Il vostro obiettivo e le avversarie più pericolose?
“Vogliamo riprendere il cammino interrotto, c’è una sorta di discorso incompiuto. La cosa che auspichiamo tutti è che la stagione possa vedere la fine, questa volta. La nostra squadra ha dimostrato negli anni di valere la zona playoff e qualcosa di più, cercheremo di confermarci e se possibile di migliorarci. Quanto alle avversarie, il Montecchio è senza dubbio la favorita numero uno per il valore della rosa che sta costruendo. Parte col favore del pronostico”.

Come valuta la squadra?
“Gran parte del gruppo è lo stesso: hanno preso un’altra strada il portiere Celato e il centrocampista Bastianoni, due amici e bravi giocatori, però la società li ha sostituiti ottimamente con Azzolini e Serafini, due giocatori di talento ed esperienza che hanno militato anche in categoria superiori. Sono certo che sapranno integrarsi al meglio nella nostra famiglia. Cominciare con un gruppo coeso e soprattutto affiatato in campo, è un bel vantaggio che cercheremo di fare valere”.

Classe 1987, Sabattini è un veterano…
“Penso di poter dire ancora la mia, soprattutto se vedo all’opera certi ragazzini. Nel reparto difensivo non ci sono più Fulvi e Freducci, ma so che la società si sta muovendo per rinforzarlo numericamente. In questo campionato gli under sono importanti e quelli del Gabicce Gradara hanno dimostrato ampiamente il loro valore per cui li ritengo una certezza”.