Indietro
martedì 24 novembre 2020
menu
Calcio C girone B

L'Imolese a Fano per reagire. La vigilia del tecnico Atzori

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 21 feb 2020 18:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con la ferita del derby contro il Cesena ancora fresca, i ragazzi di Atzori si preparano ad un crocevia importante per la stagione: Fano, Fermana e Feralpisalò in appena otto giorni. Si parte dalla trasferta contro i granata per vendicare la sconfitta (0-1) dell’andata e ritrovare morale. L’ultimo precedente in territorio marchigiano risale al girone d’andata della stagione 2018/19: un 1-1 in cui l’iniziale vantaggio di De Marchi venne annullato da uno sfortunato autogol.

IMOLESE – Le parole di Mister Atzori alla vigilia della trasferta contro l’AJ Fano: “Il ko contro il Cesena è stato un duro colpo da digerire e qualche strascico ce lo siamo portati anche in allenamento durante la settimana. Già da ieri, però, i ragazzi erano pronti per questa partita importante perché domenica i 3 punti sono fondamentali. Ci può stare, in un campionato lungo come questo, prendere una batosta come contro il Cesena anche se, andando ad analizzarla, ci abbiamo messo del nostro. Novità di formazione? L’abbiamo preparata scegliendo, forse, qualche pedina che ho utilizzato poco nelle ultime partite. Per il resto rimaniamo noi, con la nostra identità e con la nostra attitudine di andarli a pressare alti”.

Il tecnico ha poi parlato di Moreno Zocchi, nuova figura nel quadro dirigenziale rossoblù: “Sto imparando a conoscerlo in questi giorni. La figura del nostro direttore tecnico è per me nuova anche se ne ho sentito parlare da terzi. Piano piano imparerò a conoscerlo anche io e, come sempre ho fatto nella mia carriera da allenatore, mi piacerà interagire e parlare con lui. Il confronto mi aiuta e ci aiuta a crescere. Sono certo darà una grossa mano perché è una figura di esperienza: il calcio lo conosce, lo vive ed è perciò un’ulteriore forza per questa società”.

I CONVOCATI
PORTIERI: 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi.
DIFENSORI: 2 Alboni, 19 Boccardi, 14 Adorni, 23 Garattoni, 27 Valeau, 28 Della Giovanna, 29 Ingrosso.
CENTROCAMPISTI: 3 Suliani, 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 17 Maniero, 25 Artioli.
ATTACCANTI: 7 Scarlino, 9 Vuthaj, 18 Padovan, 20 Sall, 21 Chinellato.

AJ FANO 1906 – Un cambio obbligato, dopo ben 8 sconfitte consecutive, per cercare di invertire un trend che relegava le Aquile all’ultimo posto della graduatoria. Al posto di Gaetano Fontana, a partire dalla 18° giornata, è arrivato Marco Alessandrini, ex tra le altre di Gubbio, Recanatese e alla seconda volta sulla panchina granata. L’Alessandrini-bis sembra aver parzialmente funzionato nonostante la classifica continui ad essere analoga: 20esimo posto dopo 4 sconfitte consecutive contro le ben più quotate Sambenedettese, Reggio Audace e Feralpisalò; tra queste anche l’inaspettato KO col Gubbio.

Il modulo adottato da Mister Alessandrini sarà il 4-3-1-2. Nonostante qualche incertezza contro il Sudtirol, il titolare è Viscovo che in stagione, causa infortunio, ha saltato solamente una gara. La linea difensiva sarà composta da Gatti e uno tra Zigrossi – arrivato a gennaio dal Bisceglie – e De Sabatino (il primo rimane in vantaggio). De Vito, insidiato da Boccioletti, agirà a sinistra mentre Tofanari giocherà a destra. La linea di centrocampo sarà formata da Amadio affiancato da Marino e Parlati, autore del goal vittoria nel match di andata. Paolini rimane la prima alternativa mentre Sapone, titolare un girone fa, ha trascorso le ultime 7 gare in panchina. Capitan Carpani – Said e Kanis sono pronti a subentrare – agirà a sostegno della coppia Barbuti e Baldini. Tassi e Rolfini rimangono armi a partita in corso.

Valerio Matteo Celotti
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919