Indietro
menu
Verso il voto

Elezioni. Coraggiosa: chiede trasparenza e responsabilità e punta su Gabrielli

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 10 giu 2021 13:20 ~ ultimo agg. 14:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo Europa Verde, tocca al coordinamento di Rimini Coraggiosa tornare a chiedere chiarezza e trasparenza nel percorso che porterà il centrosinistra alle amministrative. “E’ imprescindibile ed urgente – si legge in una nota – che ogni candidatura nasca da processi di partecipazione e dal coinvolgimento democratico di tutte le parti che si stanno impegnando in questa nuova fase politica della città.” Coraggiosa ribadisce anche “la validità della proposta di Nazzareno Gabrielli, in grado di unire ed allargare“.

La nota di Rimini Coraggiosa

Il coordinamento di Rimini Coraggiosa riunitosi ieri sera, mercoledì 9 giugno, conferma la necessità di un percorso chiaro che porterà alle amministrative, sia nei metodi che negli obiettivi.
Una chiarezza necessaria e che solo un vero percorso e decisioni democratiche possono garantire, non è questo forse il senso delle primarie per un partito o per scelte terze (candidato civico) per una coalizione?
E’ imprescindibile ed urgente che ogni candidatura nasca da processi di partecipazione e dal coinvolgimento democratico di tutte le parti che si stanno impegnando in questa nuova fase politica della città.
Per questo Rimini Coraggiosa conferma con forza la validità della proposta di Nazzareno Gabrielli, proposta in grado di unire ed allargare.
Quello di Gabrielli è un profilo in grado di attuare gli obiettivi di un programma che vede sostenere le persone sempre più impoverite con le loro difficoltà di vita quotidiana, le sofferenze delle famiglie, ma anche le aspirazioni e l’audacia dei giovani, giovani e donne con il loro protagonismo quali attori del nuovo sistema di sviluppo sociale, economico ed ecologico.
Si entra in una coalizione per convergere sui programmi e proporre persone rafforzate dalla scelta partecipata, condivisa e non divisiva.
Ecco questo dovrebbe essere il senso dell’impegno dello stare insieme nella costruzione di una campagna elettorale e questo è ciò che dovrebbe accadere anche a Rimini, come in altre città in prossimità del voto.