Indietro
lunedì 1 marzo 2021
menu
SERIE B OLDWILDWEST

RivieraBanca Basket Rimini-Andrea Costa Imola 90-78 dts, il dopogara di Bernardi

In foto: (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 17 gen 2021 23:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Questa volta l’overtime dice Rimini. RivieraBanca Basket Rimini torna alla vittoria dopo due sconfitte di fila. Lo fa nel derby con l’Andrea Costa Imola, ora raggiunta in classifica al secondo posto.

Il dopogara del tecnico di RBR, Massimo Bernardi.

Coach, è stato un bellissimo derby da vincere.
“I ragazzi hanno fatto un’impresa stratosferica, eravamo in condizioni non ottimali e penso si sia visto in alcuni momenti. Ringrazio Rivali perché è andato oltre alle previsioni oggettive, è stato bravissimo: ha guidato bene la squadra e fatto le giocate nel momento giusto. I ragazzi sono stati tutti bravi, abbiamo voluto vincere questa partita a tutti i costi contro la sfortuna, una squadra molto forte e qualche situazione penalizzante a livello di falli: nell’ultima azione dell’alley-oop c’era una piccola spinta a Mladenov, nonostante questo abbiamo vinto bene con un buon divario che è sempre cosa importante in un’eventuale differenza canestri finale.”

Il ritorno di Rivali, le ottime prestazioni di Moffa e Mladenov. Cosa l’ha più soddisfatta di questa partita?
“Mladenov e Moffa sono stati molto bravi così come lo sono stati tutti perché ognuno ha messo un mattone importante per la vittoria. Rivali è stato strepitoso data la sua condizione, un grosso ringraziamento anche al nostro capitano Rinaldi che ci ha indicato la strada per vincere la partita: si è tuffato come un leone sulle palle vaganti, preso rimbalzi, fatto 2/2 ai tiri liberi in un momento importante e preso sfondamenti. È stato veramente molto bravo.”

Qual è il bilancio al termine del girone di andata? Che previsioni ci sono per quello di ritorno?
“Secondo me non bisogna fare bilanci anche perché la nostra squadra è ingiudicabile non essendo mai stata al completo soprattutto nel ruolo di playmaker: abbiamo sempre dovuto giocare con un play solo e costringere Mladenov a spersonalizzarsi un po’ essendo un giocatore totalmente istintivo. Non siamo giudicabili dal punto di vista tecnico-tattico, ma sulla serietà del lavoro e del carattere: non siamo mai morti, reagiamo sempre. Questa è una bella risposta, speriamo di avere salute e playmaker nel futuro e di poter schierare la squadra al completo soprattutto in quel ruolo: abbiamo bisogno di Rivali e Simoncelli che dettino il ritmo del gioco.”

Ufficio Stampa
RivieraBanca Basket Rimini

Notizie correlate
Pallavolo Serie A Femminile

Ecco il girone della OMAG Consolini

di Icaro Sport   
di Roberto Bonfantini   
VIDEO