Indietro
mercoledì 16 giugno 2021
menu
Play off Serie D

Rose&Crown Villanova Basket Tigers-Omega Basket 69-81

In foto: I Tigers ricevono gli applausi finali del pubblico in piedi (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 5 giu 2021 13:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rose&Crown Villanova Basket Tigers-Omega Basket 69-81 (18-20; 39-42; 62-65)

IL TABELLINO
Tigers: Tomasi 12, Buo D. 23, Bollini 10, Campidelli 4, Guiducci F. 7, Guiducci T. 9, Buo S. 4, Gnoli, DellaPasqua, Zannoni ne, Brolli ne, Rossi ne. All.: Evangelisti.

Omega Basket: Conidi 9, Tazzara 7, Ceccolini 17, Saccà 15, Bianchini 12, Musolesi 21; Gherardi, Espa, Zaccardin, Giannasi, Salsini ne; Goracci ne. All.: Espa, vice: Midulla.

CRONACA E COMMENTO
La prima vittoria è il ritorno del pubblico, sia pure in poche decine di unità. Ma altrettanti tifosi hanno seguito la partita all’esterno e sui social, sostenendo con affetto molto “rumoroso” Rose&Crown Tigers in Gara1 play-off.
Villanova si presenta senza Zannoni, in panca per onor di firma a incitare i compagni, e Bartolucci. Senza il capitano e miglior marcatore, con una squadra esperta come Omega c’è il rischio di deragliare, invece i Tigers tengono testa agli ospiti per tutta la gara, finendo sotto solo negli ultimi 5’. Ma il risultato non li condanna affatto.

Alla palla a due, Tomasi e Campidelli mettono a ferro e fuoco la difesa Omega, ma dopo 5’ Villanova concede già il bonus. D. Buo firma il 12-7, la tripla di T. Guiducci vale il 15-7. Ancora uno splendido D. Buo porta i padroni di casa sul 18-12, poi liberi su liberi regalano a Omega il 18-20.

Esce D. Buo per infortunio, e il 12 avversario, Bollini e Tomasi sono carichi di falli, con la bomba i felsinei vanno 18-31. Campidelli out per infortunio alla mano. I Tigers non ci stanno e la reazione è veemente: difesa super, rientra D. Buo e ne fa 6 a fila, T. Guiducci porta a -3 (28-31), il reverse del più giovane Buo, Simone, vale 30-31. D. Buo impatta di tripla (33-33), il fratello a 39-39. Un antisportivo cervellotico fischiato a Gnoli regala il 39-42 al riposo.

F. Guiducci bombarda e porta avanti i suoi 46-44, l’attacco è fluido, Bollini trova canestri da sotto, tre comete Omega fanno però traballare i padroni di casa ma Bollini, Buo e T. Guiducci non mollano: 62-65.

L’infortunio alla caviglia di D. Buo è una iattura, Omega alza la zona 3-2 a quasi 5’, e per Villanova ora è dura trovare la via del canestro. I giovanissimi Tigers però non demordono, Tomasi ce la mette tutta (68-74), Bollini da sotto non va e Omega allunga: 69-81.

IL DOPOGARA
“I ragazzi sono stati encomiabili, hanno risposto bene all’assenza del capitano, a livello mentale e di intensità – ammette coach Cristian Evangelisti –. Era l’unico modo per tenere testa ai bolognesi. Per buona parte il piano partita è stato ben eseguito, concedendo qualcosa solo nell’ultimo quarto, per la zona 3-2 alzata da Omega negli ultimi 5’. Uomo vs uomo avevamo ritmo, li facevamo correre. Si poteva limare qualcosa nel terzo periodo, qualche bomba ad esempio. Ma è stata una buona partita: bisogna applaudire questi ragazzi. Abbiamo peccato di inesperienza in qualche frangente (di fronte alla zona, dove si è decisa partita, ndr) ma è tutta esperienza che tornerà utile a questi 2004 e 2005. Senza polemica, dispiace l’arbitraggio: nei primi due periodi, con inerzia a nostra favore, Omega ha ricevuto una marea di fischiate per sospiri. Dei 18 punti dei primi 10’, 14 sono arrivate su tiro libero, per fischiate troppo generose. Non si perde mai per l’arbitraggio, sia chiaro; ma nell’economia della gara, i primi 20’ hanno pesato, con tanti nostri giocatori pieni di falli. Con una buona settimana di allenamenti, andiamo a giocarcela ad armi pari a Bologna”.