martedì 21 gennaio 2020
menu
presentazione libro

E poi basta. Manifesto di una donna nera italiana

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 7 gen 2020 16:21 ~ ultimo agg. 16 gen 09:16
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sabato 11 gennaio, alle ore 17, nella sala del Giudizio, Musei comunali di Rimini, ci sarà la presentazione del libro E poi Basta. Manifesto di una donna nera italiana, e l’incontro con l’autrice, Espérance Hakuzwimana Ripanti, attivista culturale e figlia adottiva, che attraverso il suo libro racconterà la sua storia, il suo personale viaggio di scoperta della sua identità, e cosa ha significato per lei essere donna nera, in Italia, cresciuta in un contesto di persone bianche. A condurre la presentazione sarà Alice Bigli, libraria e madre adottiva.

L’appuntamento sarà un’occasione molto importante di ascolto e riflessione sui temi del razzismo, dell’antirazzismo, dell’accoglienza di ogni diversità e della consapevolezza delle dinamiche legate alle adozioni transrazziali, e pertanto invitiamo a non perdere questa speciale opportunità.

Chi è Espérance Hakuzwimana Ripanti?

Nata in Ruanda nel 1991, Espérance arriva in Italia all’età di 3 anni (è il 1994, e nel suo paese di origine si sta consumando uno dei genocidi più sanguinosi del XX secolo). Qui viene adottata da una famiglia italiana, con la quale vive e cresce in un paese della provincia di Brescia.

Nel 2015 si trasferisce a Torino, dove frequenta la Scuola Holden e inizia a collaborare con diverse realtà culturali e associazioni del capoluogo. Attivista culturale, scrive e legge da sempre. Dice che la sua lotta principale è «quella alla narrazione» e fa parte di “Razzismo brutta storia”, un movimento che lavora con bambine e bambini, ragazze e ragazzi, associazioni, scuole, carceri e biblioteche per smontare gli stereotipi alla base di tutte le discriminazioni. Da un anno lavora per radio RBE, dove conduce un programma tutto suo in cui parla di libri e attualità.

Il suo racconto “Lamiere” è parte della raccolta Future. Il domani narrato dalle voci di oggi, a cura di Igiaba Scego (effequ, 2019).

Lo scorso ottobre è uscito il suo primo libro: E poi Basta. Manifesto di una donna nera italiana, edito da People.

Espérance è stata ospite recentemente della trasmissione L’Assedio di Daria Bignardi (canale Nove, 6 novembre 2019) dove ha raccontato con grande lucidità quali siano le ragioni del suo attivismo.

Espérance è una figlia adottata nera, cresciuta in un contesto di persone bianche, e come tale ha sperimentato in prima persona la sua diversità, il suo essere eccezione e la discriminazione che ne è conseguita.

Con Espérance parleremo di razzismo e ci chiederemo: L’Italia è un paese razzista? E noi, quanto lo siamo, più o meno consapevolmente?

Rifletteremo sui nostri atteggiamenti automatici, sulle espressioni che comunemente utilizziamo, e sui pregiudizi radicati, frutto di una cultura post-coloniale che è più diffusa di quanto crediamo.

L’incontro, che si terrà presso la Sala del Giudizio, Musei Comunali “L. Tonini”, sarà gratuito e aperto a tutti coloro che sono interessati alla tematica. Per prenotarsi: [email protected].

Altre notizie
Luci, suoni e suggestioni

La festa in piazza per Fellini 100

di Redazione
VIDEO
di Redazione
di Redazione
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna