lunedì 23 settembre 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 22 mar 2017 18:08 ~ ultimo agg. 18:14
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Ottimo risultato per i ragazzi under13 e under14 IBR Angels che si sono qualificati con quattro squadre alla fase regionale del 3vs3 Join The Game che andranno in scena a Castel San Pietro domenica 26 marzo.

Le due squadre hanno superato, vincendo e convincendo la fase provinciale tenutasi il 19 febbraio alla fiera di Rimini durante le Final Eight di Coppa Italia Serie A.

Questi i nomi dei talentuosi ragazzi che si confronteranno ora con giocatori sempre più forti:
UNDER13:
-Mulazzani Filippo, Zanotti Alberto, Scarponi Alessandro.
-Polverelli Lorenzo, Ricci Francesco, Amati Leonardo, Karpuzi Bleron.

UNDER14:
-Nuvoli Andrea, Ricci Francesco, Morolli Leonardo, Pasquarella Riccardo Potito.
-Mazzocchi Nicolò, Rossi Dario, Betti Niccolò, Faneschi Giacomo.

Massimiliano Intorcia, responsabile territoriale della Federazione, nonché allenatore e dirigente IBR, non può che essere soddisfatto di ciò che i suoi ragazzi hanno compiuto: “Questi ragazzi fanno parte del gruppo che ho allenato per 6 anni ed è un immenso piacere vederli arrivare a certi traguardi. È il frutto di un lavoro cominciato anni fa che quest’anno fa un salto di qualità importante. Grazie anche alla presenza di Paolo Carasso, che li ha presi in custodia, il loro percorso tecnico è migliorato di qualità. Come società siamo molto contenti dei passi avanti fatti dai ragazzi a prescindere dai risultati. Questo vuol dire che il nostro progetto di crescita dei giovani è di alto livello.

Li ha allenati sei anni, li ha visti crescere e formarsi sul parquet. Se lo aspettava forse che sarebbe potuto arrivare un risultato del genere?
In realtà mi aspettavo potessero raggiungerlo. Sono ragazzi tra i più interessanti della provincia per tecnica, talento e margini di crescita. Ne sto vedendo tanti di giocatori anche in qualità di Responsabile territoriale della Federazione e posso dire che loro sono tra i migliori. Devono però continuare sulla strada giusta se vogliono arrivare a risultati importanti.

E sulla sfida che li attende?
Il Join The Game regionale è molto diverso, molto più difficile. Lo abbiamo visto gli scorsi anni quando altri nostri giocatori vi hanno partecipato. E dove hanno anche raggiunto le finali nazionali. Ricordiamo l’annata dei 2000 che è arrivata alle fasi nazionali poi concludendo al secondo posto il girone dove solo la prima passava. In quell’occasione arrivarono pure tre ragazze del femminile dell’Happy Basket, che però erano nostre ragazze. Avranno sicuramente del filo da torcere, ma se la possono giocare con tutti. Dipenderà tanto anche dall’aspetto emotivo e da quello tattico. Non hanno sicuramente nulla in meno rispetto alle altre squadre, dovranno solo metterlo in pratica.

E sulla formula del torneo?
E’ un torneo autogestito. Quindi non ci sono allenatori che danno direttive ai giocatori. È molto formativo per i ragazzi affinché imparino a gestirsi e ad affrontare le situazioni tecniche e tattiche da soli. Noi come società li seguiremo, ma starà a loro organizzarsi in campo. Questo è il bello del Join The Game ed è sicuramente lo spirito giusto per far affrontare ai ragazzi un torneo del genere.

Appuntamento domenica 26 marzo a Castel San Pietro.

Cristian Tartaglia

Notizie correlate
Al Palaz. CONI e delle Feder. di Bologna

CRER FIGC, Eccellenza, Promozione e Prima Categoria

di Icaro Sport   
FOTO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna