Indietro
lunedì 17 maggio 2021
menu
SERIE B OLDWILDWEST

RivieraBanca Basket Rimini-San Giobbe Basket rinviata

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 27 mar 2021 15:11 ~ ultimo agg. 28 mar 17:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rivierabanca Basket Rimini comunica che la partita contro San Giobbe Basket, prevista domani (domenica) alle ore 18:00 presso il PalaFlaminio, terza giornata del girone A del campionato di Serie B, è stata rinviata a data da destinarsi in seguito di positività al Covid emerse nella squadra avversaria: la AUSL competente ha disposto la quarantena per i giocatori ed è stata inviata comunicazione ufficiale a LNP.

Rivolgiamo i nostri migliori auguri di pronta guarigione a Chiusi – si legge sulla pagina Facebook di Rinascita Basket Rimini -.

Così il coach di RBR, Massimo Bernardi, dopo il rinvio della gara di domenica.

“Non c’era l’ufficialità, ma sapevamo già in maniera ufficiosa che Chiusi aveva un paio di giocatori positivi quindi che questa partita al 99% sarebbe stata rinviata – attacca Massimo Bernardi. È una buona cosa per noi perché abbiamo un estremo bisogno di allenarci: abbiamo lavorato venerdì, oggi, ci alleneremo anche domani, lunedì e martedì. Mercoledì per noi è come se fosse la domenica perciò il lavoro della squadra è in proiezione della partita di Imola: la squadra non è come un computer dove si pigia un bottone e le cose cominciano a funzionare, purtroppo il periodo di quarantena ed inattività ha pesato molto. Dobbiamo ritrovare ritmo, condizione dei nostri giocatori e sistema di gioco: abbiamo tanto bisogno di allenarci bene e mettere minuti di gioco nelle gambe. Questo rinvio arriva in un periodo utile perché erano troppe partite una vicina l’altra senza la condizione che la squadra deve avere, questa settimana è fondamentale per mettere energia nelle gambe e ritrovare il nostro sistema di gioco: senza energia non possiamo correre ed abbiamo visto che se non si corre contro le squadre toscane che sono aggressive si hanno delle difficoltà.”

Qual è la condizione fisica nel dettaglio della squadra dopo gli infortuni emersi contro Firenze?
“Su questo bisogna sentire chiaramente lo staff medico, Simoncelli ha subito un forte colpo al muscolo ed ha fatto lavoro differenziato sia ieri che oggi, continuerà a farlo domani e credo che lunedì possa riprendere gli allenamenti con la squadra. Per quanto riguarda Fumagalli sembra che per fortuna non sia niente di grave, è fermo fino a domani e poi lo si rivaluterà lunedì, mentre Bedetti sta finendo il suo periodo di messa a punto del piede. Ripeto, non è un computer, non si pigia un bottone e d’incanto si torna a lavorare come prima: a parte la condizione che dobbiamo mettere soprattutto nelle gambe di qualche giocatore, una volta ti manca un play, una volta un pivot. Mladenov è stato per due mesi fuori, sinceramente non credevo che mercoledì potesse fare una partita così incisiva, è stato molto bravo: gli equilibri non sono cose poco importanti, bisognerebbe lavorare per settimane continuamente per migliorare la squadra. Questo stiamo facendo, speriamo che sta settimana si vedano già i frutti del lavoro.”

L’ha colpita l’approccio delle prime due squadre toscane, molto aggressivo per tutta la partita?
“Sapevamo benissimo quali sono le caratteristiche di queste squadre, solo che noi in queste due partite non eravamo pronti: è molto semplice. Quarantena due settimane senza allenamenti facendo solo le scale di casa, per un atleta professionista non funziona così, non siamo giudicabili e dobbiamo lavorare. Mercoledì a Firenze i ragazzi sono stati bravi perché con la testa e la volontà hanno avuto una grandissima reazione e fatto una bellissima partita, peccato che non abbiamo portato a casa i due punti. Questo serve come esperienza e rabbia agonistica: bisogna fare le cose tutti insieme di squadra togliendo magari ognuno qualche individualismo per metterlo al servizio della squadra, ma se non provi e riprovi queste cose in allenamento fino allo sfinimento non si raggiunge la perfezione e competitività contro queste ottime squadre, aggressive e che ti mettono le mani addosso.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Icaro Sport
FOTO