Indietro
menu
Rimini Rimini Social

Incontrarsi nella diversità

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 16 dic 2015 07:38 ~ ultimo agg. 21 dic 09:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Diversità e discriminazione, due facce contrapposte della stessa medaglia. La visione positiva e quella negativa di un dialogo culturale, e non solo, che attraversa popoli, generazioni, strati sociali.

Se ne parla venerdì 18 dicembre, alle 19, nella Cineteca di Rimini, in via Gambalunga 27, in occasione della Giornata internazionale del Migrante, con la presentazione del video Incontrarsi nella diversità – Conversazioni di popoli in movimento (2015, Italia, 6 min.) del regista Martin Patrice Ndong Eyebe. Un documento prodotto da Volontarimini in collaborazione con le associazioni Madonna della Carità, Aibid e Soyinka e il contributo della Provincia di Rimini – Rete antidiscriminazione della Regione Emilia-Romagna.
Il video raccoglie i punti di vista di 7 persone sui temi della diversità, sottolineando la complessità del concetto che non si esaurisce nell’ambito, negativo, della discriminazione, ma si compone di tante sfumature positive, quali la differenza intesa come valore e arricchimento personale e sociale.

Accostando le interviste dei vari interlocutori si evince come la discriminazione sia interpretata anche a partire dalla propria storia personale e dal contesto sociale in cui si vive. È un concetto che cambia nel tempo e nel singolo soggetto, in relazione alla propria esperienza e allo sviluppo storico-sociale. Un elemento che ben emerge grazie anche agli interventi dei bambini, in cui l’interpretazione della diversità non contempla substrati concettuali ma si sviluppa semplicemente intorno al concetto di “differente da” per caratteristiche fisiche (“la mamma ha gli occhi marroni e io azzurri”). Il video quindi si presta per stimolare momenti di riflessione sui temi della diversità, per ampliare la visione di ognuno arricchendo il concetto da vari punti di vista.
L’incontro sarà aperto dai saluti di Cristina Belletti, consigliera provinciale delegata al Terzo Settore. Interverranno il regista ed Elisa Ruggeri, psicologa, sul possibile uso didattico del video. I volontari porteranno poi la loro testimonianza sulle tante attività organizzate nel territorio per promuovere l’integrazione e il dialogo culturale. Conclusione, alle 20, nel chiostro della biblioteca con un piccolo brindisi di saluto.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione