Indietro
menu
Ambiente Attualità

Poletti a Ecomondo: "semplificare le norme per le imprese green"

In foto: Il Ministro del Lavoro Poletti
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 6 nov 2014 14:09 ~ ultimo agg. 23 dic 15:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’economia green non è un’altra economia, ma semplicemente l’economia. Così il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti intervenuto questa mattina alla seconda giornata degli Stati Generali della Green Economy a Ecomondo. Il Ministro ha sottolineato l’impegno da parte del Governo di semplificare e dare certezze a questo settore economico, rappresentato nella fiera riminese: un evento che mette in mostra, ha detto il Ministro, quanto da parte delle imprese italiane si stia “innovando, investendo in un sistema importante sul piano industriale, tecnologico, occupazionale, ma anche per il miglioramento della qualità della vita e del nostro ambiente”.
Poletti ha poi assicurato l’impegno del governo per facilitare il lavoro delle imprese in questo settore: “Dal punto di vista normativo, cerchiamo di produrre tutte le semplificazioni possibili, e soprattutto di creare certezza delle norme nel tempo: vogliamo che l’imprenditore debba assumersi solo il rischio d’impresa, e non altri rischi esterni alla sua attività”. Il riferimento inevitabile è stato al dibattito di questi giorni sul job’s act.

Durante l’intervento del Ministro agli Stati Generali, c’è stato anche un simpatico scambio con un giovane imprenditore, che si è inventato una app con cui le persone e le aziende possono condividere sui social i loro gesti quotidiani a favore di un consumo responsabile delle risorse. Raccogliendo lo stimolo del giovane imprenditore, il ministro ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra soggetti diversi: “Non si può essere autoreferenziali. Il pluralismo è una ricchezza: saper collaborare è la scommessa per il futuro”. E ancora: “Dobbiamo trovare la strada per spostare l’occupazione da ciò che non funziona a ciò che funziona”. In tema di acquisti “verdi”, Poletti ha chiamato in causa le pubbliche amministrazioni, che “devono sostenere questo strumento”.

Presente in fiera oggi anche la sottosegretaria all’Ambiente Barbara Degani, secondo cui “l’economia verde è una filiera importante dal punto di vista tecnologico, ed è uno dei pochi settori che hanno continuato a crescere nonostante la crisi”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna