mercoledì 19 febbraio 2020
menu
Il 20 gennaio e non solo

Centenario di Fellini: la torta e la chiave aspettando il Museo

In foto: la conferenza stampa
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 8 minuti Visualizzazioni 2.007 visite
mer 15 gen 2020 12:43 ~ ultimo agg. 17 gen 16:52
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 8 min Visualizzazioni 2.007
Print Friendly, PDF & Email

Il grande evento ci sarà, esteso sull’arco di un’intera settimana. Ma, ripete e ribadisce il sindaco Gnassi, con Fellini c’è una visione di città che col Museo investe sul futuro. Confermati i maestri che nei loro rispettivi campi omaggeranno Fellini: Ezio Bosso, Vince Tempera, Daniel Pennac, Marco Bellocchio, Marco Tullio Giordana e tanti altri. E prende corpo il progetto della grande chiave dorata, che stanno realizzando gli stessi specialisti esecutori delle decorazioni del Galli, da attribuire ogni anno a un grande personaggio incaricato di dare spazio all’immaginario felliniano. C’è già un nome per il primo (che potrebbe essere una “prima”) protagonista, che la riceverà in una cerimonia che si terrà più avanti.

Il sindaco parla anche del “road show” che toccherà 7-8 capitali internazionali portando quello che sarà il futuro Museo Fellini, ricorda come tante ambasciate e istituti internazionali in tutto il mondo abbiano aderito alla proposta di eventi dedicati al centenario. E parla del progetto di collaborazione con Parma, capitale della cultura 2020, per una produzione teatrale nel segno di Verdi e Fellini.

Quanto all’evento per il centenario, annunciata una torta da guinness per la città, alta due metri, che sta preparando Roberto Rinaldini reinterpretando con la “Zuppa inglese Fellini 100” il dolce preferito dal maestro, con taglio il 20 gennaio alle 19 in piazza Cavour. Dalle 17.30 al Castello malatestiano partirà invece im corteo dei “Musicanti di San Crispino” guidato dal performer Kai Leclerc. Il pittore riminese Vittorio D’Augusta ha realizzato per il teatro Galli un’opera che richiama il Cristo sospeso sull’elicottero nella celebre sequenza iniziale della Dolce Vita. Il 21 gennaio al teatro Galli ci sarà “Il sapore dei sogni” con maestri della cucina del territorio, ma anche dalla Sicilia, dalla Campania e dalla Lombardia, a interpretare alcuni dei piatti più cari al regista.

La mostra Fellini 100 Genio Immortale a Castel Sismondo nel primo mese ha avuto 38.000 visitatori, metà dei quali con biglietto staccato.

Il sindaco Gnassi conferma la previsione di 400.000 visitatori l’anno per il Museo Fellini, basandosi sulle potenzialità della proposta e del trend di crescita del turismo culturale. Nello spazio dei sassolini da togliere, il sindaco ricorda come sia stata Rimini a far partire a livello nazionale le iniziative per il centenario. Il ministro Franceschini (che sabato farà visita alla mostra a Castel Sismondo) due anni fa ha subito sposato il progetto del Museo. Invece dal successivo governo giallorosso, lamenta il sindaco, nessuna risposta.

www.federicofellini.it


La sintesi del programma (a cura dell’Amministrazione Comunale di Rimini):

Rimini si prepara a festeggiare il compleanno di Federico Fellini con la manifestazione “Fellini 100. Un compleanno lungo un anno”. Un programma ricco di appuntamenti ed eventi che si svilupperà per tutto il 2020. Iniziato il 14 dicembre scorso, con l’inaugurazione della mostra Fellini 100. Genio Immortale a Castel Sismondo, questo percorso vivrà i suoi momenti più importanti nella settimana dal 17 al 31 gennaio, per concludersi alla fine di quest’anno, con l’inaugurazione del Museo Internazionale a lui dedicato.

Gnassi, D’Augusta e Piscaglia

Il cartellone delle celebrazioni per il Centenario del regista riminese prevede numerosi appuntamenti che si svolgeranno nei giorni che precedono e seguono il 20 gennaio 2020. Spiccano due grandi concerti, uno di Ezio Bosso e l’altro di Vince Tempera, due musicisti di primo piano a livello internazionale; una lettura teatrale, a firma del grande scrittore Daniel Pennac; una conversazione sul cinema di Fellini al quale parteciperanno i registi Marco Bellocchio e Marco Tullio Giordana insieme a Gianluca Farinelli della Cineteca di Bologna e moderato da Francesca Fabbri Fellini. Lo spettacolo del clown/funambolo Kai Leclerc insieme alla danzatrice aerea Elisa Barucchieri e il taglio della monumentale Torta dei sogni firmata dal maestro pasticcere Rinaldini che avverrà il giorno del compleanno, 20 gennaio, in Piazza Cavour. E ancora, una mostra nella mostra con un allestimento di foto inedite sul set del film La strada.  Durante tutto il periodo dei festeggiamenti del centenario di Fellini, un’opera di Vittorio D’Augusta omaggerà il Maestro all’interno del Teatro Galli.

Quinta d’eccezione di questi lunghi festeggiamenti, una intera città vestita a festa che risplende di luci che omaggiano Fellini in forma di parole illuminate e immagini tratte dai suoi film. Frasi tratte dalle sceneggiature dei suoi film che accompagnano i visitatori in un cammino tra Piazza Cavour, Teatro Galli, Castel Sismondo, Corso d’Augusto, Cinema Fulgor: i vari luoghi che ospitano il programma delle celebrazioni.

 

EZIO BOSSO E LA SUA EUROPE PHILHARMONIC.

Domenica 19 gennaio, Ezio Bosso dirige la sua Europe Philharmonic, orchestra che raccoglie elementi da tutto il continente, per un concerto dal programma tutto da scoprire, che spazierà da Vivaldi a Mozart, da Bach a Beethoven (Teatro Galli, ore 21). Non un omaggio classico a Fellini, ma un modo per raccontare i geni che, al pari di Fellini, hanno rivoluzionato il costume e l’arte del proprio tempo e di quelli a seguire partendo dalla Terza di Beethoven, che ruota attorno al concetto di rimembranza del ricordo, dell’eroe da non dimenticare”– ha spiegato il Maestro Bosso. Il concerto sarà preceduto da due giorni di prove aperte (con ingresso a pagamento) venerdì 17 e sabato 18 gennaio: un’occasione per conoscere da vicino il progetto della Europe Philharmonic e per offrire un’ulteriore opportunità al pubblico di assistere ad un appuntamento che si annuncia indimenticabile.

Sempre il 19 gennaio, alle ore 16 al Cinema Fulgor (ingresso libero), si terrà Conversazione su Fellini, i ricordi di alcuni protagonisti del cinema italiano. I registi Marco Bellocchio e Marco Tullio Giordana insieme al Direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli parleranno della poetica del cinema di Fellini, una conversazione moderata dalla nipote del Maestro, Francesca Fabbri Fellini.

BUON COMPLEANNO FEDERICO. LA FESTA DI COMPLEANNO IN PIAZZA CON IL CIRCO E LA GRANDE TORTA CON IL DOLCE AMATO DAL REGISTA

Lunedì 20 gennaio, nel giorno esatto del Centenario della nascita di Federico Fellini, sul palcoscenico del Teatro Galli salirà, alle 21.30, il Maestro Vince Tempera, per augurare “Buon compleanno Federico” attraverso le musiche che hanno reso immortali le pellicole del grande regista. Il Maestro dirigerà la SymphonItaly Orchestra e OLES di Lecce e del Salento in un programma che prevede l’esecuzione delle partiture originali dei temi musicali dei film più celebri del regista riminese. “Partirò da La Strada – ha raccontato il maestro Tempera – forse il tema delle musiche di Rota che più amo ed il modo migliore per aprire un percorso nei sogni e nel mondo magico di Fellini. La musica serve a ricordare”. Il concerto rientra tra le iniziative di Fellini 100, logo che contrassegnerà anche le prossime date dell’evento.

Ma il momento più atteso, quello della grande festa di piazza nel giorno del compleanno, si terrà sempre il 20 gennaio, nel pomeriggio. Alle 17,30, dal Castello Malatestiano, sede del futuro Museo Fellini, partirà un corteo variopinto guidato da figuranti e dalla musica irresistibile dei Musicanti di San Crispino, a precedere la sfilata dei bambini con i disegni dei loro sogni, il loro omaggio al più visionario fra tutti i sognatori. Alle ore 18 il corteo festoso giungerà in piazza Cavour per lo spettacolo del performer illusionista dell’acrobazia di fama internazionale, Kai Leclerc, con lo spettacolo Fellini up side down, il tentativo di sorprendere il pubblico proiettando, in un mondo alla rovescia, alcune delle più celebri scene dei film di Fellini. Attraverso sogni e memorie dei suoi film, il clown canadese famoso in tutto il mondo per le sue passeggiate ‘capovolte’ vuole ricordare la fantasia e la magia del celebre Maestro. Il pubblico sarà guidato in questo viaggio fantastico non solo dalla musica, ma anche dai tanti riferimenti scenografici … a testa in giù. Ad accompagnare Leclerc in questa esperienza ci sarà Elisa Barucchieri, eccezionale danzatrice aerea che porterà lo spettacolo dal cielo alla terra e di nuovo dalla terra al cielo. Insieme alla compagnia Fidelio, Barucchieri si alternerà e si incrocerà con i numeri di Leclerc per portare il pubblico in un mondo onirico, perfetto nella sua fantasiosa ed entusiasmante costruzione coreografica per rivivere le atmosfere felliniane.

Al termine dello spettacolo appuntamento, alle ore 19, sempre in Piazza Cavour, per il taglio della monumentale Torta dei Sogni – alta circa 2metri – realizzata dal maestro pasticcere Roberto Rinaldini che ha personalmente reinterpretato il dolce più amato dal regista: Zuppa inglese Fellini 100.

Sempre il 20 gennaio, dalle ore 10 alle 14, Castel Sismondo ospita l’annullo filatelico di Poste italiane, in occasione dell’emissione di un francobollo dedicato al centenario della nascita di Fellini.

IL SAPORE DEI SOGNI, FELLINI A TAVOLA

Martedì 21 gennaio gli eventi per celebrare il compleanno del Maestro proseguono con Il sapore dei sogni. Una speciale Brigata di cuochi, composta da maestri del cibo del calibro di Corrado Assenza, Luigi Taglienti, Giuseppe Iannotti, Luigi Sartini, Riccardo Agostini, Gianpaolo Raschi, Lorenzo Cagnoli, Silvio Di Donna, darà un sapore ai sogni del grande regista. Una musica magica e ammaliatrice richiamerà gli ospiti del Teatro Galli per portarli in un percorso culinario dove i sogni del grande regista, fra rievocazioni, memoria e citazioni dai classici della cucina italiana, renderanno omaggio ai gusti dell’insigne concittadino, miscelando musica, flash cinematografici, piatti allusivi e preparazioni  ispirate. Si inizia con un aperitivo per finire con una cena predisposta per 150 ospiti nell’elegante cornice della sala Ressi del Teatro Galli. I migliori chef, i prodotti più prelibati e raffinati, musicisti daranno vita a questa serata non commemorativa ma come testimonianza dell’affetto all’inesauribile vitalità del pensiero di Federico Fellini (inizio serata ora 20, info e prenotazioni [email protected] 3291074886).

 LA LEGGE DEL SOGNATORE.

Mercoledì 22 gennaio. Esce il 16 gennaio in Italia La legge del sognatore, nuovo libro di Daniel Pennac pubblicato da Feltrinelli Editore, che è un grande omaggio a Federico Fellini. Un libro che diventa spettacolo: l’autore lo porterà infatti in tournée in forma di lettura teatrale a Milano, Torino e Rimini appunto, grazie ad una produzione firmata Compagnie MIA – Il Funaro, in coproduzione con Intesa Sanpaolo e in un adattamento di Clara Bauer e Daniel Pennac con la regia di Clara Bauer.

La legge del sognatore è ispirato dall’antica passione di Pennac per un maestro del cinema italiano che con il sogno ha dialogato tutta la vita. Un enorme teatro in cui va in scena una meravigliosa rappresentazione della vita. “Il progetto teatrale sulla risurrezione di Fellini è la cosa più reale di tutta questa storia. Dopo averlo sognato, non solo l’ho ideato, ma l’ho raccontato agli attori della nostra troupe, alla nostra banda italiana del Funaro e alla direzione del Piccolo Teatro di Milano”. In scena insieme a Daniel Pennac ci sono Pako Ioffredo, Demi Licata e Gaetano Lucido, mentre le musiche originali sono di Alice Loup.

 LA FESTA CONTINUA

Dal 17 gennaio l’opera “Ex Voto P.G.N.R.”, una Madonna in gesso e legno sospesa, evocazione del Cristo appeso all’elicottero nella memorabile sequenza iniziale della Dolce Vita, sarà l’omaggio di Vittorio D’Augusta a Federico Fellini, all’interno del Teatro Galli (Sala Poletti). Sempre il 17 gennaio (ore 18 ingresso libero) al cinema Fulgor Roberto Chiesi, Jonathan Giustini e Gianfranco Miro Gori presentano il libro FELLINI INEDITO di Jonathan Giustini (Interno4 edizioni): 65 fotografie svelate dalla lavorazione de Le notti di Cabiria.

Da sabato 18 gennaio, una mostra nella mostra arricchirà la prima esposizione multimediale dedicata a Fellini. Nelle stanze di Castel Sismondo, che ospita fino al 15 marzo la mostra ‘Fellini 100. Genio immortale’, dal 18 gennaio si potrà infatti ammirare -nella sezione temporanea ‘Fellini open lab’- un allestimento di foto inedite sul set del film La strada dalla collezione di Mauro Penzo, a cura di Claudio Ballestrcci (www.mostrafellini100.it/).

Dal 3 al 5 aprile si svolgerà la “Settima Arte – Cinema e Industria”, festa del cinema di Rimini. Una tre giorni di eventi, tutti gratuiti ed aperti al pubblico, con masterclass, proiezioni, anteprime, mostre e letture che si pone l’obiettivo di celebrare il cinema come industria artistica e processo produttivo/professionale. Le prime anticipazioni saranno date in occasione delle celebrazioni per il compleanno di Fellini in un incontro che si terrà al cinema Fulgor il 21 gennaio alle ore 11, alla presenza di Andrea Gnassi Sindaco di Rimini, Paolo Maggioli Presidente Confindustria Romagna, Roy Menarini Direttore Artistico La Settima Arte – Cinema e Industria e Docente “Cinema e industria culturale” Università di Bologna, Elena Zanni Direttrice cinema Fulgor.

Sabato 25 gennaio il Cinema Fulgor (ore 16,30 ingresso libero) ospiterà Snaporaz, il viaggio, un incontro a 40 anni dal film La città delle donne, con Paolo Fabbri e Rosita Copioli, modera Marco Bertozzi.

Domenica 26 al cinema Fulgor “lo sceicco bianco”, il primo film di cui Fellini ha la piena titolarità come regista, un film che anticipa temi, situazioni e motivi delle opere successive: il gusto per la caricatura, l’autobiografismo, il mito degli attori ai margini del grande spettacolo, la riflessione metalinguistica.

Venerdì 31, sempre al cinema Fulgor, “Fellini fine mai” di Eugenio Cappuccio, il documentario presentato all’ultima edizione del festival di Venezia, scavando nel ricchissimo repertorio televisivo della Rai, si arricchisce di numerose testimonianze originali di chi ha collaborato con Fellini.

Tutto il 2020 di Rimini sarà un omaggio a Federico Fellini, fino ad arrivare, alla fine dell’anno, all’apertura del Museo Internazionale a lui dedicato, di cui la Mostra “Fellini 100 Genio Immortale” a Castel Sismondo è, in parte, una anticipazione. Tanti saranno gli artisti internazionali che, nel corso di quest’anno a Rimini, renderanno omaggio ad uno dei più grandi Geni della Settima Arte.

 

 

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna