Indietro
giovedì 26 novembre 2020
menu
Basket D

I Dolphins dominano nel derby con la Stella

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 17 feb 2020 10:33 ~ ultimo agg. 15:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Basket Riccione-Primo Miglio Stella 97-49 (20-18,52-25,72-40)

IL TABELLINO
DANY RICCIONE: Zangheri 4, Amadori Mi. 2, Bomba 18, Amadori Ma. 21, Zanotti 7, Gardini 6, Brattoli 9, De Martin ne, Mazzotti 25, Stefani 5. All. Ferro.

POL. STELLA: Coralli 2, Lonfrenini 2, Pinto 4, Del Turco 16, Distante 2, Insero, Naccari 13, Pulvirenti 8, Pari, Quartulli 2, Grandi. All. Casoli.

ARBITRI:
Landi di Bologna e Denti di Reggio Emilia.

CRONACA E COMMENTO
Partita molto sentita dagli atleti in campo che, dopo un primo quarto in equilibrio, si spacca grazie l’intensità dimostrata dai padroni di casa che, nella seconda frazione piazzano un parziale di 32 a 7 con la Stella che segna il primo punto su tiro libero a 3′ e 25″ dalla fine del periodo.

Gli ospiti tengono nel terzo, ma cedono alla fine a causa di problemi fisici, speriamo di poco conto per Insero, Pulvirenti e Naccari. Merito a Riccione per aver messo in campo una squadra intensa e compatta.

La Stella soffre più del dovuto l’assenza di Verni con Pulvirenti che deve sostenere l’onere della conduzione del gioco; ulteriore problema le percentuali deficitarie: 42% ai liberi, 38 da 2 e 16 da 3, concessi anche agli avversari 13 canestri dalla distanza.

Venerdì la Stella riceverà International Imola per un incontro molto importante nella speranza di recuperare pienamente tutto l’organico, a parte ovviamente i lungodegenti.

LA NOTA DELLA DANY BASKET RICCIONE
È un derby senza storia quello che va in scena alla palestra di via Forlimpopoli. La Dany Riccione domina in lungo e in largo contro la Stella Rimini (97-49) e torna al successo dopo due stop consecutivi, mantenendo intatte le proprie chance nella corsa ai playoff.

Di fatto il derby dura un quarto perché nei primi 10 minuti gli ospiti riescono a tenere testa ai Dolphins chiudendo sotto di due punti un periodo caratterizzato dall’equilibrio. Ma è il secondo quarto a cambiare completamente volto alla partita. I biancazzurri alzano nettamente il ritmo, trascinati da un Alessio Mazzotti letteralmente incontenibile, e il crescendo rossiniano dei ragazzi di coach Maurizio Ferro porta a un parziale clamoroso di 32-7 che fissa il punteggio sul 52-25 all’intervallo lungo. Uno strappo impossibile da ricucire per la Stella Rimini ed anzi nel secondo tempo la forbice si allarga ancora di più perché Riccione ha voglia di giocare e spingere fino alla fine, tanto che lo scarto al 40’ dice +48. Mazzotti chiude con 25 punti frutto di una prova
eccellente al tiro (6/9 da due, 3/6 da tre) ma anche di 6 rimbalzi e 4 recuperi, Bomba (18 punti) prende 10 rimbalzi e strappa 7 palloni ai cugini, Marco Amadori bombarda dalla lunga (5/10), Zanotti domina sotto le plance (12 rimbalzi) in una serata in cui coach Ferro lascia capitan De Martin in panchina per 40 minuti. Insomma una prova corale di alto livello (56% da due, 41% da tre) che riporta grande fiducia nell’ambiente Dany alla vigilia di un altro scontro diretto importantissimo.

Sabato (ore 18,30) i Dolphins sono infatti attesi dalla dura trasferta sul parquet del Grifo Imola, seconda forza del girone.

Notizie correlate
di Redazione