mercoledì 23 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mer 2 lug 2014 16:15 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

E’ stata disposta la costituzione per la prima volta a Riccione un presidio fisso interforze nel Palazzo del Turismo per la definizione di tutte le misure necessarie di emergenza.
Particolare attenzione alla stazione e all’area limitrofa, con la definizione di uno specifico piano d’azione per la sicurezza.

Nelle aree di maggiore affluenza, come la stazione ferroviaria, piazzale Roma e Marano, è previsto un congruo numero di bagni chimici con l’adozione di un provvedimento ancora più restrittivo della vendita di bevande in contenitori in vetro.

Ci saranno controlli intensificati da parte delle forze dell’ordine in collaborazione con la Polizia Municipale contro i bivacchi notturni nei parchi o nelle spiagge, la vendita ambulante non autorizzata di alcool, il degrado e le scorribande nelle zone a mare.
Ad Hera sarà richiesto uno sforzo maggiore per rendere vivibile e decorosa la città già al risveglio, con interventi di riordino e di pulizia straordinari.
Nella zona del Marano opereranno cento operatori privati della sicurezza con una postazione fissa e un’area destinata al pronto intervento delle ambulanze.

“La Notte Rosa – spiega il sindaco Tosi – è un evento di cui va colta la grande potenzialità che esprime ma che va intesa come una grande festa e non come un focolaio di problemi. Da qui l’esigenza di attrezzare per il meglio la città perché sia in grado di assorbire un flusso di gente così massiccio, limitandone il più possibile eventuali danni o inconvenienti. Tutto questo fermo restando che una riflessione generale sull’evento diventa ormai imprescindibile”.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna