Indietro
sabato 31 luglio 2021
menu
Calcio D girone F

Notaresco-Cattolica S.M., Cascione alla vigilia: "Ce la giocheremo senza paura"

In foto: Emmanuel Cascione
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 16 nov 2019 15:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mission impossible per il Cattolica S.M., che va a far visita alla capolista Notaresco. Il divario in classifica tra la prima della classe (30 punti, frutto di dieci vittorie ed una sconfitta) ed i romagnoli (4 punti: zero vittorie, quattro pareggi e sette sconfitte) è di ben 26 lunghezze. Stessi numeri ma con voci diverse nelle caselle gol fatti/gol subiti: 23 gol all’attivo e 12 al passivo per gli abruzzesi, 23 reti subite e 12 realizzate per Merlonghi e compagni. Bastano questi dati a rendere la difficoltà della gara per i giallorossi, reduci dalla conquista del primo punto casalingo, domenica scorsa con il Città di Campobasso.

Il tecnico del Cattolica S.M., Emmanuel Cascione, parte proprio dall’ultima partita.
“Era diventata una situazione un po’ strana non riuscire a conquistare punti in casa. Se andiamo a rivedere la partita di domenica scorsa è successo quello che sta succedendo spesso, ossia abbiamo preso gol nei primi minuti, in quest’occasione ce lo siamo fatti addirittura da soli. Nel resto della partita abbiamo concesso forse un solo tiro agli avversari. Secondo me abbiamo giocato bene, ma non abbiamo creato come nelle precedenti gare, al cospetto di una squadra forte, che non è partita benissimo in campionato ma che è stata costruita per fare bene. E noi l’abbiamo incontrata in un momento positivo, è stato quindi un buon punto”.

E adesso la sfida proibitiva in casa della prima della classe.
“Se si vanno a guardare i numeri sembra proibitiva perché tra noi e loro in classifica c’è un distacco importante, però se andiamo ad analizzare sul campo quello che facciamo noi e quello che fanno loro ce la possiamo giocare. Loro stanno benissimo sia mentalmente che fisicamente, sono riusciti a staccare anche la Recanatese, quindi ora davanti al loro pubblico si sentiranno ancora più forti. Ma noi andiamo lì con la voglia di potercela giocare senza paura”.

Tanti buoni giovani e tre big per la categoria nella rosa del Notaresco.
“L’ossatura del Notaresco è composta da giocatori di grande livello, come Sansovini, che non ha certo bisogno di presentazioni, e Pomante, difensore centrale esperto che, come Sansovini, conosco personalmente. Ginestra in porta dà poi sicurezza a tutto il reparto. Per il resto la loro rosa è composta da giovani di qualità che hanno voglia di far bene. Questi tre giocatori riescono a dare un’impronta importante in termini di mentalità, sono molto positivi per il gruppo e questo sta facendo la differenza”.

È proprio questa la differenza tra il Notaresco ed il Cattolica. Ai giallorossi mancano forse i leader nei diversi reparti.
“In effetti quello che a noi in questo momento manca è l’ossatura di giocatori di una certa età che possano assumere il ruolo di leader in campo: siamo una squadra giovane e a volte facciamo fatica ad interpretare certi momenti delle partite”.

In Abruzzo con l’attacco spuntato.
“Rizzitelli ieri (venerdì, ndr) in allenamento ha preso una botta al ginocchio: stamattina ha fatto la risonanza, ma non si è capita ancora bene l’entità del problema. Al 90% non dovrebbe neanche partire. Merlonghi è squalificato. Assente ovviamente anche Nsingi. Per contro rientrano dalla squalifica Som e Cannoni”.

IL QUADRO COMPLETO DELLA 12a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE F E LA CLASSIFICA

Notizie correlate