Indietro
domenica 9 maggio 2021
menu
Basket

Nasce il "Premio Walter Bussolari", riservato ai migliori giovani italiani U22

In foto: Walter Bussolari
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 12 apr 2021 13:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’A.S.D. Basket Giardini Margherita Bologna, società affiliata da 40 anni alla Federazione Italiana Pallacanestro, istituisce il premio nazionale denominato “Walter Bussolari”, destinato all’atleta Under 22 che si è particolarmente messo in luce nella stagione sportiva 2020/2021.

Il premio, si vede file allegato, è patrocinato dalla Federazione Italiana Pallacanestro.

Il Premio sarà suddiviso in due categorie e precisamente:
a) Under 22 maschile
b) Under 22 femminile

La segnalazione delle candidature, possono essere effettuate esclusivamente da F.I.P. SSN, LBA, LNP, Lega Basket Femminile e C.N.A.

Le proprie segnalazioni/candidature, dovranno essere trasmesse, inviando una mail a 007855@spes.fip.it, entro e non oltre il 31 maggio 2021.

Una commissione formata da sette membri, tra i quali Virtus Pallacanestro, Fortitudo Pallacanestro, coach Stefano Michelini in rappresentanza della famiglia Bussolari e F.I.P., attribuirà i due premi.

I premi verranno consegnati, possibilmente, in una cerimonia pubblica da svolgersi presso il Playground Giardini Margherita di Bologna durante una serata del “39° Walter Bussolari Playground” (tra il 21 giugno ed il 22 luglio 2021).

Walter Bussolari era considerato il papà del Playground Giardini Margherita, ma nel mondo dei canestri era molto di più. Era stato segretario generale della Fortitudo all’inizio degli anni Ottanta ed era stato anche segretario del comitato regionale, quando il numero uno era il leggendario Bonetti. Poi direttore sportivo di Castel Maggiore, Stars, Medicina e Gira. Aveva lavorato in Virtus, nel corso di questo secolo, come dirigente responsabile del settore minibasket e negli ultimi anni aveva prestato la sua voce alla Fortitudo, grazie al suggerimento di un “suo” ex giocatore, Dante Anconetani, indossando i panni di speaker. Come “spalla” RAI di Stefano Michelini, ha attraversato, per molti anni, l’Italia in lungo ed in largo ed ha lasciato un bellissimo ricordo in tanti addetti ai lavori della nostra pallacanestro.