lunedì 22 aprile 2019
In foto: la Polizia sul posto (Adriapress)
di Lamberto Abbati   
lettura: 1 minuto
gio 11 apr 2019 17:55 ~ ultimo agg. 12 apr 14:32
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero essere gli stessi truffatori che lo scorso 9 marzo raggirarono e segregarono un’anziana nel bagno della sua abitazione di via Fracassi in modo da ripulire indisturbati la cassaforte (vedi notizia). Questa mattina, poco dopo le 9, tre uomini che si sono spacciati per dei tecnici dell’acquedotto, con la scusa di alcuni problemi alle tubature e di una possibile perdita, hanno carpito la fiducia di una 80enne, che vive insieme al marito disabile, e sono riusciti ad entrare nell’abitazione della coppia, in via Machiavelli. Mentre due dei truffatori tenevano occupati marito e moglie, il terzo ha iniziato ad aggirarsi per le varie stanze fino a quando non ha individuato la cassaforte. A quel punto ha fatto cenno ai due complici di rinchiudere la coppia all’interno di una stanza, in modo da agire con relativa tranquillità. I finti tecnici hanno forzato la cassaforte, dalla quale hanno rubato contanti (almeno 500 euro) e gioielli, per un valore complessivo che si aggirerebbe sui 3mila euro.

Ottenuto quello che volevano, hanno fatto perdere le loro tracce. Nel frattempo l’80enne ha continuato a gridare, chiedendo disperatamente aiuto. Sono stati i vicini a dare l’allarme alla polizia, giunta sul posto con le volanti. Gli agenti della squadra mobile, dopo essersi occupati dei rilievi di rito, hanno anche acquisito la descrizione dei tre truffatori. Che hanno agito a volto scoperto. Si tratterebbe di uomini italiani, di un’età compresa tra i 30 e 40 anni.

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna