Indietro
sabato 5 dicembre 2020
menu
Icaro Sport

I Pirati in finale scudetto: affronteranno la Unipol Bologna

di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 3 ago 2014 09:16 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Rimini Baseball perde di misura gara3 contro l’Unipol Bologna per 3-2, una sconfitta che alla fine risulterà ininfluente, visto che al Nino Cavalli di Parma nel finale di partita la T&A S. Marino perde anch’essa, qualificando così i Pirati alle Italian Baseball Series. Allo Stadio dei Pirati è andata in scena una gara molto equilibrata risolta solo all’ultima ripresa dal poderoso solo homer
dell’esterno centro bolognese Oeltjen. Per i Pirati ha iniziato sul monte il rientrante Corradini autore di un buona prestazione (6.0ip 9v 1bb 3so 2pgl), dopo di lui sono stati impiegati Del Bianco (2.2ip 2v 3bb 4so 1pgl) e Cherubini. L’attacco riminese non ha fornito una prestazione esaltante, solo 5 le valide battute (Rbi di Salazar) tutte contro il pitcher dominicano dell’Unipol Baez (6.0ip 5v 1bb 5so 1pgl), ben supportato dal rilievo venezuelano Rivero (3.0ip 1bb 3so).

I Pirati la prossima settimana saranno impegnati nella Finale di European Cup contro la T&A S. Marino. La prima partita della serie si disputerà allo Stadio dei Pirati giovedì 7 agosto, mentre gara2 e l’eventuale gara3 si giocheranno sul diamante di Serravalle (venerdì 8 e sabato 9 agosto).
Tutte le partite avranno inizio alle ore 21.

La cronaca
L’Unipol Bologna sfrutta appieno la partenza incerta del pitcher riminese Corradini, il leadoff
bolognese Infante realizza una valida al centro (stoppone) e ruba la seconda. Oeltjen incassa il ‘k’ sul conto pieno, Liverziani tocca la valida che permette al compagno di segnare il momentaneo
vantaggio (0-1). La ripresa prosegue con il singolo di Rodriguez, con i corridori agli angoli,
Corradini colpisce Vaglio (basi piene), ma si salverà facendo battere in doppio gioco Malengo.

Al cambio di campo i Pirati rispondono, Zileri tocca una valida ed arriva fino in seconda grazie
all’incertezza dell’esterno destro Liverziani. Santora e Romero vengono eliminati. Ci pensa il
singolo al centro di Salazar ad impattare il punteggio (1-1), poi Mazzanti sarà il terzo out.

Dopo due riprese di sostanziale equilibrio gli ospiti sorpassano nuovamente i Pirati al quarto,
Vaglio realizza un doppio e viene portato in terza dal bunt valido di Malengo. La valida di Grimaudo perfeziona il nuovo vantaggio Unipol (1-2), sull’azione Malengo verrà eliminato sul tentativo di arrivo in terza. Il partente neroarancio Corradini riuscirà a non subire altro facendo
battere due comode volate agli esterni a Fuzzi e D’Amico.

Al sesto Rimini riesce a pareggiare, Santora batte valido, Romero viene eliminato al volo da Liverziani, Salazar tocca una rimbalzante e sarà salvo per scelta della difesa. Dalla mazza di
Mazzanti esce una ground ball non giocabile dal terza base bolognese Fuzzi, ma la stessa viene
raccolta dall’interbase Infante (in tuffo) che prova un’improbabile assistenza perdendo così la
pallina. Sull’azione il corridore riminese Salazar vedendo la terza base scoperta la raggiunge e si
scontra col ricevitore dell’Unipol Rodriguez che giungeva da casa base. L’arbitro Fabrin punisce il
catcher biancoblù con l’ostruzione (errore difensivo) e Salazar guadagnando l’avanzamento di una base segna il punto del pari (2-2). Qui, si scatenano grandi proteste da parte di tutto il dugout ospite che entra praticamente tutto in campo col manager Nanni che chiede spiegazioni in merito.

Nella ripresa seguente in pedana per i Pirati è salito Del Bianco al posto di un solido Corradini.
Anche sul fronte emiliano nella parta bassa della stessa ripresa è stata effettuata la sostituzione sulla collinetta con Rivero che ha preso il posto del partente dominicano Baez.

Arriviamo nel finale di gara dove il team bolognese otterrà la vittoria, con due out sul tabellone, il rilievo neroarancio Del Bianco incassa la gran legnata al centro di Oeltjen per il fuoricampo che sigilla il sorpasso definitivo (2-3). Le due basi ball consecutive concesse a Liverziani e Rodriguez mettono fine alla prova di Del Bianco. Al suo posto subentra Cherubini che passa in base Vaglio. A basi piene sul conto di Malengo (primo lancio), Bertagnon perde la pallina, Liverziani corre verso casa base, ma lo stesso ricevitore riminese assiste a Cherubini che lo eliminerà sul piatto. Al cambio di campo Rivero non avrà problemi a completare le tre eliminazioni che decretano la vittoria dell’Unipol per 3-2. Scende il gelo allo Stadio dei Pirati, si attende a questo punto solo il risultato da Parma che dopo pochi minuti fa scatenare la festa riminese grazie alla contemporanea sconfitta della T&A S. Marino sul diamante ducale per 5-4. Sarà ancora una volta Finale Scudetto.

Simone Drudi
Ufficio Stampa Rimini Baseball

(nella foto di Francesco Pizzioli, Roberto Corradini)

 
Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Icaro Sport   
VIDEO