martedì 17 settembre 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 9 ago 2019 09:09 ~ ultimo agg. 20:44
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

Ancora qualche settimana all’inizio ufficiale degli allenamenti, ma il girone c’è già e allora è il caso di tornarci su. L’Under 18 Titans/RBR che giocherà il campionato d’Eccellenza sa adesso quali saranno le avversarie da affrontare, le trasferte più affascinanti e le avversarie di prestigio da incontrare. C’è tanta voglia di cominciare, questo ve lo mettiamo per iscritto. I riminesi sono stati inseriti nel GRUPPO C con Rimini Crabs, Aurora Jesi, Pall. Reggiana, International Imola, Victoria Libertas Pesaro, BSL San Lazzaro, Virtus Bologna, Vis 2008 Ferrara, Pescara Basket, Roseto Sharks, Unibasket Lanciano, CAB Stamura Ancona e Fortitudo Bologna 103. 14 squadre per un calendario che andrà prodotto ma che indicativamente vedrà giocarsi la sua prima giornata il 30 settembre 2019 e l’ultima il 4 maggio 2020. Il numero di società ammesse alla fase successiva sarà comunicato entro il 20 novembre prossimo.

Sarà una stagione di un livello tecnico pazzesco, con i migliori prospetti italiani a battagliare ogni singola settimana. I ragazzi Titans/RBR sono pronti e l’invito, naturalmente, è quello di seguirli. Si vedrà tanto bel basket in questa stagione di Under 18 d’Eccellenza.

Sentiamo l’opinione di Massimo Padovano, coach Under 18 Titans/RBR, e Paolo Carasso, General Manager Rinascita Basket Rimini.

Coach MASSIMO PADOVANO, che tipo di stagione sarà?
“Per noi sarà un campionato di 26 partite, la stessa lunghezza, sostanzialmente, di quello di C Silver. I ragazzi saranno impegnati su più fronti e sarà un lavoro intenso da equilibrare e da gestire nel modo giusto. Il girone è buono, ci sono le solite emiliano-romagnole che abbiamo incontrato negli ultimi anni e anche alcune novità. Non mancano Virtus, Fortitudo, San Lazzaro e Imola, tra quelle che c’erano anche l’anno scorso, in più abbiamo Reggio Emilia che torniamo ad affrontare. C’è per la prima volta il derby coi Crabs e poi occhio alle marchigiane, che sono sempre squadre solide e complicate da affrontare: un bel banco di prova per noi. Teniamo conto che la Vuelle Pesaro è arrivata parecchio avanti l’anno scorso, è un settore giovanile che ha sempre lavorato benissimo e sarà nuovamente candidata ai primi posti della classifica”.

Quali sono gli obiettivi per la stagione?
“Quello che potremo fare lo scopriremo col passare delle settimane. Dipenderà tutto dalla voglia di lavorare,
dall’amalgama che riusciremo ad ottenere e dalla voglia di mettersi insieme. Siamo competitivi, ma è difficile fare raffronti con le altre che cominceremo a conoscere solo con l’inizio del campionato. Intanto cominciamo a lavorare coi piedi per terra, faremo sicuramente del nostro meglio per rendere l’annata la migliore possibile”.

A PAOLO CARASSO chiediamo innanzitutto quali sono le prime sensazioni all’avvio di un progetto importante come questo…
“Siamo felici ed orgogliosi di aver portato avanti questo progetto. Un grande grazie al Basket San Marino, perché ha condiviso con noi fin dall’inizio questa idea, quella di formare un gruppo di 14 ragazzi Under 18, i migliori della nostra zona, e i tre ragazzi senior che giocheranno in C Silver. Per i nostri ragazzi è una grandissima opportunità: innanzitutto perché siamo stati inseriti nelle prime 70 squadre in Italia, e non era affatto scontato, e poi per la possibilità di giocare in C Silver. È un girone under difficilissimo, ma ci sono grandissime qualità dal punto di vista tecnico e fisico nella squadra”.

Qual è l’obiettivo per questa stagione?
“L’obiettivo è puntare alle Finali Nazionali. Crediamo sia una squadra che abbia questo tipo di qualità, inoltre ha a sua disposizione uno staff tecnico di primo livello con Massimo Padovano, allenatore bravo a lavorare coi giovani ed esperto nel miglioramento del gruppo. Dal punto di vista fisico e tecnico ci sono elementi di primissimo interesse come Felici, Semprini e Campajola, che sono i tre fuori quota del 2001. In più c’è un gruppo di 2002 molto interessante. Ci sono i cinque ragazzi del Ca’ Ossi che han già disputato finali nazionali e tutte le altre realtà del contenitore RBR”.

Qual è il suo messaggio alla galassia RBR in vista della stagione 2019/2010 della squadra Under 18 d’Eccellenza?
“Tutto il mondo RBR deve essere fortemente motivato e spinto a seguire questa squadra nel campionato Under 18. Vedremo a San Marino i migliori giocatori italiani della categoria: ci saranno società di Serie A che si scontreranno con questo gruppo, con questa squadra. È un gruppo che può essere il serbatoio della prima squadra RBR. Una delle nostre mission è valorizzare i giocatori locali, un domani i migliori tra questi ragazzi potranno anche esprimersi in un campionato difficile come quello di Serie B che quest’anno affronta Rinascita Basket Rimini. Infine, un grazie a San Marino e a tutte le società del gruppo RBR. Grazie alla dirigenza del Ca’ Ossi e alle famiglie che si impegnano a portare avanti questa idea. È un programma impegnativo, ma è l’unico modo per sviluppare una pallacanestro ad alti livelli, per portare miglioramenti tangibili nei nostri ragazzi”.

Area Comunicazione RBR

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna