Indietro
martedì 24 novembre 2020
menu
FSGC

Verso San Marino-Gibilterra: rientrano Palazzi e Nanni, Berardi quasi

In foto: Ceccaroli (Foto ©FSGC/Pruccoli)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 13 nov 2020 19:46 ~ ultimo agg. 19:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Vigilia dell’ultima fatica dell’anno per la Nazionale di San Marino, sabato contrapposta a Gibilterra per il quarto impegno nel Gruppo D2 di UEFA Nations League 2020.

I Titani vogliono riscattare lo 0-1 dell’andata, forti di un’innegabile crescita in termini tecnici e tattici rispetto alla sfida di inizio settembre ai piedi della Rocca. Nonché di un secondo tempo nel quale i Biancoazzurri hanno dimostrare di meritare il pareggio, peccando di incisività in fase conclusiva.

Tornano a disposizione di Varrella anche Palazzi e Nanni. Il primo dopo aver ricevuto il via libera a seguito dell’isolamento fiduciario cui si era sottoposto dopo un caso di positività tra i compagni di club: i test cui si è sottoposto il difensore biancoazzurro hanno sempre dato esito negativo, è opportuno specificarlo. La punta del Cesena, che problemi di questo tenore non ne ha avuti, è intervenuto in conferenza stampa al fianco del proprio allenatore. Si è risolta nel pomeriggio la situazione legata a Filippo Berardi, lui invece positivo al Covid-19 un paio di settimane fa – così come tanti dei suoi compagni di club –. A seguito del tampone negativo al quale si è sottoposto mercoledì, l’attaccante biancoazzurro ha effettuato in serata un ulteriore test molecolare a Pagani. Per ovvi motivi non ha potuto prendere parte all’allenamento ufficiale delle 19:00, ma staff e compagni sono fiduciosi sulla sua presenza sabato con Gibilterra (calcio di inizio alle ore 15:00).

Si diceva della conferenza stampa prepartita, nel corso della quale Franco Varrella e Nicola Nanni hanno presentato l’incontro di domani con Gibilterra. Secondo la punta del Cesena: “Dobbiamo confermare la prestazione fornita in Liechtenstein, poi come andrà a finire lo scopriremo. Rispetto a settembre sarà una partita totalmente diversa, sia per una maggior consapevolezza nostra che per le condizioni in cui troveremo l’avversario. Sappiamo di poter fare bene, abbiamo avuto tempo di lavorare con continuità dopo mesi di inattività tra primavera ed estate scorsa e domani vogliamo ripartire da quanto fatto vedere a Vaduz. Il gol? Magari è la volta buona, ci spero e vogliamo farlo, così come ottenere un buon risultato”.

Sulla partita conclusiva del calendario internazionale di San Marino, Varrella sottolinea come abbia chiesto ai ragazzi: “Di non pensare agli avversari in quanto tali, ma di porsi l’obiettivo di migliorarsi – rispetto al Liechtenstein – nei vari duelli individuali in mezzo al campo. Se questa serie di partite nella partita dovesse andare nella maniera sperata, quello con Gibilterra potrebbe diventare un incontro interessante. Perché se è vero che loro non ci aspettavano così come ci hanno visti a Vaduz, è anche vero che non vivo dall’altra parte del mondo”.

Cambi in vista nello scacchiere tattico del Commissario Tecnico: “Rientrano diversi giocatori da impegni e motivazioni diverse (Palazzi, Nanni e Berardi, ndr), penso che rispetto alla sfida con la Lettonia quattro o cinque novità ci saranno”.

Curiosità legata alla partita di domani, è che sarà diretta da una quaterna tutta al femminile: le internazionali ucraine saranno coordinate da Kateryna Monzul, la quale si avvarrà della collaborazione di Oleksandra Ardasheva e Maryna Striletska in qualità di assistenti, Anastasiya Romanyuk come quarto ufficiale di gara.

Queste le convocazioni ufficiali di Franco Varrella:

FSGC | Ufficio Stampa