Indietro
sabato 28 gennaio 2023
menu
Icaro Sport

Rimini Calcio: De Meis: 'il Rimini non rinuncia al ripescaggio'

di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 25 lug 2014 15:34 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente del Rimini, Fabrizio De Meis fa chiarezza sulle notizie apparse oggi sulla Gazzetta dello Sport e sul sito www.tuttolegapro.com relative alla rinuncia da parte del Rimini ad essere ripescato in Legapro: “Come società e personalmente sono molto dispiaciuto per come sono state date le notizie oggi, cioè: la Rimini Calcio rinuncia al ripescaggio. C’è modo e modo di fare il giornalista. Non so chi dice questa cosa, per il Rimini parlo solo io. Faccio questa conferenza stampa soprattutto per i tifosi.

Partiamo dal ripescaggio: c’è un documento datato 3 giugno 2014 nel quale la Figc ravvisa i criteri per i ripescaggi. Questo vuol dire che non è che il ripescaggio lo faccio secondo quello che dice il giornalista o il mio avvocato, ma in base a quello che dice la Figc, che a pagina 13 nell’articolo D2 dice: “le società ripescate in qualsiasi campionato negli ultimi 5 anni saranno ripescate solo nella seconda fase.
In base a questi criteri si sa che il Rimini quattro anni fa è stato ripescato. Il ripescaggio è talmente certo che il Rimini per disputare il campionato di Legapro quattro anni fa ha pagato una somma a fondo perduto, oltre alla fideiussione.

Poi, noi abbiamo cercato il ripescaggio, ma ad oggi non abbiamo avuto nessuna notizia né ufficiale né ufficiosa. Quindi, per noi società che siamo tenuti ad attenerci alla realtà, abbiamo da una parte un comunicato che ci impedisce il ripescaggio e dall’altra parte un parere.

In merito alle notizie sul Rimini terzo nella graduatoria dei ripescaggi, il giornalista scrive: “prima la Torres, poi il Rimini e la Correggese”. Come fa la Torres, che ha fatto tre campionati di Eccellenza, a venire prima del Rimini? Se il Rimini avesse avuto diritto a fare il ripescaggio, e purtroppo non lo ha, sarebbe arrivato prima della Torres.
In attesa di questa risposta abbiamo fatto un mercato abbastanza anomalo, considerando che fino al 23 luglio abbiamo annunciato solo 6 giocatori, perché il mercato della serie D è totalmente diverso da quello della Legapro. Con il direttore sportivo abbiamo cercato di fare il più tardi possibile. E noi la serie D la vogliamo fare importante, per vincerla. Abbiamo tergiversato fino a tre giorni fa, solo nella serata di mercoledì abbiamo annunciato gli acquisti.

Essere ripescati per il Rimini, pagando 100mila euro a fondo perduto, è solo un vantaggio. Fare un campionato di serie D, che non costerà solo 100mila euro, sperando poi di riuscire a raggiungere l’obiettivo dichiarato che è la promozione, non è certo più vantaggioso di una Legapro, visto che in D non ci sono i contributi che ammontano a un milione di euro.

Voi giornalisti queste cose le sapete per cui chi dice queste cose, dopo lo tsunami che è successo in società negli ultimi mesi, lo fa per far male al Rimini. Noi non possiamo ragionare sulle idee di un giornalista ma su documenti.

La mia idea è che quattro anni fa il Rimini non ha gestito bene la situazione. Se la società ha pagato come fai poi a dire che non si è trattato di un ripescaggio?

Come abbiamo detto dal primo giorno, noi non accederemo alla seconda fase del ripescaggio, che comunque essendoci solo tre posti secondo me non ci sarà, per motivi di tempistica. Bisogna fare un campionato di Legapro da attrezzati. Anche se non per vincere, non certo per fare figuracce e retrocedere mestamente.

Noi eravamo già preparati per la fideiussione. Quest’anno non c’era neanche da versare una somma a fondo perduto”.

Sul mercato: “Oggi firmiamo Masini, ma siamo già d’accordo. Per il direttore generale stiamo aspettando la risposta di un personaggio importante, che sta valutando altre offerte, tra cui una della società della sua città.
Marco Ravelli è entrato a far parte dello staff del Rimini ma la sua collocazione all’interno della società sarà scelta di concerto con il direttore generale”.

La partenza per il ritiro di Norcia sabato alle 15.

Roberto Bonfantini

Meteo Rimini
booked.net