Indietro
menu
Flash Mob

I can't Breathe - diritto al lavoro e alla salute

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 giu 2020 09:38 ~ ultimo agg. 23 giu 11:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto ieri a Rimini, il flash mob: I can’t breathe» – diritto alla regolarità, al lavoro degno e alla salute per tutt@!, promosso da ADL Cobas Emilia Romagna, YaBasta Bologna / Sportello Migranti TPO, Città Migrante Reggio-Emilia, Associazione Rumori Sinistri onlus

La manifestazione ha avuto luogo anche in altre città della regione come Reggio Emilia e Bologna nell’ambito delle mobilitazioni della Campagna Siamo qui – Sanatoria subito e in vista del Corteo regionale del 20 Giugno a Bologna. Condividiamo con voi le riflessioni frutto del lavoro che stiamo portando avanti con l’Help Line regionale, riflessioni che hanno animato il presidio a Rimini e nelle altre città.

“La violenza razzista così come quella patriarcale – si legge nella pagina facebook Casa Madib Network – è intrinseca ad un sistema economico quello capitalistico, che attraverso sanatorie come questa cerca braccia e corpi da sfruttare e non persone con diritti, desideri, bisogni. Per questo guardiamo con attenzione alle rivolte e alla nascita delle zone autonome (interi quartieri autogestiti) in tante città americane a partire da Seattle.
Perché in queste lotte per l’autodeterminazione di tutte le soggettività si sta costruendo un futuro possibile per tutti e tutte.
Nessun essere umano è illegale!”

foto: https://www.facebook.com/CasaMadibaNetwork

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione