Indietro
menu
fino al 5 settembre

Cabine! Cabine! A Villa Mussolini la storia della spiaggia riccionese

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 15 lug 2021 16:59 ~ ultimo agg. 19:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sembra di sentire l’odore salmastro, dei sardoncini grigliati, della voce del bagnino che dà il buongiorno e dice che il tempo sarà fantastico per tutta la settimana. Un pezzo di storia riccionese, quella che toccando il mare ne afferma l’identità più profonda è raccontata nella mostra Cabine Cabine, all’interno di Villa Mussolini. Nel giardino un bagnino, formato maxi, osserva l’orizzonte, con uno sguardo di speranza sul futuro, come fece tutta la città l’8 giugno del 64 dopo il devastante fortunale. La mostra sarà aperta tutte le sere, dalle 20 a mezzanotte, fino al 5 settembre e piano terra espone anche tutti i materiali raccolti fino ad ora per la candidatura all’Unesco della spiaggia di Riccione come patrimonio immateriale dell’umanità.

Cabine! Cabine! è il titolo di un saggio con cui Pier Vittorio Tondelli, nel 1990, ricordava il fascino letterario esercitato per decenni dalla riviera romagnola e, in particolare, dalle spiagge riccionesi. A più di trent’anni di distanza, mentre quelle stesse spiagge si candidano a diventare patrimonio Unesco, Riccione ospita una grande mostra fotografica sulla storia delle spiagge e dei loro protagonisti indiscussi: i bagnini, in un affascinante viaggio nella memoria balneare.

Il percorso della mostra parte non a caso dal 1964, anno in cui un terribile fortunale distrusse il litorale romagnolo e il generoso intervento di un gran numero di cittadini e turisti permise la
ricostruzione degli stabilimenti balneari e degli alberghi. Si prosegue poi nei decenni, con istantanee di fotografi che hanno fatto la storia di Riccione, come il mitico Epimaco “Pico” Zangheri, decano dei fotoreporter della riviera, per arrivare fino ai giorni nostri, con immagini che testimoniano l’evoluzione di un’offerta balneare sempre più sofisticata eppure capace di mantenere intatte le sue radici.

L’allestimento è completato da oggetti di scena inconfondibili – brandine, mosconi, ombrelloni – che ricreano l’atmosfera della spiaggia nella storica villa costruita nel 1890 lungo viale Milano, a due passi dal mare. Ideata e promossa da Cooperativa Bagnini Riccione e Cooperativa Bagnini Adriatica, la mostra è stata realizzata, in collaborazione con l’Associazione per la candidatura Unesco di Riccione e l’associazione Riccione Teatro

Cabine! Cabine! sarà circondata da una straordinaria isola di creatività, suoni, visioni e sapori. Negli ultimi due weekend di luglio e agosto, infatti, il giardino di Villa Mussolini ospiterà un’area con street food selezionati e Lo Smanèt, handmade market con originali oggetti di design (24-25 luglio, 31 luglio-1 agosto, 21-22 agosto, 28-29 agosto).

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
booked.net