Indietro
venerdì 5 marzo 2021
menu
Calcio Eccellenza girone B

Il ritorno di Emanuele Benvenuti a Cattolica. Ecco cosa serve ai giallorossi

In foto: Emanuele Benvenuti
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 11 dic 2018 16:10 ~ ultimo agg. 12 dic 16:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Cattolica vuole centrare l’obiettivo salvezza senza patire troppo. Il mercato “quasi immobile” di questi primi giorni di dicembre (la finestra di mercato si chiuderà alle ore 19 di venerdì 14) ha indotto la società giallorossa a prendere una decisione drastica: cambiare il direttore sportivo. Così, lunedì sera è stato sollevato dall’incarico Giuseppe Buccolo e al suo posto è stato scelto un “cavallo di ritorno”: Emanuele Benvenuti, che aveva allestito insieme ai dirigenti la squadra della scalata all’Eccellenza.

A prendere il mano la situazione è stato in prima persona il presidente Francesco Visino, che ha contattato telefonicamente Benvenuti e lo ha “costretto” a tornare.
“Ha fatto tutto lui – attacca, sorridendo, Benvenuti: mi ha chiamato, mi ha chiesto “ci vieni a dare una mano?” e ha dato l’annuncio. Io gli dovevo dare ancora la risposta… ma va bene così. Il rapporto tra investimenti e risultati ottenuti sul campo non era evidentemente soddisfacente e i dirigenti hanno ritenuto opportuno richiamarmi. La chiamata del presidente mi ha un po’ sorpreso ma mi fatto piacere. Accetto l’incarico con entusiasmo”.

Il nuovo DS giallorosso ritrova una rosa molto cambiata rispetto a quella che aveva costruito nella precedente esperienza cattolichina.
“Diciamo che non c’è quasi più nessuno dei giocatori che avevo portato io. Mi dispiace sia stato smantellato il lavoro fatto in due anni. Avevo ringiovanito molto la rosa e adesso mi ritrovo una squadra da rifare dalla A alla Z”.

Una riflessione sul campionato.
“L’Eccellenza di quest’anno è “scomoda”: ci sono squadre che hanno investito tanto e che adesso si trovano indietro in classifica”.

Il mercato è agli sgoccioli. Come si muoverà il Cattolica?
“Premetto che non conosco totalmente l’organico giallorosso, mi sono fidato di quello che mi hanno riferito i dirigenti. Ho due giorni di tempo, anche se le valutazioni a livello personale le devo ancora fare. Ci servono almeno due difensori, di cui uno under, due centrocampisti, anche in questo caso un over e un under, ed un attaccante”.

Cercate una prima punta?
“Non importa sia un attaccante centrale. Mister Angelini ama far giocare le sue squadre e schiera da punta centrale Sartori, che sta facendo molto bene. Va bene quindi anche una seconda punta o un esterno d’attacco”.

Conosce il tecnico Alberto Angelini?
“Non lo conosco di persona, ma so che lavora bene e che fa giocare a calcio le sue squadre”.

Cosa le ha chiesto la società?
“Di mantenere la categoria… con i denti”.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
Calcio Eccellenza girone B

Cattolica-Argentana 0-1

di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Maurizio Ceccarini