mercoledì 24 luglio 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
lun 4 mar 2019 01:13
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Print Friendly, PDF & Email

Non ce la fa l’Under 20 di Roberto Casoli a battere la squadra di Cesenatico nello scontro diretto per il terzo posto.

UNDER 20 – GIRONE E – SESTA GIORNATA DI RITORNO
POL. CESENATICO 2000 A-BASKET RIMINI CRABS 59-55 (19-12, 35-25, 44-39)

Crabs: Tani 0, Rosario Cruz 7, Zambianchi 4, Del Fabbro 5, Tongue 19, Cesarini 0, Montanari 11, Bellini 4, Giorgi 3. All: Casoli, Daccico

Partita punto a punto quella andata in scena a Cesenatico, ma le basse percentuali dalla lunga distanza, condannano i Granchi ad una amara sconfitta.

Avvio di gara che vede Cesenatico scappare subito sul +10, mettendo in campo una difesa dura ed intensa. Ma i riminesi non vogliono perdere il treno, e con caparbietà si riportano sotto: alla prima sirena il punteggio dice +7 per i padroni di casa.

Cambia l’atteggiamento dei biancorossi nella seconda frazione, che si adattano al gioco duro degli avversari e riescono a recuperare lo svantaggio, fino al -4. Ma Cesenatico prende le contromisure appropriate, comincia a difendere a zona chiudendo l’area e impedendo le penetrazioni.

Nella ripresa la zona difensiva di Cesenatico continua a mettere in difficoltà i Crabs, che per tutta la partita litigano con il ferro, che “sputa” i tiri dai 6 e 75. Al contrario, la squadra ospite attraverso una buona circolazione di palla, riesce a trovare spazi aperti per il tiro, andando a segno sia dalla media che dalla lunga distanza. Ma sul finale di quarto i Granchi riescono a trovare la via del canestro ed a diminuire il divario a 5 punti.

Nell’ultimo quarto le squadre rimangono sempre in parità, con Cesenatico che non riesce più a costruire uno strappo sostanzioso mentre Rimini continua a rosicare punto su punto. Negli ultimi minuti di gara per ben tre volte i Granchi si trovano ad un solo possesso di distanza, con la palla in mano per il pareggio o addirittura il sorpasso, ma tutte e tre le volte è brava la difesa della squadra di casa a recuperare palla e alla fine vince di 4 punti.

Nonostante la sconfitta i Crabs rimangono nelle posizioni importanti della classifica: quarti dietro di soli due punti proprio a Cesenatico. Ora la partita contro Faenza di martedì sarà importantissima per ottenere sempre di più la sicurezza di partecipare alla seconda fase.

“È stata una partita dura, molto intensa, ma i ragazzi sono stati bravi ad adattarsi al loro ritmo. Non possiamo pretendere di vincere con queste percentuali da tre punti: ogni nostro tiro scheggiava il ferro e poi usciva. Alla fine, più di una volta abbiamo avuto la possibilità di andare in vantaggio, ma eravamo ormai stanchi e non siamo riusciti ad approfittarne. Ora è tutto rimandato a settimana prossima contro Faenza; noi vogliamo rimanere nelle posizioni che contano” è il commento di coach Roberto Casoli.

_________

Gara dalle mille sfaccettature, che solo nel finale trova la sua vincitrice.

UNDER 15 SILVER – GIRONE F – QUARTA GIORNATA DI RITORNO
CRABS 1947-TITANO SAN MARINO 55-64 (10-14, 33-27, 45-45)

Crabs: Del Fabbro 15, Gueli 2, Maiorana 5, Iorio 3, Frisoni 7, Tomasetig 2, Pompili, Coccia 10, Gazzoni 2, Kimekwu 9. All.: Firic, Luongo, Vitali.

(ev) Ai Granchietti dell’Under 15 non basta una prova gagliarda per avere ragione su Titano San Marino, formazione terza in classifica.

Avvio avaro di canestri, il punteggio si mantiene in equilibrio con Del Fabbro che tiene avanti i suoi (7-6). Nel finale di quarto, in cui si segnala l’uscita per infortunio di Tomasetig (dente rotto), le troppe palle perse vengono capitalizzate dagli ospiti che chiudono sul +4.

Nel secondo quarto Coccia va letteralmente in trance e con 10 punti personali alimenta insieme a Kimekwu un parzialone di 15-0 che lancia i Crabs sul 25-14. San Marino non perde la trebisonda e replica immediatamente con un 5-0 ma un gran canestro di Maiorana vale comunque il +9 (29-21). Sul più bello l’uscita per crampi di Coccia (che chiude con 10 punti e 5 rimbalzi) priva Firic del suo go-to-guy. San Marino chiude la frazione in recupero, tornando a -3 prima che le giocate di Del Fabbro valgano il 33-27 di fine quarto.

Nel terzo periodo il Titano con tre triple ribalta l’incontro. I Crabs restano a contatto con i canestri di Gueli e Gazzoni e nel finale con la grinta del solito Del Fabbro trovano il 6-0 che vale l’aggancio a quota 45.

Nell’ultimo periodo i Granchietti faticano enormemente a trovare la via del canestro e San Marino vola sul +6. Kimekwu (9 punti, 15 rimbalzi) esce per falli e riduce al lumicino le rotazioni dei biancorossi. Del Fabbro (15 punti, 7 rimbalzi e 9 recuperi) e Frisoni però non mollano e una tripla di Iorio a meno di 2′ dalla fine riaccende le speranze di casa (52-55). Ancora una volta però San Marino trova la risposta giusta con un 4-0. I biancorossi si fanno prendere dal nervosismo e lasciano via libera agli ospiti per il 55-64 finale.

_________

Grande vittoria portata a casa dai Crabs che si assicurano il quarto posto, importante per la seconda fase, con una giornata di anticipo.

UNDER 15 ECCELLENZA – GIRONE UNICO – QUARTA GIORNATA DI RITORNO (recupero)
ACADEMY BASKET FIDENZA 2014-CRABS 1947 48-55 (13-17, 26-32, 36-40)

Crabs: Tombetti 0 (0/2, 0/1, 0/0), Stella 2 (1/2, 0/1, 0/1), Romani 2 (1/1, 0/1, 0/0), Purboo 23 (3/9, 4/9, 5/6), Tengueu 0 (0/1, 0/0, 0/0), Zaccaria 4 (2/2, 0/1, 0/0), Sovera 3 (1/5, 0/1, 1/2), Baldisserri 11 (4/7, 1/4, 0/0), Baietta 0 (0/0, 0/0, 0/0), James 10 (3/10, 0/0, 4/4), Abati n.e., Kimekwu n.e.. All: Montanari, Firic.

Era una sfida importate quella in casa dell’Academy Faenza, e i Granchi di Coach Montanari con determinazione e grinta si sono aggiudicati il referto rosa nel finale.

Ottimo avvio di gara per Purboo che parte a mille, apre la partita con una tripla e mette a segno 8 punti consecutivi prima ancora che Faenza abbia avuto il tempo di entrare in partita. Baldisserri (11 punti e 8 rimbalzi) gli dà una mano e insieme creano il primo strappo biancorosso.

Anche la seconda frazione è targata Crabs. I ragazzi di Coach Montanari vogliono dare un’importante svolta alla partita, ma Faenza si attacca con le unghie con i denti al punteggio, e il divario si riduce fino al +6 di fine primo tempo.

Nonostante il vantaggio esiguo i primi 20 minuti sono sempre stati in controllo dei Crabs, per questo Faenza rientra dagli spogliatoi cambiando strategia difensiva, passa ad una zona efficace che non lascia spazio di manovra ai Granchi che si trovano costretti a tiri forzati e lontano dal canestro. Grazie a questo cambio tattico i padroni di casa si riportano sotto nel punteggio, chiudendo il terzo parziale sul 36 a 40.

Le parole di Coach Montanari fanno bene ai biancorossi che con James (doppia doppia con 10 punti e 12 rimbalzi) ritrovano ordine e lucidità in attacco arrivando a +9 a 45 secondi dalla fine. La stanchezza riporta un po’ di confusione in casa Crabs e qualche errore banale permette ancora una volta alla squadra ravvenate di portarsi sotto nel punteggio, ma Purboo (miglior partita stagionale con 23 punti, 9 rimbalzi e 6 palle recuperate) non sbaglia dalla linea della carità regalando il successo alla sua squadra.

Una buona gara da parte dei Granchi che non solo portano a casa la vittoria ma si assicurano anche il quarto posto in classifica prima dell’ultima sfida contro la capolista. Punti importanti in vista della seconda fase, ma ora si pensa subito alla sfida di mercoledì.

“Un buon impatto iniziale, abbiamo gestito veramente bene il primo tempo. Poi la loro zona ci ha messo in difficoltà e non possiamo credere di risolvere i problemi tirando solamente da fuori, dobbiamo imparare a muovere meglio la palla per crearci gli spazi ottimali. Ma nonostante le difficoltà i ragazzi sono stati bravi a portare a casa questa vittoria” il commento di coach Matteo Montanari.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna