Indietro
sabato 28 marzo 2020
menu
Calcio C girone B

Imolese-Ravenna 1-1: Chinellato la riacciuffa al 90° per i rossoblu

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 2 feb 2020 00:45 ~ ultimo agg. 00:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Imolese-Ravenna 1-1

IL TABELLINO
IMOLESE (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Carini (34’ pt Ingrosso), Della Giovanna; Garattoni, Alimi, Marcucci (28’ st Maniero), Valeau (19’ st Tentoni); Belcastro (28’ st Vuthaj), Ferretti (28’ st Padovan); Chinellato. A disp.: Libertazzi, Seri, Alboni, Checchi, Sall, Artioli, Schiavi. All.: Atzori.

RAVENNA (3-5-2): Cincilla; Jidayi (19’ pt Ronchi), Caidi, Cauz; Martorelli (32’ st Purro), D’Eramo, Mawuli, Gavioli (19’ st Lora), Zambataro; Giovinco (32’ st Raffini), Mokulu (1’ st Nocciolini). A disp.: Spurio, Grassini, Selleri, Purro, Nigretti, Mustacciolo, Lora. All. Mignani.

Arbitro: Paterna di Teramo.
Assistenti: Poma e Grasso.

Marcatori: 22’ pt Mokulu, 45’ st Chinellato.

Ammoniti: Mokulu (R), D’Eramo (R), Chinellato (I) .

NOTE: spettatori 754, di cui 262 abbonati, per un incasso complessivo di 3119.00 euro. Angoli: 9 a 2 per l’Imolese. Recupero: 4’ pt, 4’ st.

CRONACA E COMMENTO
Il derby termina senza vincitori né vinti, nonostante il Ravenna sia andato vicino a sbancare il Galli. Eppure, un’Imolese capace di restare in partita fino all’ultimo secondo è riuscita a trovare la rete per un insperato punto. Sempre Matteo, sempre Chinellato che segna la terza rete consecutiva in campionato regalando un punto d’oro ai rossoblù. Ora, dopo un mini-ciclo di partite molto ravvicinate, ci sarà un’intera settimana per preparare la trasferta di domenica contro la Virtus Verona.

REPORT
Tanto Ravenna e poca Imolese in un primo tempo chiuso col vantaggio degli ospiti. Pronti, via e i giallorossi passano subito in vantaggio ma Cauz, autore del colpo di testa vincente, è in fuorigioco e il direttore di gara annulla tutto. L’Imolese prende campo ma la linea difensiva ospite non soffre, anzi. Nasce proprio da un perfetto lancio di Caidi – dopo una traversa colpita da Giovinco al 21’ – la rete del vantaggio. Mokulu beffa con un colpo di testa dal limite dell’area un Gian Maria Rossi in uscita. I ragazzi di Atzori accusano il colpo e sfiorano il doppio svantaggio ma, ancora una volta, l’arbitro annulla per fuorigioco. E’ l’ultima emozione di un primo tempo che ha costretto Capitan Carini all’uscita dal campo per un infortunio al polso; al suo posto Ingrosso e Della Giovanna scala al centro della difesa.

Ritmi blandi in una seconda frazione con pochissime emozioni ma che si accende nel finale grazi ai cambi. Il Ravenna, orfano di Mokulu per infortunio, si limita a difendersi da sterili azioni offensive rossoblù. La prima occasione capita al 26’ sui piedi di Nocciolini che, lanciato dopo un errore di Alimi, smorza troppo. Da lì in poi solo Imolese che negli ultimi 10’ di gioco crea almeno 3 nitide palle goal senza trovare la via della rete. I ragazzi di Atzori, però, ci credono e Chinellato, a pochi secondi dalla fine, è il più lesto di tutti ed insacca la sua terza rete consecutiva.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI
Mister Atzori: “La posta in palio era tanta e sapevo che la partita sarebbe stata sporca. Ma nonostante ciò dovevamo vincere e soprattutto non potevamo mai perdere. Dopo aver preso goal, era difficile trovare spazi ma, devo essere sincero, negli ultimi 20 minuti ho rivisto la mia squadra. Sono certamente pochi ma ci hanno permesso di raggiungere il pareggio. Siamo stati imprecisi, non abbiamo fatto bene, ma abbiamo sempre tenuto in piedi la partita e siamo stati premiati. Oggi, seppur migliorati dal mercato, non possiamo perdere la caratteristica dell’aggressività e della cattiveria”.

Matteo Chinellato: “Era uno scontro diretto dopo Rimini e, mentalmente, era delicato. Va dato merito anche al Ravenna che ha fatto la partita giusta, trovando un goal abbastanza fortunoso con Mokulu che ha fatto il pallonetto a Rossi. Noi abbiamo fatto meno bene ma siamo riusciti a rimanere in partita trovando il pareggio all’ultimo secondo”.

Luca Maniero: “Era importante non perderla, serviva solo vincere. Siamo andati sotto e per come si era messa, è un punto guadagnato che muove la classifica. Siamo sempre lì, nel fango, ma anche oggi abbiamo dato la dimostrazione di poter uscire. Verona? Dobbiamo vincere come contro ogni altra squadra”.

Valerio Matteo Celotti
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Notizie correlate
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini   
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna