Indietro
lunedì 6 aprile 2020
menu
Volley C Femminile

La Gut Chemical Bellaria alza il muro, Flamigni battuta

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 19 feb 2020 14:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Prova di forza della Gut Chemical Bellaria che sbanca per tre set a zero il Pala Marabini di San Martino in Strada (FC) e ottiene altri tre punti essenziali per la propria classifica; gara gagliarda per le ragazze di coach Nanni che hanno dato dimostrazione di tutto il loro potenziale dopo un paio di partite con qualche ruggine di troppo.

“Alle ragazze avevo chiesto soprattutto una cosa: determinazione, devo dire che mi hanno soddisfatto al cento per cento. Nell’ultimo periodo abbiamo avuto qualche difficoltà di troppo, specie nell’approccio alle gare ma la partita di oggi mi ha finalmente fatto rivedere la squadra che si era apprezzata fino alla sosta di Natale e tutte le ragazze, dalla prima all’ultima, meritano i miei complimenti. Poteva non essere una serata semplice, dopo il cambio di allenatore Flamigni stava trovando continuità nelle prestazioni anche se non sempre i risultati hanno premiato la squadra; tuttavia oggi le abbiamo dominate su tutti i fondamentali, rischiando pochissimo e mettendo in mostra anche una bella pallavolo. Sarò ripetitivo ma i complimenti oggi vanno tutti alle ragazze. La classifica in questo periodo ci sta sorridendo, inutile negarlo, e come già detto ci proveremo fino alla fine ben consci che sarà durissima e che il campionato è lungo con tante squadre in lotta per i rispettivi obiettivi, ergo nessuno farà regali da qui al 9 Maggio. Voglio spendere due parole per chi in palestra fa il lavoro più sporco dietro la mia ombra, ovvero Lello, un’icona qui a Bellaria e un valido assistente in campo e fuori, Silvia “Piri” che ha preparato e prepara egregiamente le ragazze atleticamente, e Fede che scoutizza e analizza con e per me le nostre gare e quelle delle avversarie: anche grazie a loro riusciamo a ottenere i risultati che abbiamo raggiunto fino ad ora”.

Nanni manda in campo la P4 con Fortunati incrociata a Tosi Brandi, Diaz e Bucella di banda con Zammarchi e capitan Albertini al centro, Loffredo è il libero. Parte fortissimo la Gut fin dal primo turno al servizio di Tosi Brandi prendendo subito un discreto margine (3-8); Flamigni si dimostra molto imprecisa al servizio a differenza di una Gut invece molto costante. Anche il muro bellariese sembra essere invalicabile per le spente attaccanti forlivesi e sul 8-16 il set sembra segnato. La squadra di Canducci fatica a trovare idee valide per scardinare la rocciosa difesa delle biancoblu che conducono agevolmente la frazione fino alla fine: la chiude Bucella sul 12-25.

Spinto da un animato pubblico, Flamigni ci prova nel secondo set che si rivela essere, almeno in partenza, più equilibrato; nonostante sia sempre Bellaria a condurre, ancora grazie ad ottime percentuali al servizio, a muro e in attacco, dopo il timeout locale (3-6) inizia un break positivo per le padrone di casa che le porta sino al 13 13. L’entusiasmo Sammartinese viene frenato dal buon momento di Bellaria con Diaz sugli scudi; la Gut tenta di scappare e ci riesce dando continuità tanto al servizio che in attacco concedendosi ben sei set-ball. Ognibene mura decisa Albertini, Bartolini schiaccia a terra poi Ortali manda in rete il servizio che poteva tenere accesa la speranza: alla fine è 20-25 bellariese.

Torna a ruggire la squadra di Nanni nel terzo set, decisa a chiudere la pratica senza rischiare di far riaprire la gara alle avversarie; Bucella ingrana subito la marcia giusta al servizio mentre Diaz continua a ad attaccare in maniera molto efficace. A metà del set, durante una rabbiosa reazione della Flamigni, la squadra di Nanni esprime tutto il suo potenziale mettendo in mostra anche una fase muro/difesa da applausi; dopo aver strappato il punto a termine di uno scambio emozionante, la Gut scappa: la giovane D’Aloisio trova in battuta i suoi primi punti in serie C mentre tutte le altre compagne attorno continuano a giocare ad alti livelli. Sull’ 11-21, a partita ormai segnata, la squadra di Canducci rende meno pesate il passivo ma è la Gut a chiudere sul 16-25.

TABELLINO E STARTING SIX: Tosi Brandi 8, Bucella 5, Albertini 3, Fortunati 7, Diaz 14, Zammarchi 11, Loffredo (L1), D’Aloisio 2; NE: Armellini, Astolfi, Morri, Morettini, Serafini (L2).

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna