Indietro
martedì 20 ottobre 2020
menu
Calcio D

Lentigione-Rimini 1-1: cronaca, commento, video e gallery

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
dom 11 ott 2020 10:10 ~ ultimo agg. 12 ott 18:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

LENTIGIONE-RIMINI 1-1

Nella prima intensa settimana di campionato (tre partite in otto giorni) il Rimini sperimenta tutti i risultati: una vittoria, una sconfitta ed un pareggio. Per un totale di 4 punti che non possono certo soddisfare una squadra “condannata” ad essere assoluta protagonista. Nel giro di quattro giorni i biancorossi passano dal Real Forte Querceta (dallo scudetto che quasi clona quello dei blancos di Madrid) al Camp Nov, com’è stata ribattezzata l’Immergas Green Arena di Sorbolo Mezzani. Un nome che scimmiotta simpaticamente lo stadio del Barcellona. Ma il Rimini non è, ahinoi, nella Liga spagnola, né i campi in cui gioca sono paragonabili a quelli di due delle squadre più forti d’Europa. A Sorbolo la tribuna è stata costruita da poco, e per fortuna, altrimenti documentare e raccontare la partita con la pioggia caduta oggi sarebbe stata un’impresa davvero complicata. Mastronicola e i suoi ragazzi hanno parlato nel dopogara di un campo stretto e dai rimbalzi velenosi, complice la pioggia. E al tecnico non sono andati giù i tanti, troppi pericoli arrivati dai calci piazzati, sui quali sono arrivate sempre prima le teste degli avversari. Altro problema di queste prime giornate l’incapacità dei biancorossi di costruire trame pericolose. Il tiro di Vuthaj che ha regalato al Rimini il pareggio è stato uno dei pochi scagliati verso la porta di Cheli. È lecito attendersi di più, anche se non si può non tenere conto delle pesanti assenze (soprattutto in attacco) di questo avvio. Tre note positive si possono comunque rilevare: la prima è il risultato, perché non è facile riprendere una partita una volta sotto in qualunque categoria; la seconda è la conferma di Pecci, capace di cose egregie anche agendo spalle alla porta (splendido l’assist per il gol del pari); la terza è il gol di Vuthaj, che sblocca un giocatore che ha bisogno di ritrovare la giusta condizione fisica e mentale, ma dal grande potenziale.

IL TABELLINO
LENTIGIONE: 1 Cheli, 2 Dodi, 3 Agyemang (42′ st 19 Sanat), 4 Scalini, 5 Dall’Osso, 6 Tarantino (16′ st 14 Rossini), 7 Caprioni, 8 Martino, 9 Barranca, 10 Zagnoni, 11 Piccinini. A disp.: 12 Belli, 13 Galanti, 15 Carpio, 16 Galli, 17 Canrossi, 18 Bouhali, 20 Tozzi. All. Notari.

RIMINI: 1 Scotti, 4 Gigli, 5 Pupeschi, 6 Valeriani, 7 Simoncelli, 8 Nigretti (36′ st 20 Santarini), 21 Capicchioni (16′ st 3 Ceccarelli), 23 Ferrante, 24 Pecci (36′ st 28 Diop), 30 Ricciardi, 72 Vuthaj (26′ st 10 Ambrosini). A disp.: 12 Viscardi, 2 Grumo, 11 Massetti, 25 Nanni, 26 Pari. All. Mastronicola.

ARBITRO: Thomas Bonci di Pesaro.
ASSISTENTI: Gennaro Scafuri ed Alessio Mauriello entrambi di Reggio Emilia.

RETI: 19′ pt Caprioni (rig.), 25′ st Vuthaj.

AMMONITI: Valeriani, Nigretti, Ceccarelli.

NOTE. Corner: 4-4. 9′ st espulso dalla panchina il massofisioterapista del Rimini, Andrea Spadazzi.

I RISULTATI DELLA 3a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Terza partita in otto giorni per il Rimini, che dopo aver vinto il derby con il Forlì e aver perso a Massa con il Real Forte Querceta, va a far visita al Lentigione, che in classifica ha tre punti come i biancorossi. Si gioca all’Immergas Green Arena di Sorbolo Mezzani.

Mastronicola deve ancora fare a meno di Casolla, Rivi, Lombardi, Lugnan, Ronchi e Canalicchio. In attacco torna titolare Pecci, affiancato da Vuthaj, all’esordio dal primo minuto.

Padroni di casa in tenuta rossa, Rimini in blu.

La partita. Si gioca.
Al 6′ Pupeschi regala ai locali il primo corner della partita. Sugli sviluppi Zagnoni ci prova due volte, prima di testa (respinge Nigretti), poi di piede, sfera a fondo campo.
Al 9′ la sciabolata di Simoncelli non trova nessun compagno a centro area.
Al 12′ cross di Ricciardi e colpo di testa di Nigretti oltre la traversa.
Al 13′ rinvio veloce di Scotti, Vuthaj difende palla favorendo la battuta dal limite dell’area di Pecci, nessun problema per la porta di Cheli.
Al 17′ punizione dalla trequarti per i padroni di casa: Scalini mette in area, Zagnoni colpisce di testa e Valeriani para. Rigore e cartellino giallo per il giocatore biancorosso.
Sul dischetto si presenta Caprioni, che spiazza Scotti. 1-0 al 19′.
Al 26′ punizione per il Rimini: sul pallone Simoncelli e Ricciardi, calcia il secondo, sulla barriera.
Al 35′ Piccinini per Caprioni, che elude la guardia di Ferrante e spedisce fuori di poco.
Al 37′ secondo angolo per i locali: Barranca di testa a fondo campo.
Al 39′ Barranca dal limite spedisce a lato.
Al 42′ bella azione partendo dall’out di sinistra del Lentigione, Zagnoni va alla conclusione, sfera a fondo campo.
Adesso piove con più insistenza.
Al 44′ Agyemang va via a sinistra, il suo assist per Caprioni è però impreciso e l’occasione sfuma.
Al 45′ Ricciardi calcia una punizione sulla barriera, Valeriani riprende e calcia, diagonale a fondo campo.
Dopo un minuto di recupero si va all’intervallo con il Lentigione avanti 1-0.

Si gioca la ripresa. Al 4′ punizione di Scalini e colpo di testa di Tarantino, esterno della rete.
Al 7′ Pecci riceve spalle alla porta, si gira e trova lo spazio per il tiro, pallone fuori bersaglio.
All’8′ traversone insidioso degli emiliani dall’out di sinistra, Barranca e Piccinini si impappinano permettendo a Pupeschi di sventare, prima di essere colpito al volto. Il massofisioterapista del Rimini dice qualcosa di troppo all’arbitro e viene allontanato dalla panchina.
Al 13′ Scotti respinge il tiro di Barranca.
Al 14′ Simoncelli per Ricciardi, che serve Pecci, palla a Capicchioni, che slalomeggia in area e va alla battuta, il suo diagonale viene deviato con un pizzico di fortuna da Cheli a fondo campo. Primo corner della partita per i romagnoli. Sugli sviluppi Vuthaj gira a rete, Gigli non riesce a deviare sottomisura, l’azione continua, Vuthaj si coordina per la rovesciata e colpisce in testa Tarantino, costretto a lasciare il campo in barella. Al suo posto entra Rossini.
Al 23’ rinvio di Scotti, Dall’Osso di testa, Gigli, ostacolato, non riesce a intervenire, Barranca può presentarsi in area, Ferrante lo ferma, poi è l’arbitro a fermare Caprioni, su segnalazione del suo collaboratore, e ad assegnare un calcio di punizione al Rimini per il fallo subito in precedenza da Gigli.
Al 25′ il Rimini pareggia: rilancio di Scotti, sponda di Vuthaj, gran palla di Pecci per lo stesso Vuthaj, che di sinistro trafigge Cheli. 1-1.
Al 33′ Piccinini, contrastato, non può arrivare sul fendente da destra di Caprioni. I padroni di casa chiedono il rigore.
Al 35′ calcio da fermo di Scalini e incornata di Barranca, pallone a lato.
Al 38′ Piccinini per Barranca, che va alla conclusione da fuori, Scotti vola e respinge.
Al 44′ Barranca va via a due difensori biancorossi e può involarsi verso la porta di Scotti, opta per il lob dai 30 metri, alzando la mira.
Al 47′ ennesima punizione di Scalini: questa volta è Piccinini ad impattare, Scotti si salva.
Una manciata di secondi dopo Simoncelli perde palla nella trequarti difensiva, Piccinini tocca per Caprioni, che sbaglia il passaggio, il rinvio di Pupeschi colpisce Valeriani, Scotti mette in angolo. Per l’arbitro può bastare così. Arriva il triplice fischio, tra le proteste dei padroni di casa per non aver potuto calciare dalla bandierina.
Finisce 1-1. Nella prima settimana di campionato il Rimini ha provato tutte le emozioni: una vittoria, una sconfitta e un pareggio.

Le interviste del dopogara al link: https://www.newsrimini.it/2020/10/lentigione-rimini-1-1-il-dopogara/.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini