Indietro
giovedì 9 dicembre 2021
menu
Campionato Sammarinese

Un razzo di Gai spedisce il Tre Penne in orbita play off

In foto: ©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
gio 15 apr 2021 15:48 ~ ultimo agg. 16 apr 10:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I posticipi della tredicesima giornata di campionato portano in dote ulteriori verdetti, oltre a quelli maturati martedì sera e che hanno certificato il primo posto de La Fiorita in stagione regolare: i gialloblu occuperanno la testa di serie n. 1 nel tabellone play-off. Condizione di favore che spetterà anche ad altre tre squadre, che usciranno dal lotto composto da Libertas, Tre Penne, Folgore, Tre Fiori e Pennarossa. Fuori dai giochi il San Giovanni, che partirà dal Turno Preliminare.

L’aritmetica tiene in ballo ancora la Virtus, distante cinque punti dal quarto posto, ma con tre squadre più avanti in classifica. I neroverdi di Acquaviva erano in campo mercoledì sera contro il Tre Penne per inseguire un successo che avrebbe compattato ulteriormente la zona play-off. Al termine di un incontro piuttosto equilibrato l’ha spuntata la formazione di Stefano Ceci, che centra una vittoria determinante grazie alla prodezza di Nicola Gai. Il centrocampista biancoazzurro, a tempo scaduto, esplode un gran destro da 25 metri che spolvera l’incrocio dei pali alla sinistra di Stimac, incolpevole sull’episodio e decisivo una manciata di secondi prima nel negare la rete a Pieri.

Terzo successo nelle ultime quattro uscite per il Tre Penne, che tiene il passo delle migliori e risucchia la Libertas nella volata play-off. I granata, dopo il pareggio di martedì sera col San Giovanni, conservano ora due soli punti di vantaggio rispetto al quinto posto occupato dal Tre Fiori. Finisse oggi la regular season, i ragazzi di Cecchetti dovrebbero partire dal Turno Preliminare in virtù della sconfitta nello scontro diretto con la Folgore. Il che la dice lunga sull’importanza del successo in rimonta sul Cailungo, al termine di una partita che combattuta e nervosa, dove era stato proprio il Cailungo a passare in vantaggio. È stato infatti Mattia Urbinati a sbloccare l’incontro, trasformando un calcio di rigore poco dopo il quarto d’ora di gioco. Un Tre Fiori in versione Dottor Jekyll & Mister Hyde esce rigenerato dagli spogliatoi, trovando la via del pareggio nel primo minuto della ripresa grazie a Sartori. Cambia così l’inerzia in campo, che porta i gialloblu a ribaltare e chiudere la partita grazie alle stoccate di Bordon e Domini.

Resta in scia play-off anche il Pennarossa di Andy Selva, che infligge la settima sconfitta consecutiva al Cosmos. La formazione di Cristian Protti è ora matematicamente fuori da ogni logica di post season, risultando per il club di Serravalle irraggiungibile anche il dodicesimo posto. Biancorossi avanti in avvio con Halilaj, poi ripresi da Nicola Zafferani a metà della prima frazione di gioco. A regalare tre preziosissimi punti alla compagine di Chiesanuova è Adami Martins, che il 68’ sigla la rete della vittoria.

Detto della corsa ai Play-off, i risultati dell’infrasettimanale hanno delineato con maggiore chiarezza anche la situazione al limitare della dodicesima posizione – l’ultima utile per accedere al Turno Preliminare –. Per garantirsi un posto al di là della regular season, basterà un punto alla Juvenes-Dogana che nel prossimo turno incrocerà il Cosmos, la cui stagione è di fatto terminata ieri sera. Derby esclusivamente determinante per la Juvenes-Dogana, dunque, che in caso di sconfitta potrebbe complicarsi non poco la vita, visto che l’ultima giornata metterà a confronto la squadra di Amati col Cailungo.

I rossoverdi sono ancora in corsa, nonostante i quattro punti di ritardo dal Domagnano. Non sarà un’impresa semplice rimontare un simile divario in due sole partite, ma il calendario legittima un tentativo. I Lupi dovranno affrontare Tre Penne e Folgore nei prossimi due week-end, ed entrambe andranno alla ricerca di punti play-off. Di contro, il Cailungo affronterà il Pennarossa, prima di chiudere con la Juvenes-Dogana. Con lo scontro diretto a favore (3-0 al Domagnano lo scorso 28 febbraio), la loro stagione non può certo dirsi conclusa.

Squadre che, al netto del Murata, torneranno in campo già sabato e domenica. Tra i quattro anticipi, occhi puntati su Cailungo-Pennarossa e Cosmos-Juvenes–Dogana. Come anticipato precedentemente, sono queste le due sfide che potrebbero decidere o rilanciare la corsa al dodicesimo posto. Sempre che il Domagnano – impegnato a Fiorentino col Tre Penne – non faccia propria la sfida, mettendo la parola fine alla rincorsa al Turno Preliminare.

Ad Acquaviva toccherà invece a Folgore e Fiorentino: nessuna necessità di classifica per i rossoblu, ormai certi di una posizione in post season, mentre il club di Falciano non può permettersi passi falsi a due partite dal termine.

Domenica il confronto tra San Giovanni e Faetano. Si tratterà dell’ultima uscita in regular season per gli uomini di Baffoni, attesi dal Turno Preliminare dei play-off. Obiettivo che solo l’aritmetica tiene ancora nel mirino degli avversari di giornata, distanti cinque punti dal dodicesimo posto con due partite da giocare.

Affidato a Marco Avoni il big match tra La Fiorita e Tre Fiori, in campo a Montecchio dalle 15:00. Il derby cromatico risulta di scarsa importanza ai fini della classifica per gli uomini di Nicola Berardi, già certi del primo posto in classifica. Diverso il discorso per il Tre Fiori, al momento fuori dalle prime quattro posizioni per via dello scontro diretto sfavorevole nei confronti della Folgore – con cui Bordon e compagni risultano appaiati a quota 23 punti –.

Chiude il palinsesto della penultima giornata Libertas-Virtus. Punti pesanti in palio per i granata che dopo il pareggio a reti inviolate nel derby col San Giovanni dovranno evitare di complicarsi ulteriormente la vita ai fini dell’approdo diretto ai play-off. Di contro, la squadra di Bizzotto è oramai certa della qualificazione al Turno Preliminare, nell’impossibilità di raggiungere la quarta piazza.

COSMOS: Batori, Zafferani, Lusini, A. Valentini (dall’65’ Senja), Ma. Camillini, Zonzini, Zaghini, G. Valentini (dall’84’ Sartini), Matteucci, Della Valle (dal 65’ Cervellini), Mema. A disposizione: Gregori, Mi. Camillini, Pari, Della Croce. Allenatore: Cristian Protti.

PENNAROSSA: Semprini, Alberighi, Martin, Adami Martins, Cola (dal 63’ Evaristi), Raffelli, Tomassini (dall’87’ Righi), Colagiovanni, Stefanelli (dal 36’ Ciacci), Halilaj (dall’87’ Souare), Sebastiani. A disposizione: Marconi, De Biagi, Conti. Allenatore: Andy Selva.

Arbitro: Elison Luci.
Assistenti: Alfonso Gallo e Giacomo Bianchini.
Quarto ufficiale: Gianluca Ceccarelli.

Marcatori: 7’ Halilaj, 23’ Zafferani, 68’ Adami Martins.

Ammoniti: Adami Martins, A. Valentini, Raffelli, Cervellini.

TRE FIORI: De Angelis, D. Simoncini, Gargiulo (dal 31’ Kalissa), Angelini, D’addario (dall’88’ G. Matteoni), Della Valle (dal 46’ Domini), Lunardini (dall’84’ Pracucci), N. Santoni, Dolcini (dal 46’ Vandi), Sartori, Bordon. A disposizione: A. Simoncini, Rea. Allenatore: Matteo Cecchetti.

CAILUNGO: Gallinetta, M. Rossi (dal 76’ Genghini), Iuzzolino (dal 76’ Vitali), Lepri, Tomassini, Carnesecchi, Zannoni, Diallo (dal 55’ A. Rossi), Ura (dal 55’ Cecchetti), Urbinati, D. Santoni (dal 61’ Tadzhybayev). A disposizione: La Monaca, S. Matteoni. Allenatore: Giorgio Rinaldi.

Arbitro: Raffaele Delvecchio.
Assistenti: Alessandro Salvatri e Laura Cordani.
Quarto ufficiale: Luca Zani.

Marcatori: 17’ rig. Urbinati, 46’ Sartori, 61’ Bordon, 70’ Domini.

Ammoniti: Dolcini, Tomassini, Angelini, Urbinati, Santoni, G. Matteoni.

VIRTUS: Stimac, D’Altri, Giacomoni, Maini, Ciacci, Alijahej (dal 46’ Ma. Battistini), Baiardi, Golinucci, Rigoni (dal 46’ Santucci), Brigliadori (dal 66’ Marigliano), Innocenti (dall’86’ Angeli). A disposizione: Paolini, Massari, Limouni. Allenatore: Luigi Bizzotto.

TRE PENNE: Lanzoni, Cesarini, Mi. Battistini, Patregnani, Lombardi, Genestreti, Sorrentino (dal 46’ Costantini), Chiaruzzi (dal 22’ Semprini), Pieri, Gai, Cibelli (dal 70’ Perrotta). A disposizione: Migani, Casadei, Mezzadri, Gasperoni. Allenatore: Stefano Ceci.

Arbitro: Mattia Andruccioli.
Assistenti: Laurentiu Ilie ed Ernesto Cristiano.
Quarto ufficiale: Cristiano Ascari.

Marcatore: 90’+2’ Gai.

Ammonito: D’Altri.

FSGC | Ufficio Stampa