Indietro
lunedì 30 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Il Giovane Cattolica si presenta e svela i programmi per la prossima stagione

In foto: Foto di gruppo della squadra del Giovane Cattolica sul terreno di gioco dello stadio "Calbi" di Cattolica (Giuseppe Colonna).
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
ven 29 lug 2016 12:16 ~ ultimo agg. 31 lug 20:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min Visualizzazioni 1.632
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

IL GIOVANE CATTOLICA SI PRESENTA E SVELA I PROGRAMMI PER LA PROSSIMA STAGIONE

In attesa di avere la certezza della categoria a cui dovrà partecipare per il Giovane Cattolica è tempo di presentazioni. Nella cornice del “Calbi” alla presenza dei tifosi, lo staff tecnico-dirigenziale unitamente alla rosa ha svelato ieri sera i programmi per la prossima stagione. I dirigenti della compagine giallo-rossa, dopo la mancata iscrizione del Cattolica e l’amara retrocessione dello scorso anno ha deciso di unire le forze sotto un unica bandiera, per cercare di riportare agli antichi fasti la storica società di via del Partigiano. Ad oggi è difficile stabilire quale torneo faranno i cattolichini. Il destino è legato ad altre realtà locali e non, e non prima della prossima settimana si avranno delle notizie certe. A sentire però i piani e i progetti che hanno illustrato i massimi vertici dei rivieraschi le idee sono chiare e non ci sono timori reverenziali. Se sarà Prima Categoria o Promozione nulla cambia, si parte per vincere. La rosa è pronta, sono ben nove i nuovi arrivati, ma in caso di ripescaggio la società è pronta a rinforzare ogni reparto.

“Nonostante gridi vendetta la finale playoff dello scorso anno si parte con rinnovato entusiasmo – a prendere la parola è il presidente giallorosso Francesco Visino – e con l’obiettivo di vincere il campionato, qualunque esso sia. Attualmente siamo sì iscritti in Prima Categoria ma qualora dovremmo essere ripescati in Promozione abbiamo già accordi con società importanti, tra cui alcune professionistiche, che ci metteranno a disposizione dei fuori quota pronti per la categoria che affronteremo per puntellare al meglio la squadra.”
Quindi siete pronti ad ogni evenienza: “Si. Non è una situazione normale perché sapremo solo il 5 agosto il nostro destino però abbiamo lavorato a partire da giugno in tal senso, per preparare una rosa adeguata ad entrambe le situazioni.”
Per voi rappresentare il nome di Cattolica è una pesante eredità: “Tutti ci ripetono la stessa cosa, ma per noi non è una zavorra ma è un vanto, un onore ed un grandissimo piacere. Questa cosa non ci fa paura ma ci stimola a far bene come dirigenza e credo anche tutta la squadra. Cattolica è una piazza calda ed esigente come è giusto che sia, noi siamo consci del blasone passato e cercheremo di accontentare i tifosi per riportarli quanto prima dove meritano.”
Si parte da un mister giovanissimo. “Nonostante l’età anagrafica crediamo che sia l’uomo giusto per soddisfare la piazza. E’ un allenatore molto preparato, che ha studiato e ha nella sua cultura calcistica ha delle tecniche di allenamento moderne e veramente interessanti.”
Sono diversi i movimenti di mercato in entrata. “La rosa è ampia. Ai protagonisti della passata stagione abbiamo integrato diversi calciatori di sicura qualità. Su tutti abbiamo prelevato l’ottima punta Magnani ed il centrocampista Bartolini dal Gatteo. Dal Cattolica invece abbiamo ereditato dei pezzi importanti come Casolla (la scorso anno in forza alla Fya Riccione ndc), lo storico capitan Mercuri e Pasini. Infine siamo riusciti ad ingaggiare Tinti dalla Vigor Senigallia e Forti dalla Marignanese.”
Muta l’assetto societario. “Il socio di riferimento sarà Andrea Mancini che ha sposato in toto il progetto. Nel dettaglio lui seguirà più la parte legata al settore giovanile ed io e il mio gruppo imprenditoriale ci occuperemo prevalentemente di tutto quello che ruota attorno alla prima squadra. I nostri obiettivi – conclude il presidente – sono due. Riportare il Cattolica e la città di Cattolica in Eccellenza, e di ricreare l’entusiasmo che si è spento, cercando di far arrivare allo stadio più gente possibile. Capisco la delusione dei tifosi per gli ultimi due campionati. Il pubblico però può stare tranquillo perché la nuova società è sana ed è seguita da un gruppo dirigenziale solido economicamente. Oltre a questo i presupposti per fare bene ci sono tutti: la rosa è lo staff tecnico è di prim’ordine. Se sarà Prima Categoria faremo di tutto per conquistarla, se sarà Promozione gli obiettivi non mutano, c’è la giocheremo con le altre per fare l’ulteriore salto in Eccellenza.”

A guidare in panchina la compagine cattolichina sarà Danilo Girolomoni. Il giovane trainer pesarese, classe ’82, ha acquisito esperienza come vice a Vismara guidato da Massimo Scardovi. Con il team marchigiano ha conquistato la Promozione nel 2012/13 e ha disputato l’Eccellenza l’anno dopo. Nel 2014/15 ha guidato invece la juniores del Cattolica. Sarà lui ad avere il compito di provare a riportare i colori giallorossi alla vittoria:

“Una sfida importante – esordisce il neo tecnico – , complessa ma allo stesso tempo affascinante e impossibile da rifiutare. Cattolica è una piazza che ha fame di calcio, che ha fatto campionati importanti e che ha voglia di tornare a vincere. La società ha plasmato un gruppo e una squadra importante per centrare gli obiettivi sia in Prima che in Promozione. Sappiamo che c’è differenza di livello tra i due tornei ma il divario da colmare non è però così eccessivo. Questa è una squadra costruita per puntare alla vittoria, e con qualche accorgimento, può fare bene anche in un campionato superiore.”
Il suo credo tattico è il 4-3-3. “Amo questa disposizione per diversi motivi ma non sono un purista. La squadra è stata impostata per giocare in questa maniera poi vedremo sul campo se sarà il modulo che ci darà la maggior resa.”
A livello personale sarà una bella occasione per accrescere il mio bagaglio calcistico. Il primo obiettivo tra i ‘grandi’ sarà quello di mettere una bella medaglia sul petto”

La Rosa
Portieri: Mauro Masini (’74) confermato, Andrea Raffaelli (’96) confermato;
Difensori: Bellucci Davide (’79) confermato, Riccardo Bencivenga (’95) confermato, Francesco Capone (’89) confermato, Giovanni Casolla (’87) dalla Fya Riccione, Stefano Mancini (’91) confermato, Roberto Tinti (’95) dalla Vigor Senigallia, Alberto Tomassini (’89) confermato, Diego Ubaldi (’89) confermato, Giacomo Zandri (’96) confermato;
Centrocampisti: Simone Agostini (’89) dal San Lorenzo, Yuri Bartolini (’91) dal Gatteo, Emanuele Bernardi (’95) confermato, Michele Mercuri (’85) dal Cattolica, Nicola Pasini (’89) dal Cattolica, Fabio Palazzi (’88) confermato, Enrico Ragno (’93) confermato, Matteo Silvestri (’98) dal Cattolica, Giacomo Pensalfini (’91) confermato;
Attaccanti: Tommaso Angelelli (’92) confermato, Cristian Forti (’96) dalla Marignanese, Enrico Magnani (’88) dal Gatteo, Andrea Ottaviani (’88) confermato, Luca Pagnini (’91) confermato.

Staff dirigenziale
Presidente: Francesco Visino;
Vice presidente: Andrea Mancini;
Dirigenti: Alessandro Ercoles, Maurizio Franca, Antonio Franchi, Mauricio Nicolini, Danilo Rossi, Tarsi Valeriano;
Addetto Stampa: Andrea Giovannini.

Staff tecnico
Allenatore: Danilo Girolomoni;
Vice allenatore: Matteo Bacchini;
Preparatore atletico: Enrico Calvo;
Preparatore dei portieri: Danilo Tarsi;
Fisioterapista: Luca Lazzari.

Lo speciale sulla presentazione del Giovane Cattolica sarà proposto su Icaro TV (canale 91) Venerdì dalle 21:30 e Domenica dalle 14:25.

Giuseppe Colonna

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Icaro Sport
VIDEO
di Icaro Sport
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione