Indietro
venerdì 27 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Edizione record per 'Emanuele una partita per la vita'

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 8 giu 2012 15:16 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La quinta edizione di Emanuele una partita per la vita è stata da record, con numeri superiori anche alla prima. 120 gli atleti in campo, tra cui tanti giocatori del Rimini attuale e del passato (i fratelli Brighi, Rosini, Gasperoni, Valeriani, Dei, Bizzarri, Bravo, Baccin, Ricchiuti, Rachini, Milone, Porchia, Peccarisi, Manfredini, solo per citarne alcuni), il presidente della società biancorossa Amati, i mister Acori (in campo), Bonavita, Melotti, Petrone e Pesaresi (in panchina), i centauri De Angelis e Roccoli, i comici Baz e Cacioppo, tanti campioni di baseball e basket, con capitano della squadra dei gialli Myers, e rappresentanti delle istituzioni: il sindaco di Rimini Gnassi, il presidente della provincia Vitali e il consigliere regionale Piva.
2mila gli adulti presenti sugli spalti del “Romeo Neri” e 600 i bambini a bordo campo. Nel pomeriggio dieci squadre Esordienti si sono affrontate nella seconda edizione del torneo dedicato al piccolo Emanuele Zamagni, spentosi nel 2007 a causa della fibrosi cistica, la più diffusa tra le malattie genetiche.
E alle 20 è scattato il triangolare, vinto dai gialli, che si sono imposti prima sui verdi (4-2), poi, nella terza partita, sui rossi (2-0), con Lunardini a segno in entrambe le mini-partite. La seconda gara, quella tra verdi e rossi, è stata vinta ai rigori dai verdi (dopo il 2-2 alla fine del tempo). Ad aprire la serata Kelly Joyce.

(nella foto, Gianluca Zamagni, il papà di Emanuele)

Notizie correlate
di Redazione