Indietro
martedì 20 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

La Dulca Santarcangelo in trasferta a Trecate, la vigilia di coach Tassinari

In foto: Un time out di coach Tassinari
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 18 dic 2015 19:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la strameritata vittoria nel derby con la NTS Crabs Rimini, coach Davide Tassinari si concentra sulla prossima sfida…

Coach una vittoria che va forse oltre i due punti quella coi Crabs…
“Sì, sulla classifica sono due in più, ma nel morale conta tanto portare a casa partite del genere. Abbiamo fatto un’ottima prestazione. C’eravamo mentalmente ed era quella la nostra prerogativa”.

I primi due quarti gara in equilibrio anche per merito degli ospiti, poi avete preso il largo.
“Sì, nei primi due quarti i Crabs hanno segnato anche tanto oltre l’arco con 7/10 da tre e hanno raddoppiato le loro percentuali da due e dai liberi. All’intervallo abbiamo cambiato qualcosina, ma quello che doveva rimanere era la concentrazione e la voglia di portarla via e ci siamo riusciti. Bravissimi i ragazzi in questo”.

Ora resettare tutto e ripartire.
“Assolutamente, non dobbiamo fermarci qui. Ci sono altri due punti da conquistare e poi abbiamo tre partite sulla carta impossibili, ma nelle quali vogliamo dare il massimo. È chiaro che portare a casa punti con Cecina o Forlì sarebbe fantastico, ma ora concentriamoci su Trecate”.

Trecate non ha ancora vinto, non bisogna andare là a pancia piena, ma con la fame di vincere…
“Certamente. Loro sono una squadra ruvida, che ha una media di 56 punti a partita e che vuole e deve assolutamente vincere per agganciare Torino. Ricordo che ne retrocede una direttamente e loro sicuramente non vorranno essere quella squadra. Dobbiamo fare la nostra partita ai nostri ritmi, correre dall’inizio alla fine. Questi sono due punti fondamentali”.

Prima della partita di Livorno si era detto che quando ci si avvicinava al giro di boa si sarebbe entrati in un certo tipo di classifica per cominciare a porsi obiettivi. Non siete messi poi così male.
“La classifica è ottima, grazie al sacrificio e alla voglia dei ragazzi di portare a casa tutte le partite compiendo anche miracoli a volte. Adesso però a prescindere dalla posizione dobbiamo guardare al prossimo match. Sarà una trasferta lunga e dovremo farci trovare preparati. La prima trasferta lunga non è andata bene (a Valsesia, ndr), dobbiamo riscattarci anche in questo frangente!”

Un coach Tassinari contento dell’operato dei suoi ragazzi, ma che non si vuole fermare e vuole continuare a far risultati soprattutto in trasferta. Ora Trecate, poi Cecina, Forlí e Cento. Questi Angels vogliono solo spiccare il volo!

Cristian Tartaglia