mercoledì 13 novembre 2019
menu
Calcio C girone B

Rimini-Virtus Verona 1-2: cronaca, tabellino, dopogara, video e gallery

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti Visualizzazioni 7.596 visite
dom 6 ott 2019 11:07 ~ ultimo agg. 8 ott 00:10
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min Visualizzazioni 7.596
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-VIRTUS VERONA 1-2

Il Rimini esce tra i fischi del “Romeo Neri”. Fischi meritati dai biancorossi, che lasciano i tre punti ad una Virtus Verona che non ha rubato nulla. Primo tempo soporifero, chiuso da un’occasione divorata da Magrassi, che nella ripresa (sull’1-2) si farà parare anche un calcio di rigore da Scotti. La seconda frazione è vivace, ci vuole la rete di Manfrin per svegliare i ragazzi di Cioffi. La reazione porta al pareggio di Van Ransbeeck (dopo tanti gol in allenamenti e test finalmente arriva anche il primo in una partita ufficiale) e al momento migliore dei romagnoli, che però poi incassano la seconda rete, quella che si rivelerà decisiva. Dopo il rigore fallito dagli ospiti l’occasione buona è sulla testa giusta, quella di Gerardi, che però impatta male. Finisce 1-2. E ora la crisi è conclamata. Nel dopogara mister Cioffi: “mi assumo le mie responsabilità. Abbiamo timore del risultato, forse questa sconfitta ci farà ritornare con i piedi per terra e capire che dobbiamo lottare. Nonostante la sconfitta resto convinto che noi possiamo dire la nostra. Non è semplice, però possiamo farcela”.

IL TABELLINO
RIMINI:1 Scotti, 2 Finizio (13′ st 17 Arlotti), 5 Ferrani, 6 Van Ransbeeck, 7 Nava, 9 Zamparo (22′ st 18 Petrovic), 10 Candido, 20 Gerardi, 21 Palma, 23 Silvestro (1′ st 3 Picascia), 25 Scappi (45′ st 27 Bellante). A disp.: 12 Santopadre, 28 Sala, 13 Oliana, 16 Angelini, 19 Ventola, 26 Pari, 31 Messina, 33 Lionetti. All. Cioffi.

VIRTUS VERONA: 1 Giacomel, 3 Pellacani, 4 Rossi, 9 Odogwu, 16 Cazzola, 17 Di Paola (30′ st 7 Casarotto), 19 Magrassi (44′ st 23 Lavagnoli), 21 Sirignano, 26 Onescu, 27 Manfrin, 28 Marcandella (19′ st 18 Da Silva, 44′ st 6 Gasperi). A disp.: 12 Chiesa, 10 Danti, 11 Manarin, 13 Santacroce, 15 Fermo, 20 Pinton, 25 Curto, 29 Baravelli. All. Fresco.

ARBITRO: Gabriele Scatena di Avezzano.
ASSISTENTI: Andrea Bianchini e Antonio D’Angelo, entrambi di Perugia.

RETI: 8′ st Manfrin, 19′ st Van Ransbeeck, 24′ st Odogwu.

AMMONITI: Onescu, Palma, Scappi, Zamparo.

ESPULSI: 34′ st Manfrin (rosso diretto) e Van Ransbeeck (doppia ammonizione), 38′ st Candido.

NOTE. Spettatori: 1.821 (628 paganti e 1.193 abbonati) Corner: 4-6.

I RISULTATI DELL’8a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Rimini e Virtus Verona nello scorso campionato hanno duellato fino ai play out per mantenere la categoria. Ora si ritrovano faccia a faccia in un momento delicato per i biancorossi, che hanno racimolato un solo punticino nelle ultime quattro partite. In classifica la terza squadra di Verona (unica città ad avere tre società tra i professionisti) ha un punto in più di Ferrani e compagni (7 a 6). Mister Cioffi deve rinunciare a Montanari, squalificato, e Cozzari, infortunato.

Rimini in maglia a scacchi biancorossi, in tenuta blu la Virtus. Prima del calcio d’inizio osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Squinzi, presidente del Sassuolo. La gara inizia con qualche minuto di ritardo per un problema alla rete della porta lato mare.

La partita. Si gioca. Primi minuti di studio, senza sussulti particolari.
All’11’ Gerardi conquista il primo corner al termine di un’iniziativa dentro l’area. Batte Candido, Odogwu allontana di testa.
Al 13′ il tiro di Di Paola da fuori area, deviato da Nava, viene bloccato da Scotti.
Al 16′ punizione dall’out di sinistra di Manfrin, la sfera arriva dalle parti di Sirignano, dopo un tocco aereo, nulla di fatto.
Marcandella, che aveva subito fallo al quarto d’ora, non ce la fa. Al suo posto entra Da Silva.
Al 22′ Candido da destra per Gerardi, che all’altezza del dischetto non trova la battuta.
Al 24′ fallo di Onescu su Finizio un passo fuori dall’area. Punizione, una sorta di corner corto, battuta da Candido, sponda di Gerardi per la battuta di Palma, pallone fuori bersaglio.
Al 25′ dopo un contrasto con Candido (ma non per il contatto con il giocatore biancorosso) Di Paola deve lasciare il campo in barella. Al suo posto entra Casarotto. Non è giornata per gli scaligeri.
Al 32′ il traversone di Palma da sinistra si spegne a fondo campo.
Al 36′ cross di Manfrin da sinistra, Nava di testa mette in angolo, il primo della partita per gli ospiti. Da Silva cerca la porta direttamente dalla bandierina, Scotti respinge, poi Pellacani da fuori area spara altissimo.
Al 39′ Da Silva consegna palla a Odogwu, che rinuncia al cross e gliela rende, la stoccata di prima del numero 18 è alle stelle.
Al 43′ la Virtus batte due corner di fila con Da Silva, sul secondo Scotti anticipa di un soffio Odogwu, pronto a incornare.
Sei i minuti di recupero.
Al 46′ cross di Manfrin per Casarotto, che colpisce male.
Al 47′ Ferrani regala palla a Magrassi, che si può involare solo soletto verso la porta di Scotti, ma si fa incantare dal portiere biancorosso, facendosi poi contrarre il tentativo di tap-in da Nava. Solo angolo per i veronesi. È l’occasione più clamorosa della prima frazione, che si chiude sullo 0-0. Brutto primo tempo da parte dei ragazzi di Cioffi, mai incisivi.

Resta negli spogliatoi Silvestro, al suo posto Picascia. Si gioca la ripresa.
Al 4′ il traversone di Da Silva è direttamente a fondo campo.
All’8′ la Virtus Verona si porta in vantaggio con una conclusione dalla distanza di Manfrin che supera Scotti. 0-1.
Al 10′ Candido su punizione defilata cerca la porta, Giacomel respinge di pugno, Finizio calcia dal limite dell’area, Zamparo controlla e trafigge l’estremo ospite, ma la rete viene annullata per fuorigioco del numero 9 biancorosso.
Al 14′ Arlotti per Palma, che va al tiro, Giacomel vola e respinge in corner. Sulla battuta del tiro dalla bandierina Zamparo colpisce di testa, pallone fuori.
Al 16′ Magrassi può correre verso l’area biancorossa, guadagna la linea di fondo e mette in mezzo un pallone velenoso, Ferrani spazza.
Nello stesso minuto la conclusione di Casarotto da fuori area, deviata, crea qualche apprensione a Scotti, pallone in corner.
Al 19′ il Rimini pareggia: Nava cavalca a destra e mette al centro, velo di Gerardi e sinistro vincente di Van Ransbeeck, al primo gol ufficiale con la maglia a scacchi. 1-1.
Al 21′ Van Ransbeeck ci riprova, si porta avanti il pallone e calcia di sinistro, sfera a lato.
Al 24′ gli scaligeri tornano in vantaggio: cross di Manfrin e colpo di testa di Odogwu, che si libera della marcatura di Ferrani e batte Scotti. Rimini 1-Virtus Verona 2.
Al 28′ corner per il Rimini, Odogwu di testa, Van Ransbeeck raccoglie al limite e calcia, ancora Odogwu di testa ribatte, poi il tiro di Candido è bloccato da Giacomel.
I biancorossi spingono con costanza, mettendo in mezzo diversi palloni.
Al 34′ entrambe le squadre rimangono in dieci: Manfrin viene richiamato in panchina, Van Ransbeeck lo invita in maniera brusa a non perdere tempo e si becca una manata in faccia. Rosso diretto per il numero 27 ospite e secondo giallo per il numero 6 di casa.
Al 38′ Magrassi può involarsi per la terza volta verso la porta di Scotti, che ribatte la sua conclusione, Odogwu cerca il tap-in, disturbato da Candido, per l’arbitro è rigore e rosso per il numero dieci biancorosso. Rimini in nove. Scotti para il tiro centrale dal dischetto di Magrassi. Si resta sul punteggio di 1-2.
Al 41′ traversone da destra di Palma, Gerardi impatta male di testa, pallone oltre la traversa.
Al 43′ il tiro di Da Silva è ribattuto da Scotti.
Cinque i minuti di recupero.
Al 46′ la punizione di Pellacani è deviata dalla barriera in angolo.
Al 47′ Bellante svirgola la conclusione dal limite dell’area, pallone in fallo laterale.
Finisce 1-2. Vince la Virtus Verona, che sale a quota 10 in classifica. Per il Rimini un solo punto nelle ultime cinque partite (sempre 6 i punti in classifica). I biancorossi chiudono tra i fischi dei loro tifosi.

DOPOGARA

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna