Indietro
martedì 15 giugno 2021
menu
Basket B Femminile

La Ren-Auto si arrende al B.S.L. San Lazzaro solo alla fine (57-70)

In foto: OLYMPUS DIGITAL CAMERA
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 21 mar 2021 09:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

REN-AUTO-San Lazzaro 57-70 (15-18; 20-17; 15-17; 7-18), giocata sabato 20 marzo.

IL TABELLINO
REN-AUTO: Novelli 3, La Forgia 3, Duca E. 13, Pignieri 4, Duca N. 16, Farinello, Borsetti, Capucci 10, Lazzarini, Tiraferri 6, Gambetti 2. All. Rossi.

B.L.S. SAN LAZZARO: Conte 1, Melchioni 8, Cappellotto 16, Gatti 7, Ghigi 4, Talarico 5, Trombetti 7, Averto 1, Romagnoli 4, Zanetti 17, Viviani. All. Dalè.

Arbitri: Puliti di Rimini, Gaudenzi di Forlì.

CRONACA E COMMENTO
Esordio stagionale alla Carim per la Ren-Auto, che affronta in un match valido per la terza giornata del girone C del campionato di Serie B femminile il B.S.L. San Lazzaro: per le ospiti è la prima gara ufficiale in stagione, visti il rinvio in blocco della prima giornata e il successivo posticipo della gara con Forlì per la quarantena imposta alla Libertas.

Coach Pier Filippo Rossi recupera, seppur non in perfette condizioni, Novelli, uscita in anticipo dalla sfida con la Magika per un colpo alla coscia subito nel primo quarto, ma deve rinunciare a Palmisano e a Vlahova, vittima della probabile rottura del crociato.

Dopo la palla due il primo canestro dell’incontro lo segna Eleonora Duca in transizione da palla recuperata.
A 2’30” arriva il primo vantaggio ospite, ma un’altra transizione, finalizzata questa volta da Noemi Duca, riporta avanti la Ren-Auto. San Lazzaro è squadra molto fisica che gioca la palla dentro per le lunghe con buoni risultati e pressa immediatamente quando le rosanero devono rimettere la palla in gioco: le ospiti riescono a realizzare un piccolo break e si portano sull’ 8-13 a metà quarto. La seconda metà di frazione è dominata dagli errori: fioccano le perse e le infrazioni di passi da entrambe le parti e così lo scarto resta invariato fino all’ultimo minuto, 12-17.
Un canestro in transizione di Gambetti con un bel movimento in virata consente alla Ren-Auto di chiudere il quarto con un possesso di svantaggio, 15-18.

Eleonora Duca con due belle sospensioni, la seconda delle quali da dietro l’arco, porta avanti l’Happy, 20-19. San Lazzaro segna immediatamente il nuovo vantaggio, ma Capucci insacca da tre per il 23-21. La Ren-Auto lavora bene in difesa e riesce a battere il pressing con buona continuità: la partita è aperta e intensa, a metà quarto il tabellone dice 27-24. Le rosanero in questa fase hanno però qualcosa in più e in attacco trovano buone conclusioni girando bene la palla e variando la finalizzatrice: arriva così il massimo vantaggio, +6 sul 30-24. La reazione delle ospiti non si fa attendere: parziale di 6-0 e nuovo pareggio a 2’31” dal riposo lungo, 30-30. San Lazzaro torna avanti, ma un canestro di Tiraferri dal mezz’ angolo vale il nuovo vantaggio rosanero con 1′ sul cronometro, 34-33. Un libero di La Forgia e un canestro ospite fissano il punteggio sul 35-35 all’intervallo.

Il primo vantaggio del secondo tempo è di San Lazzaro che, grazie ad un tiro libero, si porta sul 35-36; Clara Capucci però attacca di forza per il 37-36. L’Happy sbaglia l’allungo e le ospiti sono brave ad approfittare della “cortesia”: parziale di 6-2 per il B.L.S. e 39-42 dopo 4′ nella frazione. Match in grande equilibrio, le squadre corrono molto ma difettano in lucidità: a 3′ dall’ultima pausa, dopo l’ennesima “tonnara”, Novelli vola in contropiede per il 44-43. Ogni volta che una squadra prova ad allungare l’altra immediatamente rientra e il punteggio resta in bilico. Ad 1′ dal termine del quarto Capucci subisce un fallo antisportivo, ma l’Happy non capitalizza e si resta sul 50-50. Dalla lunetta le ospiti trovano il mini-vantaggio all’ultima pausa, 50-52.

Eleonora Duca pareggia in apertura di frazione, poi per 2′ le squadre, comprensibilmente stanche, sbagliano di tutto e il punteggio non si muove. Ad uscire dalla siccità è San Lazzaro che trasforma in oro un paio di palloni vaganti per il 52-57 a 4′ dalla sirena. A metà quarto le ospiti toccano il massimo vantaggio, usando ancora una volta le lunghe e trasformando in contropiedi vincenti due passaggi intercettati: 53-64 a 4’37” dalla fine. Il B.L.S. non perde il controllo, amministra la cospicua dote per il tempo restante e porta a casa il referto rosa. Finale alla Carim: Ren-Auto- San Lazzaro 57-70.

«Sono contento perché il nostro obiettivo era fare meglio della partita con Castel San Pietro – spiega coach Rossi: non era difficile, ma per 32′ abbiamo giocato alla pari e trovato più volte il vantaggio contro una buona squadra, nonostante due assenze pesanti e le precarie condizioni di Giulia Novelli, che in una situazione normale non avrebbe giocato. Ho avuto ottime risposte dalle più giovani, Gambetti e Tiraferri, che hanno giocato a lungo e bene nelle fasi di equilibrio del match, a dimostrazione del buon lavoro che sta facendo la società sul vivaio. Nel complesso siamo ancora un po’ indietro di forma: non siamo nelle condizioni per giocare 40′ al meglio, ma l’intensità è stata quella giusta. Purtroppo in settimana abbiamo avuto la tegola di Vlahova, che ha concluso anzitempo la sua stagione».

La Ren-Auto tornerà in campo a Forlì sabato 27 marzo, alle ore 20.30, per il match con la Libertas Basket.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport