sabato 7 dicembre 2019
menu
Icaro Sport

Virtus Castelfranco-Rimini 0-2, cronaca, tabellino, dopogara, fotogallery e video

In foto: Manuel Pera, autore di una doppietta (27 gol stagionali)
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti Visualizzazioni 9.388 visite
dom 15 mar 2015 11:34 ~ ultimo agg. 17 mar 18:40
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min Visualizzazioni 9.388
Print Friendly, PDF & Email

IL TABELLINO
VIRTUS CASTELFRANCO: Gibertini, Sacenti, Ladu, Negri, Girelli, Fiorini, Oubakent (38′ st Visani) Marcolini, V. Ferrara, Beatrizzotti (22′ st Sciapi), Martina. A disp.: Consol, Meregalli, Rossignoli, Saric, Minelli, Cortese, S. Ferrara. All. Chezzi.

RIMINI: Dini, Florio, Versienti, De Martino, Martinelli, Di Maio, Berardi (6′ st Mazzocchi), Di Deo, Pera, Ricchiuti (1′ st Tedesco), Kabine (44′ st Spinosa). A disp.: Carezza, Barasso, Calori, Guastamacchia, Masini, Paganelli. All. Cari.

ARBITRO: Palermo di Bari.

RETI: 22′ pt (rig.) e 46′ st Pera.

AMMONITI: De Martino, Ladu, Mazzocchi, Kabine, Fiorini, Versienti.

Serie D girone D

CRONACA
Il Rimini a Castelfranco Emilia per continuare la striscia positiva, che dura da 10 turni, e ritrovare la vittoria in trasferta, dopo i due pari con Fidenza e Bellaria. Cari schiera titolari Di Maio e Kabine, entrambi al rientro dalla squalifica, per l’attaccante dopo 5 giornate di stop. Sulle fasce agiscono Florio e Versienti.

La partita entra subito nel vivo, anche se il terreno ed un forte vento condizioneranno non poco le trame di gioco.
Al 2′ Berardi tenta il diagonale da posizione defilata, Gibertini devia.
Al 9′ Berardi cerca il controllo, Ricchiuti in verticale per Pera, che va alla battuta di prima intenzione non trovando il bersaglio.
Al 16′ Oubakent ruba palla a Versienti, salta Di Maio e calcia, senza inquadrare la porta.
Al 21′ dopo un colpo di testa di Martinelli, idea di Ricchiuti per Pera, che scatta sul filo del fuorigioco (forse in offside) e una volta in area vira e viene agganciato da Ladu, rigore e giallo per il terzino locale. Dal dischetto lo stesso Pera trasforma, spiazzando Gibertini, per il vantaggio biancorosso. 26° centro in campionato per il bomber toscano, che ritocca il suo record.
La reazione del Castelfranco sta tutta in un destro di Negri, che al 27′ conclude a lato.
Al 40′ De Martino arriva in corsa e prova a risolvere dal limite dell’area, sfera fuori bersaglio. Prima che la prima frazione si chiuda Ricchiuti accusa un dolore al flessore della gamba sinistra. Resterà negli spogliatoi, al suo posto entra Tedesco.

Al 7′ della ripresa la punizione di Beatrizzotti termina a lato.
Al 11′ Martina mette il turbo a sinistra, il suo cross è smanacciato da Dini, De Martino rischia di servire Oubakent, ma riesce ad anticiparlo.
Al 16′ corner di Tedesco, Pera colpisce di testa, anticipando tutti, il pallone si adagia sopra la rete.
Al 23′ calcio da fermo di Tedesco, Gibertini leva la sfera dall’incrocio, il tentativo di tap-in di Di Deo è alto.
Al 33′ Pera mette in mezzo dall’out di destra, Mazzocchi non riesce a coordinarsi per la battuta, stessa sorte per il controtraversone basso di Tedesco, Mazzocchi è in zona ma non può colpire.
Al 41′ rinvio di Dini, De Martino prolunga di testa, Kabine manda in porta Pera, che con estrema tranquillità controlla, salta Gibertini, si aggiusta il pallone e lo deposita a lato, errore incredibile.
Ma il bomber biancorosso si rifà al 46′: Di Maio recupera palla e innesca l’attaccante toscano, che salta l’ultimo baluardo tra lui e il portiere, entra in area e fredda Gibertini per la seconda volta, completando la doppietta personale (sono 27 i gol in campionato). Finisce 2-0 per il Rimini, che a nove turni dal termine preserva il +9 sulla Correggese, corsara a Bellaria.

LE DICHIARAZIONI DEL DOPOGARA
MARCO CARI, allenatore Rimini: “Era difficile giocare su questo campo con un terreno di gioco non al meglio e con il forte vento che condizionava lo sviluppo della manovra. Ancora più difficile contro una squadra da battaglia come il Castelfranco, sapevamo di dover affrontare una sfida da seconde palle e l’abbiamo giocata così, portando in campo quello che serviva. Devo fare i complimenti ai ragazzi perché la nostra è una squadra tecnica, rapida, e oggi potevamo trovare grandissime difficoltà invece siamo rimasti compatti, concedendo molto poco ai nostri avversari adattandoci benissimo alla sfida. In partite del genere è importante passare per primi in vantaggio, noi ci siamo riusciti poi abbiamo buttato al vento il raddoppio tante volte: potevamo soffrire molto meno ma alla fine l’abbiamo meritata. Continuiamo a vincere e questo toglie importanza ai risultati delle altre. Sappiamo di dover fare la corsa solo su noi stessi e da martedì riprenderemo il lavoro per preparare al meglio per la prossima partita”.

MANUEL PERA, attaccante Rimini: “Una partita non bellissima ma era importante portare a casa i tre punti, peccato aver fatto soffrire troppo la squadra, con quell’errore incredibile sul possibile raddoppio… poi però andata bene. Sul primo gol sono partito sul filo del fuorigioco come sempre poi una volta in area, il difensore mi ha agganciato: non so se ero oltre la linea al momento del lancio di Ricchiuti ma il rigore era netto. Con questa doppietta l’obiettivo dei trenta gol si avvicina ma come ho già detto firmerei subito per non segnare più e vincere il campionato; tuttavia se ai miei gol si associano i tre punti, allora va bene continuare così. Andiamo avanti senza pensare alle altre, il vantaggio resta molto importante con una gara in meno da giocare. Domenica ci aspetta un avversario difficile ma ci faremo trovare pronti: in casa nostra non è facile portare via punti”.

FILIPPO FLORIO, difensore Rimini: “Non siamo riusciti a esprimere il solito gioco palla a terra perché il campo non era in buone condizioni e il vento creava parecchi problemi: ci siamo adattati alla partita, contrastando i nostri avversari con quello che serviva. Loro sono una squadra dura e noi siamo stati bravi a ribattere colpo su colpo, poi davanti abbiamo giocatori che possono fare sempre la differenza e anche oggi è andata così. Sto approfittando dell’assenza di Simone Calori, che al momento non è al meglio per alcuni problemini fisici, il mister mi dà fiducia e sto cercando di ripagarlo sul campo impegnandomi sempre al massimo. Ancora una volta i nostri tifosi ci hanno seguito e si sono fatti sentire sostenendoci durante tutta la partita, non hanno visto un grande spettacolo ma anche loro sanno che in questo momento contano solo i punti”.

MEHDI KABINE, attaccante Rimini: “Partita brutta, sembrava di giocare a ping pong con queste palle da rincorrere per tutto il campo. Una gara maschia, fisica, e noi l’abbiamo interpretata bene badando al sodo e adattandoci alla situazione: partita brutta come dicevo ma da tre punti, e a noi importa solo la classifica in questo momento. La vittoria comunque è ampiamente meritata, Dini mi pare abbia fatto solo un intervento noi invece, specie nel secondo tempo, abbiamo creato diverse occasioni per chiudere la gara e alla fine abbiamo ottenuto quello che volevamo. Sono contento per il rientro, era da parecchio che non giocavo e ho badato più all’aggressività che al resto, magari con un campo migliore potevo anche fare di più ma va bene così, abbiamo giocato in modo tosto ed era quello da fare oggi”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna