Indietro
menu
Il presidio di Start Romagna

Superiori: sotto controllo il rientro in classe

In foto: @newsrimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 18 gen 2021 17:54 ~ ultimo agg. 19 gen 10:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo il balletto di date, posticipi, ricorsi e annullamento dei rinvii, oggi le scuole superiori in Emilia Romagna hanno di nuovo ospitato lezioni in presenza. Un terreno che resta delicato ma che, rispetto ai mesi scorsi, vede una risposta più decisa soprattutto per il trasporto pubblico. Una delle situazioni più complesse era quella del polo scolastico della Colonnella, sede di diversi istituti: l’impatto dell’orario dell’uscita è stato gestito dal susseguirsi dei numerosi autobus.

Secondo il primo monitoraggio da parte della Provincia i mezzi, integrati di 47 unità ulteriori attivate per l’emergenza, sono risultati al di sopra delle necessità per garantire il trasporto in distanziamento al 50% della capienza.

Il personale di Start Romagna, presente in ogni sito presidiato dalla Provincia, ha garantito la verifica delle presenze su ogni autobus. Gli studenti, tutti con la mascherina, si sono comportati nel complesso con diligenza.

Situazione tranquilla, prosegue il resoconto, sia in entrata che in uscita dagli Istituti superiori della Provincia di Rimini, anche nell’orario di punta in tutte le scuole, intorno alle 13.00. I pochi casi di assembramento, verificatisi a Rimini in via Fada (polo della Colonnella), sono stati velocemente risolti grazie al rapido susseguirsi dei mezzi.

“Pur tenendo conto che siamo in una settimana di rodaggio – dichiara il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi e che il numero di studenti che sono andati oggi a scuola è stato oggettivamente ridotto rispetto alle previsioni, siamo soddisfatti di come sono andate le cose. Il sistema messo in campo per consentire il rientro in classe degli studenti delle superiori, dal potenziamento dei mezzi ai presidi alle fermate, grazie alla collaborazione di AMR e Start Romagna e anche al senso di responsabilità mostrato dai ragazzi, oggi ha funzionato. Il rientro a scuola degli studenti in presenza è possibile, occorrono un’organizzazione e un impegno costanti che noi, come si è visto oggi, possiamo garantire.”

Notizie correlate
Rischio 'cratere' nel centrosinistra

L'appello del Circolo PD Euterpe: no alle primarie

di Redazione