lunedì 17 giugno 2019
menu
In foto: la festa dopo il triplice fischio
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti Visualizzazioni 8.659 visite
dom 26 mag 2019 09:30 ~ ultimo agg. 28 mag 00:17
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min Visualizzazioni 8.659
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-VIRTUS VERONA 2-0

Il Rimini conquista la permanenza in serie C ribaltando il risultato dell’andata grazie a un eccellente primo tempo. Un successo che porta la firma di Petrone. Il tecnico sceglie di mandare in campo nell’undici iniziale Buonaventura, che lo ripaga dopo pochi minuti sbloccando il risultato e riportando l’inerzia della doppia sfida dalla parte biancorossa. E che indovina lo schema, evidentemente provato a ripetizione in settimana, dei calci piazzati di Candido a cercare la testa di Alimi, autore del raddoppio. Gli ospiti non si arrendono ma pagano il rigore in movimento sbagliato da Danti a metà ripresa che avrebbe riaperto i giochi. A tornare in serie D, con l’onore delle armi, sono i veneti. In casa biancorossa ci sarà tutto il tempo per analizzare una stagione turbolenta, con quattro allenatori a susseguirsi in panchina. Oggi si festeggia la grande paura superata.

IL TABELLINO
RIMINI (3-4-1-2): Scotti; Venturini, Ferrani, Nava V. (32′ st Petti); Bandini, Montanari, Alimi, Guiebre; Candido (25′ st Cicarevic); Buonaventura (25′ st Volpe), Piccioni (15′ st Marchetti). A disp.: Nava G., Brighi, Pari, Arlotti, Viti, Marchetti, Palma, Kalombo, Badje. All.: Petrone.

VIRTUS VERONA (4-3-1-2): Giacomel; Lavagnoli (1′ st Grandolfo), Rossi (14′ st Trainotti), Sirignano, Manfrin (32′ st Nolè); Casarotto, Giorico, Onescu; Grbac (15′ st Manarin); Danti, Ferrara. A disp.: Sibi, Lancini, Rubbo, N’ze, Danieli, Goh, Fasolo, Chironi. All.: Fresco.

ARBITRO: Giovanni Ayroldi di Molfetta.
ASSISTENTI:
Giuseppe Perrotti di Campobasso e Antonio Vono di Soverato.
QUARTO UFFICIALE:
Nicolò Marini di Trieste.

RETI: 8′ pt Buonaventura, 43′ pt Alimi.

AMMONITI: Manfrin (VV), Volpe (R), Giorico (VV), Alimi (R), Sirignano (VV).

NOTE. Corner: 7-3. Spettatori: 1.620.

CRONACA E COMMENTO
Dopo lo 0-1 dell’andata il Rimini è costretto a vincere (con qualunque punteggio) per restare in serie C. I biancorossi hanno quindi un solo risultato a disposizione e per centrarlo dovranno ritrovare quel gol che manca dalla gara con la Sambenedettese del 20 aprile scorso. In casa biancorossa sono assenti i lungodegenti Simoncelli, Danso, Variola, Pierfederici e Palumbo.

La partita. Pomeriggio piovoso e campo bagnato dalla pioggia del primo pomeriggio. Nell’undici di biancorosso Buonaventura in campo dal primo minuto. Padroni di casa in maglia biancorossa, casacca blu per gli ospiti. La pioggia si attenua proprio poco prima del fischio d’inizio.

Al 5° la prima occasione per il Rimini: punizione dalla tre quarti di Candido che Alimi in area corregge di testa di poco fuori.
All’8 la zampata di Buonaventura che brucia la difesa dei veneti su cross di bandini per l’1-0. Terzo centro in stagione per lui e salvezza che torna, al momento, sulla sponda biancorossa.
All’11° il primo guizzo degli ospiti con un’incursione di Ferrara che mette arrivato nell’area piccola mette in mezzo ma non trova nessuno. Gli ospiti provano a spingere, la difesa biancorossa regge.
Al 15° il primo ammonito è Manfrin della Virtus Verona che ferma con le cattive un inizio di contropiede.
Al 19° ancora il copione con calcio da fermo di Candido e Alimi che corregge di testa, di nuovo fuori.
Al 24° Buonaventura prima reclama per una trattenuta in area nei suoi confronti, poi sul proseguimento si trova il pallone sui piedi ma il suo tiro è deviato il angolo. Nulla di fatto dal corner.
Al 27° Alimi imbecca Candido che prova ad angolare ma il suo tiro è deviato da un guuzzo di Giacomel che tiene in partita i suoi.
Al 35° Guiebre si ritrova il pallone tra piedi a pochi passi dalla porta ma la difesa veronese gli fa muro.
Al 37° Lavagnoli mette una palla insidiosa in mezzo all’area biancorossa ma non ci arriva nessuno dei suoi.
Al 38° Piccioni mette in profondità per Buonaventura che non ci arriva per poco.
Al 39° buona occasione per la Virtus Verona: Ferrara trova lo spazio per concludere indisturbato da fuori area ma il suo tiro centrale è fermato da Scotti.
Al 43° lo schema da calcio da fermo finalmente è vincente: corner di Candido dalla destra, Alimi brucia di testa la difesa ospite per il 2-0. Primo centro stagionale per il macedone. Dopo neanche un minuto di recupero si va all’intervallo: agli ospiti servono ora due reti.

Il secondo tempo si apre con Grandolfo, attaccante, al posto di Lavagnoli, difensore, nella Virtus Verona che ora è schierata col 4-3-3.
Al 48° il primo tiro della ripresa, ma la conclusione da fuori area di Manfrin è ampiamente fuori.
Al 51° Ferrani per poco non riesce ad approfittare di un un appoggio all’indietro avventato della difesa ospite. Il Rimini pressa gli avversari nella loro metà campo per togliere subito gli spazi.
Al 54° Danti si smarca in area biancorossa ma da buona posizione spara alto.
Al 57° Ferrara sfugge a Guiebre, mette in mezzo da pochi passi, Scotti col piede sventa.
Al 58° dentro Trainotti al posto di Rossi tra gli ospiti. Due minuti dopo la prima mossa di Petrone: il centrocampista Marchetti per l’attaccante Piccioni. In contemporanea, Franco mette dentro Manarin per Grbac.
Al 62° Danti, imbeccato da Grandolfo, si mangia un’occasione clamorosa per accorciare sparando alto da pochi passi con Scotti fuori causa.
Al 69° Volpe per Buonaventura e Cicarevic per Candido. L’occasione mancata da Danti sembra avere pesato sul morale degli ospiti.
Al 71° ancora cambi: Franco getta la carta della disperazione con un altro attaccante, l’ex Nolé, per Manarin. nel Rimini dentro Petti per Nava.
Al 78° la Virtus si fa rivedere in area del Rimini ma il tiro di Grandolfo è murato.
Al 79° ammonito Cicarevic per proteste. All’81° giallo per Giorico, che ferma a centrocampo un contropiede insidioso del Rimini.
La partita si innervosisce: all’83° entrataccia di Onescu su Petti, Ayroldi lo grazia con un giallo.
All’88° Guiebre gira da pochi passi, Giorico respinge quasi sulla linea.
Al 90° ammonito Sirignano. I minuti di recupero sono sei.
Al 92° Scotti sventa una conclusione dal limite di Ferrara.
Al 96° Volpe in contropiede si mangia il 3-0, poi Alimi spara fuori. Poco dopo arriva il triplice fischio che significa salvezza per il Rimini e ritorno nei dilettanti per la Virtus Verona.

Il dopogara di Mario Petrone

Il dopogara di Luigi Fresco

___________________

Quest’anno la trasmissione di Icaro Sport “Calcio.Basket” premierà il gol più bello del Rimini FC nella stagione del ritorno in serie C.

L’iniziativa è in collaborazione con Nuova Ricerca, sponsor della trasmissione.

Vota il gol più bello:

Visualizza risultati

Loading ... Loading ...
Altre notizie
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna