sabato 25 gennaio 2020
menu
Il sogno del posto fisso

Oltre 3.500 domande per 38 posti da dipendente comunale

In foto: Un passato concorso. Immagine Newsrimini.it
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 2.843 visite
mar 10 dic 2019 15:34 ~ ultimo agg. 11 dic 12:44
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 2.843
Print Friendly, PDF & Email

Il posto fisso comunale continua ad avere un grande appeal. Sono 3.586 le domande ammesse alla selezione per la copertura di 38 posti di istruttore categoria C (36 per il Comune di Rimini, 2 per la Provincia di Rimini): al 31 ottobre, termine ultimo previsto dal bando, sono stati tanti infatti i concorrenti che hanno presentato domanda regolare, accreditandosi nella piattaforma informatica del Comune.

La considerevole risposta al bando è legata al numero importante di posti a disposizione e che è stato determinata dall’Amministrazione tenendo in considerazione le nuove normative attualmente in vigore in materia di concorsi pubblici. Nella precedente legislatura infatti, il governo ha stabilito che gli enti pubblici non potranno più assumere personale attingendo dalle graduatorie di merito, ma si potranno assumere solo i vincitori. L’Amministrazione Comunale, sulla base della previsione di fabbisogno di personale per il prossimo triennio, ha quindi individuato la necessità di coprire 36 posizioni, attraverso assunzioni che saranno così distribuite :20 posti nel 2020, 10 posti nel 2021, 6 posti nel 2022, a cui si aggiungono le due assunzioni in Provincia di Rimini il prossimo anno. Gli assunti potranno assumere diversi ruoli sulla base delle esigenze dell’amministrazione, dalla segreteria amministrativa agli incarichi da impiegato in ufficio, negli sportelli per il pubblico e in segreteria, con profili che vanno dal geometra al ragioniere all’istruttore amministrativo.

In considerazione del numero elevatissimo di domande ammesse (numero destinato a ridursi sulla base delle fisiologiche rinunce che si verificano ad ogni concorso) i candidati saranno chiamati a sostenere una preselezione, affidata ad un’agenzia esterna, attraverso un test che non verterà sulle materie d’esame ma su quiz di logica e cultura generale. I primi 400 (e gli ex aequo del 400esimo) saranno ammessi al concorso, che si svolgerà nelle forma tradizionale – una prova scritta teorica con quesiti a risposta chiusa (quiz), una prova scritta teorica con domande a risposta aperta e una prova orale – sulle materie d’esame indicate nel bando.

La preselezione è prevista per il mese di febbraio (le date saranno ufficializzate nelle prossime settimane) all’Rds Stadium e sarà probabilmente suddivisa in due giornate, per consentire una migliore gestione della prova. La prova di esame è invece prevista per la primavera.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna