giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: Il saluto iniziale
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti Visualizzazioni 1.442 visite
dom 8 set 2019 19:50 ~ ultimo agg. 9 set 17:23
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 1.442
Print Friendly, PDF & Email

SCOTTI 7. È inoperoso per oltre 80 minuti, limitandosi a bloccare una carezza rasoterra e a osservare il rigore sull’altro palo, poi alla prima vera “chiamata” risponde più che presente su Rover salvando capra e cavoli con un miracolo nell’angolino basso. Due punti sono suoi. San Francesco!

SCAPPI 6.5. Attento, preciso, puntuale in ogni chiusura, si toglie anche lo sfizio di una chiusura di tacco. Non sbanda mai e non è più una scommessa. Bravo!

FERRANI 6.5. È una garanzia in fatto di applicazione e abnegazione. Negli ultimi 16 metri concede solo le briciole e, rigore a parte, gli alto atesini sono costretti a provarci solo da fuori. Nell’area avversaria si conferma quasi mortifero, partecipando più che direttamente alla rete di Gerardi. Cambiale!

NAVA 6.5. Con un’incornata super costringe Cucchietti al miracolo e va a tanto così dal 2-0 archivia partita, dietro risponde presente quasi sempre. Unico neo, un paio di palloni persi pericolosamente. Positivo!

FINIZIO 5.5. Morosini si allarga per poi buttarsi in mezzo e lo costringe a stare più bloccato del solito. Insolitamente ingenuo sul rigore, con una trattenuta scovata da Fierro sugli sviluppi di un corner ai danni di un avversario che non avrebbe mai raggiunto la sfera. È l’unico errore di un’altra bella gara, ma pesa. Harakiri!

CANDIDO 5.5. Ha due-tre volte sul destro la palla per provarci da fuori, ma la scarabocchia sia su calcio piazzato che al volo. Una gran chiusura in ripiegamento, ma davvero troppo poco in fase di costruzione. Luci e ombre!

PALMA 6.5. Ricama gioco che è un piacere e quando vede lo spiraglio giusto spara verso la porta avversaria: al 72’ in maniera quasi letale. Avrebbe meritato il bis nel tabellino marcatori, deve accontentarsi di un’altra prestazione più che convincente. Metronomo!

VAN RANSBEECK 7. Una palla rubata con sventagliata immediata a tutto campo al 13’ è giocata da leccarsi i baffi. Ci aggiunge tantissimo altro: l’unico tiro nello specchio della prima frazione con un sinistro potente e preciso ma troppo centrale, chilometri di corsa a perdifiato al servizio della causa, inserimenti con ottimo tempismo altre due-tre conclusioni interessanti. Moto perpetuo!

SILVESTRO 6.5. Ha gamba e faccia. Si prende la corsia e la attacca senza paura di niente, collezionando discese e cross a ripetizione. Pendolino!

ZAMPARO 6. Al 39’ regala una rovesciata volante da applausi a chiudere l’azione più bella della prima frazione, ma la sfera muore a due palmi dal palo. Corre per sé e anche per il compagno d’attacco, fa da sponda bene ma è meno pericoloso del solito. Attaccante vero!

GERARDI 6.5. Lo stop volante di velluto di sinistro è il biglietto da visita della prima frazione, la zampata da bomber d’area in mischia per il suo primo centro in biancorosso la fotografia del suo Dna. Corre ancora poco, produce già tanto. Bomber!

32’ st MONTANARI 6. Entra bene in partita, con quel dinamismo che mancava in quel momento a Candido.

38’ st PETROVIC SV. Protegge qualche buon pallone e si dimostra presente.

40’ st PICASCIA SV. Di certo non gli fa difetto la grinta e alla prima entrata è già da giallo per un autografo su una caviglia rivale.

CIOFFI 6.5. Il suo Rimini continua a non subire l’avversario di turno, anche quelli più tosti come il Sud Tirol. La squadra è forse un po’ meno brillante delle prime uscite, ma solida, concede una sola vera occasione e un calcio di rigore e non ha paura di produrre e giocarsela fino al 93’. Le tre sfide chiuse con cinque gol all’attivo e quattro al passivo sono lì a dire che la speculazione non è parte di lui. Avanti così!

Nicola Strazzacapa

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna