Indietro
mercoledì 23 settembre 2020
menu
Basket D

Altri due ruggiti dei Tigers: confermati l'esperto Panzeri e il giovane Bollini

In foto: Francesco Panzeri (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 29 lug 2020 18:01 ~ ultimo agg. 17:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I Villanova Tigers puntellano il roster. E lo fanno inserendo in squadra un importante mix di esperienza e gioventù, di maturità cestistica e di freschezza. La società biancoverde di Villa Verucchio, fresca di collaborazione con la Santarcangiolese, ai confermati Matteo Saccani (capitano) e Michele Rossi, alla novità Giacomo Zannoni, aggiunge ora l’ala piccola Francesco Panzeri e il centro Filippo Bollini.

Giocatore esperto, che ha calcato parquet in categorie superiori (giovanili a Rimini, poi Santarcangelo, Riccione e Cesena), “Panz” dopo due stagioni ai box è ritornato a giocare proprio ai Tigers. E il progetto biancoverde, ancora griffato Rose&Crown, lo ha convinto anche per questa stagione.

Classe 1984, 193 cm e ottima mano dalla distanza, “Panz” nell’inconsueto campionato scorso viaggiava a 10.4 punti a partita (sfiorando i 200 totali), con un best score di 24, senza mai far mancare l’apporto difensivo, uno dei suoi marchi di fabbrica.

Filippo Bollini è uno dei tanti prodotti del vivaio biancoverde. 19 anni, “Bollo” è un 2 metri che ha fatto tutta la trafila nelle giovanili biancoverdi fino ad approdare giovanissimo in prima squadra. In serie D, lo scorso anno ha messo a segno 69 punti (3,5 a gara, best score 9 a Bologna). Specie nella seconda parte della stagione aveva guadagnato minuti e catturato rimbalzi preziosi.

“Siamo onorati di avere ancora con noi Panzeri e Bollini – commenta il presidente Lorenzo Meluzzi -. Fanno parte del gruppo che ha vinto la Promozione, hanno entusiasmo da vendere e porteranno un mattone importante dentro e fuori dal campo”.

Di seguito, una breve intervista ad entrambi i giocatori.

Francesco Panzeri, sei alla terza stagione consecutiva nei Tigers. Sei uno dei senatori. Con quale spirito affronti questo campionato?
“Da esperto, spinto da tanta passione, con molta voglia di divertirmi e di stare con i compagni. Ora abito a Riccione e la strada si è allungata ma la voglia di stare con i Tigers è più forte della distanza: voglio continuare a giocare e a proseguire questa bellissima esperienza a Villa Verucchio”.

La squadra sta prendendo forma.
“Mi aspetto di disputare un campionato dalla parte sinistra della classifica vista la squadra che la società sta allestendo, grazie anche alla collaborazione con la Santarcangiolese. Sono già firmati ottimi giocatori e ragazzi intelligenti. È importante che i nuovi arrivi si mettano subito a disposizione del coach e del gruppo e che il gruppo li integri modo migliore. Nel basket si vince di squadra e la forza vera di Villa è la squadra, dall’ultimo della panchina al miglior realizzatore”.

Sei uno dei beniamini dei tifosi, ti dedicano tanti striscioni.
“Il pubblico a Villa è il sesto uomo in campo. Non vedo l’ora di rivederlo colorato e creativo sugli spalti della rinnovata Tigers Arena ad incitarci”.

Filippo Bollini, una vita in biancoverde.
“La decisione è stata semplicissima. Non appena Lorenzo mi ha proposto di continuare a vestire la maglia Rose&Crown Tigers in serie D, sono stato subito felice di accettare. Credo in questo progetto e credo anche che ne uscirà qualcosa di buono. Sono carico e cercherò di dare il 110%”.

Sei nato e cresciuto nella Tigers Arena.
“Giocare nei Tigers per è motivo di orgoglio, perché sono cresciuto qui e qui mi sono impegnato tanto. Ho un ottimo rapporto con i senatori della squadra, nutro molto rispetto nei loro confronti perché sono tutte bellissime persone oltre che ottimi giocatori”.

Lo scorso anno eri il cambio di Calegari. Cosa hai imparato?
“Da Calle ho imparato a sgomitare (o almeno a provarci) e ho cercato di condividere il suo grande spirito di squadra. Per questo lo ringrazio”.

Che ambiente pensi di trovare?
“Il post lockdown è una situazione nuova per tutti, sicuramente anche i miei compagni di squadra avranno una gran voglia di tornare in palestra e darci dentro… non vedo l’ora. Certamente la collaborazione con la Santarcangiolese aiuterà molto la squadra, portando qualità e voglia di vincere. Ci sarà da divertirsi”.

I tifosi ti hanno subito adottato.
“Ai tanti supporter dico che ci vediamo alla Tigers Arena, tra cori e striscioni. Speriamo in tanti «franco franco…» (la canzoncina urlata dopo le vittorie, ndr), il resto lo sanno”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO