Indietro
giovedì 2 dicembre 2021
menu
Basket Serie B

Francesco Bedetti ancora in maglia RivieraBanca Basket Rimini

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 22 lug 2021 18:01 ~ ultimo agg. 23 lug 11:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RivieraBanca Basket Rimini è lieta di annunciare – si legge in una nota – la permanenza in maglia RBR di Francesco Bedetti anche per la stagione 2021-2022, la quarta da giocatore biancorosso per lui.

Francesco è presente nel progetto fin dal primo giorno e la sua conferma, insieme a quelle di Rivali, Rinaldi, Mladenov e Scarponi (che lo scorso anno si allenava già con la Prima Squadra), si pone in continuità con il lavoro svolto nelle ultime tre stagioni caratterizzato da una forte identità, con l’obiettivo di aiutare i nuovi arrivati a tuffarsi fin da subito in questo fantastico progetto riminese.

Francesco è purtroppo reduce da una stagione molto sfortunata a causa di un problema al piede che gli ha costretto a saltare gran parte delle partite, ma è stato fatto un programma ad hoc per il suo recupero e siamo convinti che lo rivedremo sul parquet ai livelli delle prime due stagioni, 2018-2019 e 2019-2020, dove in entrambi i casi era risultato miglior marcatore della squadra.

“Sono cambiate tante cose quest’estate, sono carico come se fossi andato in una società nuova – si esprime così Francesco Bedetti -. Non che avessi bisogno di ulteriori stimoli perché li trovo sempre da solo, però è molto bello che l’ambizione qui a Rimini rimanga alta: l’allenatore è molto bravo e questo mi motiva tanto. Sono contento perché la Società ha creduto in me nonostante l’ultima stagione molto travagliata in cui ci sono stati vari problemi, ma penso di aver dimostrato il mio valore negli anni precedenti così come ho sempre riconosciuto quello di RBR e continuo a farlo: anno dopo anno hanno sempre alzato di più l’asticella e questo mi gasa.”

Qual è la sua attuale condizione fisica dopo i problemi al piede dell’ultima stagione?
“Ho seguito alla lettera tutte le indicazioni che i medici mi avevano dato nell’ottica di ripartire dopo ferragosto col campionato: ho rispettato le tempistiche senza fretta, ho fatto tutto quello che dovevo fare ed il piede lo sento bene. Sono molto propositivo e mi sto mantenendo in forma, poi vedrò meglio quando cominceranno allenamenti e partite.”

Come vede il suo ruolo all’interno della RBR 2021-2022 dopo i cambiamenti a guida tecnica e roster?
“Quando giochi in una squadra che vuole vincere ed ogni anno si alza il livello bisogna trovare il proprio ruolo, io fortunatamente sono uno che può fare più cose in campo e non ho nessun problema se devo difendere, giocare da 4, passare la palla ad un compagno in forma o prendermi più tiri; ovviamente poi sarà l’allenatore che mi dirà quello che c’è da fare in ogni singola partita. I giocatori che sono arrivati sono più grandi di me, hanno tutti fatto la categoria superiore e conoscono molto bene il basket; quello che posso dare io è la mia voglia di vincere, essere carico al 100% sia nei momenti positivi che negativi. L’importante quest’anno è creare un bel gruppo tra di noi, il resto verrà da sé perché i ragazzi nuovi sono tutti super giocatori.”

Due estati fa aveva dichiarato che il suo obiettivo era conquistare e giocare l’A2 con Rimini. Dopo due stagioni interrotte per Covid pensa che questo sia l’anno buono?
“Nella mia testa già due anni fa con l’aggiunta di Simoncelli avevamo creato una chimica ed un gruppo veramente incredibili, ai tempi dissi che non ero sicuro che le squadre volessero giocare contro di noi ai playoff perché eravamo molto rognosi. L’anno scorso eravamo ancora più forti e nei playoff si vedeva che si era trovata la giusta intesa, ogni anno siamo migliorati: speriamo in questa stagione di avere un po’ di fortuna dalla nostra. Personalmente m’interessa solamente stare bene fisicamente perché poi il resto viene da sé, la squadra è cresciuta perché l’allenatore nuovo è bravissimo e la Società sta facendo enormi sforzi sotto tutti i punti di visti per crescere al 100%: penso che ce la meritiamo, poi ovviamente sarà come sempre il campo a dare il verdetto definitivo. Dobbiamo lottare come tutti al di là del fatto che ci chiamiamo Rimini, ma allo stesso tempo ci vuole consapevolezza che l’obiettivo è sempre quello: due anni fa ho detto quella cosa lì e la ribadisco, voglio fare l’A2 con Rimini però per farla bisogna vincere la serie B.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport