Indietro
giovedì 5 agosto 2021
menu
Play off Serie D

Omega Basket Bologna-Polisportiva Stella 76-69

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 20 giu 2021 10:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Omega Basket Bologna-Polisportiva Stella 76-69 (18-16,41-33,61-44)

IL TABELLINO
Omega Basket: Conidi 11, Gebrehiwot, Bianchini, Goracci, Ceccolini 14, Salsini 10, Bianchi ne, Tazzara 14, Espa, Saccà 19, Musolesi 8. All. Espa, Midulla.

Pol. Stella: Barabesi ne, Gori 2, Verni 2, Naccari 10, Pulvirenti 5, Ferrini 4, Accardo 11, Bryan 9, Campajola 4, Grandi 6, Frattarelli 16. All. Casoli, Padovani.

CRONACA E COMMENTO
Si gioca nel caldo pomeriggio bolognese in un impianto che ha visto giorni migliori.

La Stella è in emergenza, Rosario Cruz assente per motivi di lavoro (e scolastici), Gori con il polso destro (mano forte) bloccato da un bendaggio, Pulvirenti non al meglio negli appoggi, in compenso rientro di Accardo e, dopo 18 mesi, di Verni.

Quintetti di partenza Omega Conidi, Ceccolini, Tazzara, Saccà e Musolesi; Stella Frattarelli, Pulvirenti, Naccari, Campajola e Bryan.

Le informazioni ottenute da coach Casoli sugli avversari si rivelano esatte: Omega gioca praticamente con sei atleti (saranno quelli i soli a segnare), concede il tiro da fuori, ma, appena si mette piede in area, si entra nella “tonnara”.

È necessario segnare da fuori ed è quello che manca alla Stella questa sera, solo il 17% da tre (4 su 23), in compenso discreta precisione ai liberi 19 su 25.

Il divario nel punteggio aumenta con il passare dei minuti, Bryan ha difficoltà contro l’aggressività dei padroni di casa, spesso triplicato, viene sanzionato di due falli in attacco che ne limitano il minutaggio, solo 22 minuti in cui riesce comunque a raccogliere 8 rimbalzi, la sua uscita a 7′ dalla fine coincide con la massimo vantaggio per la squadra bolognese.

A questo punto forse i padroni di casa commettono l’errore di voler gestire la partita, coach Casoli ordina il press tutto campo con la massima intensità, mettendola sulla bagarre. Verni inizia a mettere pressione, poi il quintetto con Frattarelli, Pulvirenti, Ferrini, Naccari e Accardo che copre praticamente tutti i ruoli, 8 punti per lui nel finale con 2 su 3 dalla distanza ed una penetrazione.

L’ultimo quarto si chiude con un parziale di 25 a 15 per i riminesi, che esultano, mentre i “chiarimenti” nello spogliatoio di casa si sentono da lontano.

Oltre ad Accardo ed al rientro molto positivo di Verni, una menzione per Frattarelli, utilizzato spesso da playmaker, che ha disputato una buona partita, e per Gori che, visibilmente menomato, ha tenuto il campo, soprattutto in difesa, per 14 minuti.

Venerdì prossimo alle 21,30 il ritorno alla Stella che spera di avere al meglio tutti gli effettivi.

Notizie correlate
di Icaro Sport