mercoledì 16 ottobre 2019
menu
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 30 mar 2017 17:06 ~ ultimo agg. 31 mar 17:28
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Wi-fi, corrente elettrica, onde radio.
Non ci pensiamo mai, ma i nostri ambienti di vita e di lavoro sono immersi nei campi elettromagnetici. Qual’è il loro effetto sulla salute?
Elettricità e magnetismo d’altronde sono presenti naturalmente nella biosfera: si pensi ad esempio al campo magnetico terrestre o ai fulmini, che altro non sono se non la manifestazione dell’elettricità atmosferica in occasione di fenomeni temporaleschi.
All’elettromagnetismo naturale si aggiunge quello derivante dall’attività antropica, in particolare dalla produzione e utilizzo della corrente elettrica e dall’emissione di onde radio nel campo della telecomunicazione.

Se si tratta di un argomento delicato e complesso che deve essere affrontato in maniera obiettiva, senza sottovalutarlo o esasperarlo, e se è vero che gli effetti sulla salute umana sono ancora oggetto di studio, è però certo che l’elettromagnetismo rappresenta un fattore di rischio per la salute.
Sui limiti di esposizione esistono già oggi leggi precise, che prevedono di valutare e quantificare i campi elettromagnetici negli ambienti di vita e sui luoghi di lavoro, grazie a studi condotti tramite l’impiego di idonea strumentazione di misura.
Lo sa bene Pageambiente s.r.l. – Gruppo CSA S.p.A., che negli anni ha svolto numerosi studi sull’argomento.
“Abbiamo riscontrato una presenza costante di campi elettromagnetici all’interno degli edifici sottoposti a monitoraggio e la presenza di sorgenti in grado di portare l’esposizione degli occupanti a livelli significativi” spiega il Dott. Alessandro Martinetti, amministratore di Pageambiente s.r.l.
“Dove sono presenti linee elettriche o attrezzature particolari, specie negli ambienti di lavoro, si possono raggiungere valori che non devono essere trascurati” aggiunge lo stesso Martinetti.

La recente direttiva europea entrata in vigore nel 2016 ha evidenziato un ragguardevole numero di attività con possibile esposizione dei lavoratori, indicando maggior attenzione per i portatori di dispositivi elettromedicali.

Leggi sul sito di Pageambiente l’informativa dedicata con i riferimenti di legge, linee guida e direttive comunitarie dei settori particolarmente interessati.
Per chi ha la necessità di approfondimenti o necessità di quantificare i campi elettromagnetici può contattare il seguente indirizzo: info@pageambiente.it

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna